La pubblicità che fa sbadigliare (ma non per noia) [VIDEO]

Non si può mai sapere quali effetti possono sortire certi spot

Mentre guardavo questo video ho sbadigliato due volte, e probabilmente sono poche. Ci capita continuamente, guardiamo qualcuno sbadigliare e improvvisamente siamo lì a coprirci la bocca con la mano per non mostrare a tutti il superbo operato del nostro dentista. È quello che è capitato anche ai viaggiatori della metro di San Paolo, che si sono ritrovati davanti a delle affissioni particolari.

LEGGI ANCHE: ‘The Hello Experiment’: Nescafè abbatte l’imbarazzo con un caffè

Per promuovere il brand Café Pelé, l’agenzia pubblicitaria Lew’LaraTBWA ha fatto installare nella stazione di Fradique Coutinho degli schermi interattivi che, grazie a dei sensori, si attivano solo al rilevamento di movimento: il viso dell’attore ritratto si animava, per iniziare a sbadigliare vigorosamente. Dando il via, come è facile immaginare, ad una epidemia di labbra spalancate.

Contagio (come recita il titolo del video) che si estende anche a chi guarda il video, vero destinatario di pubblicità di questo genere. A chi era presente è stato servito un caffè in omaggio, a chi può vedere il video solo su YouTube non rimane che alzarsi e prepararsene uno. E all’azienda non rimane che sperare che si tratti (almeno per quanto riguarda i mercati su cui è presente con i suoi prodotti) di Cafè Pelé ;).