Instagram e lo storytelling sponsorizzato: arrivano i Carousel Ads

Il nuovo formato pubblicitario consente di inserire più immagini, permettendo di raccontare storie e creare vetrine

Rocco Iannalfo

Web Marketing & Social Media Manager, Blogger

Instagram e lo storytelling sponsorizzato: arrivano i Carousel Ads

Le costanti preoccupazioni delle aziende proprietarie dei social network sono due: migliorare l’esperienza dell’utente online ed ottimizzare gli strumenti per gli inserzionisti. Entrambe le attività garantiscono la soddisfazione degli iscritti e dei pubblicitari e portano all’incremento degli introiti finanziari.

Vi abbiamo già parlato delle novità dei servizi di Zuckerberg: la recente introduzione da parte di Facebook Ads del Conversion Lift e dei Product Ads e lo sbarco di Whatsapp sul web. Solo Instagram non aveva annunciato novità di rilievo, ma ora ha rimediato lanciando un nuovo formato pubblicitario: i Carousel Ads.

L’evoluzione dell’advertising su Instagram

Instagram è un network basato su immagini e video. La sua timeline è un flusso di contenuti visivi ed inserirvi un contenuto pubblicitario è complesso, in quanto il messaggio deve ben integrarsi nel flusso di notizie.

Il lancio dei primi ads su Instagram risalgono alla fine del 2013. Successivamente è stata introdotta la possibilità di inserire dei video pubblicitari.

Ma con l’evoluzione del social commerce l’inserimento di formati più efficaci e coinvolgenti per le inserzioni è inevitabile e tutte le piattaforme stanno studiando il modo migliore per arrivare alla vendita diretta via social.

Le caratteristiche dei Carousel Ads

I nuovi Carousel Ads introducono due importantissime novità nell’Instagram Marketing.

La prima è la possibilità di caricare più immagini nella stessa inserzione, visibili facendo scorrere la schremata lateralmente come si fa usualmente per le fotogallery.

La nuova funzione consente di creare delle vere e proprie vetrine online. Ciò tra l’altro può consentire nuove strategie pubblicitarie: provate ad immaginare la possibile evoluzione sponsorizzata del sito realizzato da Ikea su Instagram o del menu social per i ristoranti.

Poter inserire più foto mette inoltre a disposizione un nuovo strumento di storytelling alle aziende che vogliono raccontarsi ai potenziali clienti. A differenza di un video, che ha una struttura narrativa complessa e non sempre riesce ad incuriosirci con pochi fotogrammi, un numero ridotto di immagini accattivanti può narrare con efficacia una storia.

La seconda fondamentale novità è la possibilità di inserire un link che rimandi all’esterno del social. Finora infatti non era consentito inserire una call to action che permettesse di approdare su una landing page esterna: calcolatrice alla mano sarà più facile calcolare il ROI degli investimenti pubblicitari, potendo con qualche accorgimento calcolare il contributo di Instagram sul totale delle conversioni.

In attesa di poter smanettare con questa nuova modalità, che apparirà gradualmente sulle vostre timeline, ecco un video di come appare il nuovo formato Carousel Ads:



VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?