Instagram marketing: i consigli di Ilaria Barbotti [INTERVISTA]

Spunti ed idee per migliorare la presenza visiva e social su Instagram

Eufemia Scannapieco

Digital& Social Media Strategist

Conoscete davvero Instagram? Sapete come approcciare e interagire in questo social network visivo, affrontando temi come la comunicazione visual e il marketing?

Abbiamo chiesto approfondimenti e spunti per utilizzare in modo strategico ed efficace il canale a Ilaria Barbotti (@ilarysgrill su Instagram e Twitter) fondatrice della prima e unica community degli Instagramers in Italia (legata al gruppo internazionale Instagramers), presidente e co-fondatrice dell’Associazione Igersitalia e autrice del testo “Instagram Marketing. Immagini, brand, community, relazioni per turismo, eventi“, edito da Hoepli per la collana web&marketing 2.0.

Il suo libro vuole essere un aiuto per capire meglio come funziona e come usare questo social, ma anche un supporto pratico a chi conosce già il mondo Instagram e vuole migliorarsi come fotografo e/o affermarsi come brand o come destinazione turistica.

Ciao Ilaria e benvenuta su Ninja Marketing. Instragram è il social che meglio si presta allo storytelling visivo. Come si definisce una strategia su questo canale per un brand?

Instagram è immagine e fotografia. Tutto deve partire da qui. Dal soggetto delle foto che andranno a creare la storia del brand.

Ragionate sui tratti distintivi del vostro brand e raccontateli con Instagram. Soffermatevi su momenti e dettagli del lavoro o del prodotto. Interagite.

Come fa un brand a crescere in termini di engagement?

Cogliete attimi in azienda, di prodotto, visi di chi lavora, temi legati al brand, coinvolgete le persone e interagite sempre con hashtag, commenti, likes alle persone che vi seguono e che possono essere o sono vostri clienti.
Ringraziate sempre chi condivide il vostro prodotto ed eventualmente ricondividete la sua foto con mention.

Comunicare su Instagram, per te cosa vuol dire?

Instagram per me è una fonte di ispirazione e comunicare su questo social significa comunicare una parte di noi stessi. Quando posto una foto su Instagram comunico molto di me attraverso l’immagine, attraverso l’editing e l’atmosfera che decido di dare alla foto e con le parole che inserisco  come commento.
A livello personale è un bellissimo canale di comunicazione e espressione anche di passioni e attitudini.

Per un brand diventa un potente strumento di storytelling che arriva diretto, vicino, dentro le persone. Ma solo se lo si usa bene.

foto credit http://www.ilarysgrillsocial.com/

Come si crea interesse intorno ad un evento offline?

Per un evento nel territorio offline l’unico modo per aumentare la diffusione è quello di coinvolgere la community locale igers. Attraverso essa e la sua fitta e forte rete l’evento sarà promosso e veicolato con passione, divertimento e in maniera virale.

Si può anche attivare un challenge pre-evento per accrescere l’interesse attorno all’evento successivo, ma anche questo va studiato bene altrimenti rischia di non funzionare.

Parliamo di contest: funzionano in Instagram? Come un brand può utilizzarli al meglio?

Il termine corretto è challenge fotografico. Contest è un termine inglese che implica dinamiche burocratiche legate al concorso a premi in Italia.

Il challenge è un’attività che può attirare attenzione su un evento, un prodotto o un’azienda in maniera virale. Per far sì che funzioni, occorre però studiarlo e attuarlo con la community igers e/o con degli influencer/instagramers professionisti tramite PR. Questo perché Instagram segue dinamiche differenti da Facebook o altri social.
È un social fotografico e sappiamo oggi che non possiamo pretendere qualcosa di diverso dagli utenti.

Fondamentali per la buona riuscita sono dunque: tag, semplicità, immagine e idea creativa.

Best practices per il turismo: ci sono diversi esempio nel tuo libro. Ce ne racconti qualcuno?

Il turismo e Instagram viaggiano di pari passo. Abbiamo bellissimi esempi internazionali e diversi italiani.
Sono molto orgogliosa di aver partecipato come unica italiana alla prima edizione di Catalunya Experience nel 2012, il primo format al mondo che ha previsto gli instagramers e la community igers come unico veicolo di promozione del territorio attraverso Instagram.
È un progetto a cui sono legata affettivamente e che ha dato il via ad una serie di progetti in europa, negli States e anche in Italia.

È stato lungimirante e molto stimolante per me poter capire già nel 2012 come poter fare promozione in maniera innovativa. In Italia siamo arrivati un pochino dopo, ma per fortuna io già nel 2014 potevo organizzare il primo tour social nelle Marche con dinamiche “vicine” a quelle spagnole.

Le modalità sono quelle del “vecchio” press tour con una forte componente social e il ruolo centrale e principale di Instagram che attraverso alcuni importante esponenti internazionali veicola un territorio e lo promuove a milioni di persone nel mondo.
La stessa Catalunya riporta dati come 10 milioni di persone che sono venute a contatto con questo tipo di promozione negli anni e attraverso il tag ufficiale #catalunyaexperience.

Foto di mery_tweety (tramonto in Catalunya) #CatalunyaExperience

Grazie Ilaria per i preziosi suggerimenti! Ricordiamo che è possibile seguire le evoluzioni di Instagram Marketing sui canali dedicati: Pagina FBBlog, Gruppo discussione LinkedIn.
Il mondo dei social è in sempre evoluzione e occorre aggiornarsi continuamente. Cari amici Ninja mettete subito in pratica i consigli ricevuti su Instagram e fateci sapere se riuscirete a diventare Igers provetti.