CEO per un mese, con Adecco il sogno si avvera

Stress test, selezioni e un app per partecipare. Il mercato è cambiato e anche quello del lavoro lo segue a ruota: una imperdibile occasione per soddisfare le tue ambizioni più smodate

Fabio Casciabanca

Editor Business Ninja Marketing

CEO per un mese, guida 32.000 dipendenti di Adecco Group

CEO per un mese, non è un bel sogno? No, è una bella, possibile realtà!

A molti sembra un sogno riuscire a trovare un lavoro adeguato, senza ambire necessariamente a posizioni manageriali e di così alto prestigio come la conduzione di una grande azienda.

Per questo Adecco ha concretamente messo in moto diverse iniziative per spingere i giovani ad investire nella propria employability, costruendo una offerta formativa strutturata per il 2015, inserita nel progetto #diamolavoroalleambizioni: migliaia di ore di formazione presso gli istituti scolastici superiori e tanti incontri nelle università della penisola per offrire agli studenti indicazioni concrete e pratiche per approcciarsi correttamente al mondo del lavoro.

CEO per un mese, il lavoro dei sogni

Se il lavoro dei sogni può sembrare un miraggio legato al sogno americano, l’opportunità che offre Adecco ci si avvicina e pure di tanto: CEO per un mese di una delle oltre 30 sedi Adecco nel mondo che hanno aderito all’iniziativa.

Perché? Semplice, lo ripetiamo spesso: l’apprendimento sul campo e la formazione in azienda basata sulle dinamiche che quotidianamente si sviluppano sul posto di lavoro, sono i modi più validi ed efficaci per individuare, promuovere e far crescere il talento, incanalandolo correttamente.

Federico Vione, CEO di Adecco Italia e supervisore di CEO per un mese in Italia

Imperdibile, dunque, l’occasione. Anche l’Italia sarà palcoscenico di CEOper un mese, questa specie di reality del lavoro: sarà possibile affiancare il team dirigenziale day by day, sotto la diretta supervisione del CEO italiano Federico Vione che, proprio su Ninja Marketing, ci ha parlato del corposo investimento di Adecco Italia per 10 milioni di euro in formazione, nel 2014, con il fine di colmare il gap tra competenze e le ricerche specifiche delle aziende.

A questo proposito ha detto: “È certamente peculiare che in un paese con un tasso di disoccupazione così elevato (siamo intorno al 12,6% secondo i dati disponibili), sia ancora presente il fenomeno della difficoltà di reperire sul mercato delle professionalità specializzate. Credo che questo sia comunque un fenomeno diffuso a livello europeo, dato che se guardiamo i dati a livello comunitario, esistono circa tre milioni di opportunità di lavoro che non trovano una risposta.

“[…] In particolare, sono oggi richiesti gli esperti in nano tecnologie, i programmatori in grado di integrare applicazioni per tecnologia mobile con i vari business tool, perché le aziende ricercano strumenti che le aiutino nella gestione del cliente e nella comprensione del mercato, gli architetti del software, gli sviluppatori e gli esperti del mobile, che è ancora un mercato in esplosione. È in crescita anche un’altra categoria di professionalità, legata agli ambiti dell’efficienza energetica e della responsabilità sociale dell’azienda, quindi quei lavoratori che si occupano di come riuscire a ottimizzare il dispendio energetico dell’azienda, rendendola maggiormente sostenibile. Il comparto del luxury e del fashion, sta ancora crescendo in maniera forte.

CEO per un mese, scarica l’app per partecipare

CEO per un mese, come provarci entro il 1 maggio 2015

Abbiamo parlato dell’opportunità unica di CEO per un mese. Bene, è probabilmente unica anche la modalità di iscrizione e partecipazione. Unica ma molto semplice: è sufficiente scaricare l’applicazione gratuita CEO for one month, disponibile per i sistemi operativi iOS e Android, inserire le informazioni necessarie relative al proprio percorso formativo ed alle esperienze pregresse maturate per inviare la propria candidatura.

Utilizzare una app per candidarsi ad una selezione è complicato? Direi proprio di no, ormai la selezione si fa sul web. Proprio Federico Vione, CEO italiano di Adecco, diceva nello scorso luglio: “In base alle ultime indagini che Adecco ha fatto su social recruiting e social reputation, il 70% delle aziende verifica le varie informazioni che circolano sulla persona tramite google. Quindi lo stimolo più forte che diamo è gestire la propria digital reputation, sicuramente.

CEO per un mese, come funziona

L’application prevede un percorso in tre step, durante i quali verrà chiesto ai candidati di portare a termine alcune attività. Non mancheranno stress test in cui i partecipanti si misureranno non solo sulle competenze ma anche su doti più personali come lucidità, freddezza e reattività.

Nulla di diverso dalle prove a cui ci hanno abituato gli ultimi format televisivi.  Conclusa la candidatura a seguito di una dettagliata analisi dei profili dei candidati, Adecco Italia proclamerà ufficialmente il CEO per un mese italiano il 24 giugno 2015. Dal mese successivo inizierà a svolgere il suo lavoro presso la sede di Adecco Italia.

CEO per un mese, cosa serve per partecipare

Tanta grinta, uno smartphone per candidarsi, orientamento al cliente, motivazione ma anche buon senso, visione globale ed empatia. Essere un CEO non è solo impartire ordini, è un universo di responsabilità e occasioni, da capire e assimilare. Per diventare CEO dei CEO: tra i 30 vincitori a livello nazionale, i 10 top candidati saranno sottoposti ad un intensivo bootcamp durante il quale affronteranno test individuali e di gruppo, per concorrere alla selezione del Ceo per un mese a livello mondiale.

CEO per un mese, una opportunità da non perdere

Se le tue ambizioni sono alte, potrai affiancare Patrick De Maeseneire, CEO di Adecco Group, guidando 32.000 dipendenti e condividendone, oltre all’intensa attività lavorativa, obiettivi, ambizioni e, naturalmente, un sostanzioso stipendio. Qui tutte le info.