Il CEO di Huffington Post commenta in esclusiva su Ninja Marketing l'acquisizione di Verizon [BREAKING NEWS]

L'accordo per creare la prossima generazione di media

Verizon

In seguito all’annuncio di Verizon che acquisirà AOL per 4,4 miliardi dollari, Adele Savarese ha colto la prima dichiarazione del CEO di The Huffington Post, Jimmy Maymann.

It’s very exciting. As you know, everything is moving mobile and video. HuffPo is very strong in the video space, the audience is moving into mobile as well, Verizon is one of the biggest mobile carriers in the world, so, from my prospective, it’s a very exciting news today.

È molto entusiasmante. Tutto va verso il mobile e il video e credo che l’Huffington Post vada molte forte nel settore dei video, l’audience si sta spostando sul mobile e Verizon è uno dei più grandi operatori di telefonia mobile al mondo. Quindi, dal mio punto di vista, si tratta di una notizia entusiasmante.

L’acquisizione di AOL da parte di Verizon per 4,4 miliardi di dollari

Verizon acquisirà AOL per 4,4 miliardi dollari, o $ 50 per azione. Si tratta del 17% in più rispetto al prezzo di chiusura di AOL di ieri (42,59 dollari).

“La visione di Verizon è fornire ai clienti un’esperienza digitale premium basata su una piattaforma di rete multiscreen globale”, ha dichiarato il CEO di Verizon Lowell McAdam. “Questa acquisizione supporta la nostra strategia di fornire una connessione cross-screen per i consumatori e gli inserzionisti, per fornire un’esperienza premium”.

Dell’accordo fanno parte anche i siti The Huffington Post, TechCrunch, e Engadget.

“Le visioni di Verizon e AOL sono condivise […] siamo entusiasti di lavorare con il team di Verizon per creare la prossima generazione di media attraverso mobile e video”, ha dichiarato il CEO di AOL Tim Armstrong.

Secondo Verizon questa acquisizione potrà dare maggiore spazio di azione alle ambizioni della società sul 4G wireless video, aprendo una porta ancora inesplorata anche sulle possibilità dell’Internet of Things.

Stando all’accordo Tim Armstrong dovrebbe continuare a dirigere AOL e questa acquisizione si configura come una possibile rivoluzione nei media su mobile e attraverso i video.

Già nei mesi scorsi Verizon aveva dichiarato di voler seguire una strategia che puntasse proprio sui dispositivi mobili e sul video, con un mix di contenuti a pagamento, tentando di replicare il modello più classico della televisione. L’acquisizione di AOL per Verizon significa accaparrarsi la tecnologia avanzata di AOL anche per la vendita della pubblicità.

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Fabio Casciabanca ed Adele Savarese.