Durex scopre la rivoluzionaria tecnologia mobile per l'intimità [VIDEO]

La pubblicità efficace è quella che sa parlare ai bisogni più umani delle persone

durex

Quando si guarda una pubblicità sono due le cose che attraggono l’attenzione dello spettatore: il prodotto/servizio di cui si sta parlando, e il modo in cui lo si fa. Esistono certamente prodotti più semplici di altri per chi ha il compito di promuoverli, ma un conto è fare bene una cosa, e un altro è farlo anche in maniera simpatica e brillante. E Durex, lo sappiamo, in questo continua a fare scuola.

L’ultima campagna ne è un esempio, oltremodo significativo anche perché il prodotto di fatto non vi appare. #Connect è uno spot istituzionale mascherato da spot promozionale per una nuova tecnologia che promette di migliorare l’intimità di coppia.

LEGGI ANCHE: Dipendenza da social network: la soluzione di Coca Cola [VIDEO]

I creatori della campagna hanno scelto la struttura dell’intervista/documentario per creare fin da subito un efficace effetto di aderenza alla realtà e contestualizzare il tema trattato: le difficoltà che l’uso smodato della tecnologia può creare nei legami affettivi e nella comunicazione sentimentale.

Le coppie protagoniste sono scelte accuratamente affinché il pubblico vi si possa riconoscere: coppie di differente età, razza, lingua e cultura, coppie eterosessuali ed omosessuali. Coppie accomunate da uno dei problemi più discussi dei giorni nostri: il bisogno di essere sempre connessi.

Durex propone quindi la sua soluzione a questo grande problema moderno, una tecnologia innovativa che promette di riportare l’armonia e la passione in camera da letto. Avete qualche idea di quale sia? Guardate il video per scoprirlo 😉

Credits:

Advertising Agency: Havas WW London
Agency Creative Director: Mark Fairbanks
Copywriter: Andy Mcananey
Art Director: Christian Sewell
Planning Director: Yelena Gaufman
Planner: Gemma Hamilton
Business Director: Julian Ashley
Account Director: Ainhoa Wadsworth
Agency Producer: Katie Wood
Media Company: Aegis
Production Company: Clearstory
Director: Russell Barnes and Molly Milton
Editor: Richard Trier & Steve Blackwell
Post prod Producer: Colin Oaten
Post-production: The Mill
Audio post-production: Dave Robinson & Tom Lane, Angell Sound Studios