Ninja Social Factory volume II: Milano e Roma si raccontano

Incontro intermedio Ninja Social Factory, i gruppi presentano nelle sedi TIM WCAP i loro progetti ai tutor della factory

Un’esperienza che ti coinvolge a 360° nel mondo digital, più precisamente in quello del social media marketing per metterti in prima persona alla prova studiando e approfondendo casi concreti in project work di gruppo: è questo l’obiettivo della Ninja Social Factory della Ninja Academy che ha preso il via sabato 21 marzo nelle sedi di Roma e Milano del TIM WCAP partner dell’evento.

Il report del secondo incontro di Ninja Social Factory

Il 16 maggio all’incontro intermedio in aula, i gruppi hanno presentato i loro lavori di gruppo lasciando docenti e compagni di corso sbalorditi dal livello professionale delle presentazioni, dei dati analizzati e della creatività nel rielabolarli.

A raccontare cos’è successo nelle sedi di TIM WCAP di Roma e Milano, le due Ninja rep Felicia Mammone da Roma e Diana Piemari Cereda da Milano.

QUI ROMA (a cura di Felicia Mammone)

Partiti con un piccolo ritardo, per colpa di qualche guerriero… distratto (e che ha sbagliato strada -.-‘) a Roma i ragazzi della Ninja social Factory del Master in Social Media Management si mettono veloci veloci al lavoro con i loro gruppi ospitati da Working Capital.

Origliando tra i team si sentono parole come ‘influencer’, ‘concept’, ‘virale’: i ragazzi lavorano su Youtube e la realizzazione di un video. Dopo una breve pausa caffè arriva il momento della presentazione delle strategie elaborate dai 3 gruppi, prima Facebook poi Linkedin e infine un’analisi a 360° sulle migliori scelte comunicative in ambito social. Ad ascoltare il tutto concentratissimi Cinzia Gallenzi di Tim e Carmine Vittorio Esposito.

LEGGI ANCHE: Startup e social media, i consigli dal Tim WCAP di Milano

Arriva finalmente il momento tanto atteso: la call con i colleghi di Milano! Domande, curiosità, dubbi e anche qualche battuta sul duro lavoro fatto e che ancora spetta ai ragazzi. Riusciranno i nostri aspiranti Ninja a vincere la sfida e realizzare progetti super social?

Lo scopriremo il 4 Luglio… stesso posto e stessa voglia… to be Ninja!

QUI MILANO (a cura di Diana Piemari Cereda)

A Milano i guerrieri della Ninja Social Factory arrivano presto, in perfetto orario rispetto alla tabella di marcia (e ai romani in diretta da Roma), disponendosi ordinatamente, suddivisi per gruppi di lavoro, tra le scrivanie che durante la settimana sono popolate dagli startupper del TIM WCAP.

Un’oretta per ripassare le presentazioni e sistemare le ultime cose, con il supporto della tutor Michaela Matichecchia.

Girando tra i tavoli, parlando con i ragazzi scopro che hanno lavorato sodo dall’ultima volta che ci siamo visti, e che, venendo da tutta Italia, anche per loro non ci sono stati incontri intermedi. Scopro quindi che hanno lavorato in remoto, fissando Skype call ed Hangouts nelle ore più improbabili del giorno, aggiornandosi su WhatsApp per l’andamento dei lavori. Drive, DropBox ed Hangout migliori amici dei guerrieri della Ninja Social Factory milanese.

LEGGI ANCHE: Ninja Social factory: al via il primo incontro a Roma e Milano

Tempo scaduto per le revisioni, iniziano le presentazioni in aula.

Rimaniamo tutti piacevolmente sorpresi, i ragazzi che prima non avevano per esempio mai utilizzato Google+ o Twitter, sono entrati nel vivo di questi social media realizzando le proprie campagne, misurandone le performance.

C’è un velo di mistero, o meglio competizione tra i gruppi, che ci tengono da un lato a mostrare i loro progressi, ma dall’altro non vogliono svelare tutta la loro strategia ai concorrenti.

Sarà molto interessante ritrovare i guerrieri della Ninja Social Factory a luglio per le presentazioni finali. Seguite l’hashtag #ninjasocialfactory per le dirette Twitter e #stayninja !