Copywriting per startup: 5 consigli fai da te

La comunicazione è la principale strategia di sopravvivenza per la tua startup, per questo è necessario migliorare il tuo copywriting

Rocco Iannalfo

Web Marketing & Social Media Manager, Blogger

Strutturare una valida strategia di copywriting per startup è senza dubbio un’esigenza vitale se vuoi sopravvivere ed affermarti sul mercato con la tua idea.

La comunicazione nel business è tutto, non puoi farne a meno. L’offerta di beni e servizi è talmente variegata che non è possibile stare in silenzio nella speranza di essere scelti dai consumatori.

Se l’offerta di messaggi persuasivi cresce continuamente, le nostre menti hanno imparato a reagire: nei secoli il cervello umano si è abituato a valutare gli stimoli attentivi per selezionare quelli importanti per la nostra sopravvivenza, selezionando le informazioni dell’ambiente circostante più utili alle nostre esigenze e ignorando le altre.

LEGGI ANCHE: Ecco perché devi assumere un copywriter

Questa capacità di ignorare gli stimoli superflui è utile oggi per sopravvivere alla sovraesposizione ai messaggi promozionali di vario genere.

Se vuoi parlare al tuo pubblico, hai bisogno di diversificare la tua comunicazione per distinguerti dagli altri e superare le barriere attentive di chi ascolta e puoi farlo solo in due modi:

  • Leggere questi 5 consigli di copywriting per startup!

Copywriting per startup

Brian Casel ci offre qualche dritta per migliorare il copywriting per startup, per migliorare il tuo stile e per iniziare a raggiungere un pubblico che diventa a mano a mano più vasto.

1. Parla ad una persona

Sì, stai scrivendo ad un vasto pubblico ma il tuo copy sarà più efficace se ti rivolgerai ad una sola persona: ti aiuterà a costruire una relazione più profonda tra te e il tuo lettore.

Devi identificare il tuo target di riferimento e parlare alla persona a cui ti rivolgi utilizzando il suo linguaggio per farti comprendere meglio. Immagina di parlare con un caro amico, non aver fretta di vendere, crea un dialogo che porti ad una relazione duratura.

2. Focalizzati sui vantaggi, non sulle caratteristiche

Se il tuo prodotto ha molte caratteristiche tecniche che non vedi l’ora di illustrare ai tuoi potenziali acquirenti, fermati! Per arrivare alla conversione non sarà necessario snocciolare le peculiarità di ciò che offri, bisogna che tu faccia percepire a chi riceve il tuo messaggio quali saranno i vantaggi del suo acquisto.

All’acquirente la scheda tecnica interessa ben poco: è in cerca di un acquisto che lo soddisfi e sul piano psicologico influiranno maggiormente i benefici che ne trarrà dal punto di vista pratico. Pensa a quando hai acquistato il tuo smartphone: l’hai comprato per le sue mille funzioni che non userai mai o per il suo design e la sua possibilità di essere personalizzato?

3. Riduci gli attriti

Alcune richieste, di per sé, sono sgradevoli: chiedendo, ad esempio, del denaro o semplicemente un contatto email vai incontro ad una riluttanza fisiologica. Trova le giuste parole per rendere meno brusca la richiesta che stai facendo. Se riesci a rassicurare chi ti ascolta questi sarà più propenso a ricompensare il tuo impegno.

Un buon venditore sa che prima di rivelarti il prezzo dovrà metterti a tuo agio, farti desiderare l’oggetto ed eliminare le resistenze psicologiche all’acquisto. Ti hanno mai venduto un’automobile senza prima averti offerto un giro a bordo?

4. Copywriting per startup: cattura l’attenzione

Quando il target individuato si imbatterà nel tuo messaggio è fondamentale che questo attiri la sua attenzione. Altrimenti sarai l’ennesima interruzione nel suo percorso di ricerca e il tempo di permanenza sulla tua pagina sarà minimo.

Nell’odierna comunicazione, soprattutto quella sul web, i messaggi hanno tutti lo stesso stile per sottostare alle logiche della persuasione e ai limiti imposti dal mezzo. Bisogna porsi al di fuori degli schemi e ideare una strategia che ci consenta di differenziarci dal rumore di fondo della comunicazione tradizionale.

E non serve urlare, basta un po’ di creatività!

Copywriting per la tua startup: 5 consigli fai da te

5. Incuriosisci chi ti ascolta

La chiave del successo è riuscire ad incuriosire il tuo pubblico. Solo la curiosità spingerà chi legge verso il secondo paragrafo del tuo testo e, passo dopo passo, verso l’acquisto. Se riuscirai a tenere alta l’attenzione sul messaggio fino alla call to action hai buone possibilità di sopravvivere: un brand deve essere in grado di porsi come una persona di fiducia, un amico. E chi vorrebbe fare amicizia con una persona noiosa, che non è in grado di stupirci e strapparci un sorriso?

In ogni caso, il consiglio più accorato che posso darti è di destinare quanto prima possibile un budget per un copy professionista: se il successo del tuo business dipende in buona parte dalla tua capacità di comunicare è giusto rivolgersi ad un esperto.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?