5 campagne di digital marketing che dovresti conoscere

Ecco 5 campagne di successo che ci fanno da esempio sul mix dei canali digitali

In ogni campagna di marketing di successo è necessario integrare perfettamente tutti i canali online ed offline per combinare la strategia di successo migliore per il tuo target. Ormai il 90% delle nostre interazioni avviene tramite pc, tablet, smartphone e televisione (connessa alla Rete). Solo per il restante 10% ci affidiamo alla carta stampata e alla radio.

Comunicare in digitale, quindi, rappresenta un vantaggio competitivo al quale un professionista del marketing non dovrebbe mai rinunciare. Soprattutto sulle campagne digital, ogni brand ha il suo canale specifico. Ecco quindi cinque campagne di digital marketing di successo da cui prendere spunto.

1. Canon e il trailer della tua vita

Conquistare quella fascia di utenti così avvezza all’utilizzo di strumenti digitali da condividere ogni momento della propria vita, una fetta di mercato tra gli under 18 e gli under 35, che consideriamo nativi digitali o primi adottanti.

Per Canon sono quelli che di fatto muovono il mercato milionario degli smartphone ai quali si cerca di instillare il piacere verso la fotografia e l’editing video di qualità fatto con strumenti ad hoc e non attraverso i prodotti di telefonia.

È per questo che lancia The Trailer, un progetto in cui si mette alla ricerca di talenti in campo video, chiedendo a tutti produrre e pubblicare un trailer che racconti un momento significativo della propria vita. L’autore del trailer vincente vedrà il suo lavoro trasformarsi in un cortometraggio che sarà interpretato dall’attore Josh Htucherson, il Peeta degli Hunger Games.

2. Michael Kors e Snapchat per la New York Fashion Week

Michael Kors ha collaborato con Snapchat per la New York Fashion Week, dando agli appassionati più giovani la possibilità di accedere ai dietro le quinte dei momenti più importanti delle sfilate. Il luxury brand ha offerto contenuti esclusivi, tra cui scatti dei progettisti e inediti in prima fila in tipico stile Snapchat. I contenuti Michael Kors sono stati disponibili sulla piattaforma solo per 24 ore.

Può suonare strano che un luxury brand di tale livello, scelga di utilizzare Snapchat come piattaforma di comunicazione che invece è popolata da un pubblico piuttosto giovanile. Ma, come dice Bloomberg, ormai il questo social è il regno di fashion addicted ed influencer, dunque non si parla più al pubblico, ma si parla alle persone con le quali il pubblico parlerà.

Lisa Pomerantz, senior vice-president del marketing di Michael Kors, ha dichiarato:

“Cerchiamo sempre di raccontare la storia del nostro brand sulle piattaforme che i nostri utenti usano ed amano. Snapchat ha fornito un’occasione unica per fare un ulteriore passo avanti nella nostra strategia ‘All Access Kors’ che ci permette di condividere i dietro le quinte delle nostre sfilate con i fan di tutto il mondo.”

3. Topshop analizza i trend di Twitter e permette di acquistare in tempo reale.

L’intento di Topshop è quello di rafforzare la propria innovazione digitale, perciò alla London Fashion Week, ha dato ai propri clienti la possibilità di acquistare le tendenze principali della manifestazione, sulla base di tweet, in tempo reale.

In sostanza, i clienti che hanno twittato @Topshop con uno specifico hashtag che rifletteva i trend del momento, hanno ricevuto una specifica linea di abbigliamento personalizzata sulla tendenza, acquistabile in quel momento stesso.

Philip Green, responsabile di Topshop, ha dichiarato:

“Sia nel permettere alle persone di dare un’occhiata dietro le quinte, che nel permettergli di acquistare i capi in tempo reale, il nostro scopo è quello di fornire un’esperienza d’acquisto unica ed inclusiva”

4. Heineken domina i social media con #ChampionTheMatch

Già lo scorso anno, Heineken durante la Champions League lanciò #ShareTheSofa, un’iniziativa su twitter dove chiedeva agli utenti di condividere i propri rituali prima dell’inizio della partita. La campagna ebbe grande successo e riuscì a coinvolgere molto più pubblico di quello aspettato, diventando virale.

A questa campagna ha fatto seguito la piattaforma online ChampionTheMatch dove incoraggia gli appassionati di calcio a condividere commenti a caldo e pareri live sulle partite in corso. Ogni tanto ha inserito a sorpresa commenti dai giocatori in campo o celebrità esclusive.

Nello spot, un marinaio e i suoi colleghi tentano di mettere su una parabola di fortuna in modo che possano ottenere il segnale TV per guardare la partita in mare.

5. Dove incoraggia le donne con #SpeakBeautiful

Come parte della campagna #SpeakBeautiful, Dove lancia un’iniziativa su Twitter che ha come scopo incoraggiare le donne a condividere su Twitter e altri social network commenti positivi. Si parte da un’indagine che Dove ha condotto sui social network, dove è emerso che 8 donne su 10 si imbattono in commenti negativi circa l’aspetto fisico di altre donne.

Per questo, per la notte degli Oscar ha usato una tecnologia che permette di individuare conversazioni e commenti negativi su aspetto fisico e personalità. E per ogni tweet negativo dall’account @Dove è partito un reply con cui sono stati inviati messaggi per incoraggiare tutti a tenere un linguaggio più civile sul web.