Grabble: il Tinder del fashion eCommerce

Swipe, eCommerce, shopping online, ecco Grabble

Swipe, ecommerce, shopping online. Già da sole queste parole sono elementi di successo. Combinate insieme sono un mix irresistibile, che corrisponde al nome Grabble.
Grabble è un’app che permette di trovare nuove idee di stile e, se un’idea piace, permette di replicarla, acquistando i capi selezionati.

Nata nel 2013 nel Regno Unito, dalle menti di Daniel Murray e Joel Freeman, Grabble è diventata sempre più popolare, e a gennaio 2015 ha raccolto 1.2 milioni di dollari da un consorzio di investitori, per i progetti di espansione nel mercato americano e asiatico.
Una delle ragioni del suo successo, stando a quanto dichiarato proprio da Murray è questa: “I consumatori si aspettano la convenienza ovunque, quindi offrire l’opportunità di fare shopping in modo veloce senza scorrere migliaia di siti internet, salvando automaticamente quello che gli interessa, è qualcosa che ha del potenziale”.

Grabble è disponibile sia su App Store che su Google Play, e ha quattro diverse sezioni: Grabbing, Collections, My Grabs e Sales Alerts.

La sezione Grabbing è quella che ha dato all’app l’appellativo di Tinder del fashion. Esattamente come Tinder, infatti, sul vostro schermo compariranno varie immagini. Scorrendo a destra selezionerete Grab letteralmente “Afferra”, altrimenti potrete passare oltre scorrendo a sinistra. Più tempo passerete a selezionare i vari look, più la vostra newsfeed diventerà personalizzata.

È possibile anche personalizzare in anticipo la propria selezione di capi, scegliendo uno dei 23 stili che meglio descrivono i vostri gusti in fatto d’abbigliamento.
Inoltre, grazie alla sezione Sales Alerts, è possibile ricevere notifiche ogni volta che viene creata una promozione o uno sconto su determinati capi.

Grabble presenta milioni di prodotti da centinaia di brand come ASOS, Topshop, Uniqlo e Zara ma anche Net A Porter, Matches e Selfridges. E il sito web del retailer apparirà all’interno dell’app, senza reindirizzamenti, rendendo l’esperienza utente molto più leggera.

Ma non è ancora finita: poiché il content marketing ormai è tutto, Grabble ha un’ottima sezione editoriale, nella quale presenta brevemente le nuove tendenze e le nuove collezioni, che vengono aggiornate diverse volte a settimana, nella migliore tradizione fast fashion.
Ovviamente potrete condividere la vostra esperienza su Grabble nei social principali, inoltre potete trovare il loro profilo aziendale su Facebook, Twitter e Instagram.

Siete già dipendenti dallo shopping online? Pensate che quest’app rappresenti una svolta per l’esperienza utente?

Scritto da

Valeria Castelli

Classe 1992, da sempre appassionata di letteratura, di comunicazione e di scrittura. Laureata in Economia e Marketing, curiosa, chiacchierona e sempre alla ricerca di qualcosa di ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Valeria Castelli .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it