Best Program: 6 mesi in Silicon Valley per cambiare l'Italia

Dal 2007 ben trentasette startup create e trenta milioni investiti

Federico Gambina

Web Editor & Social Media Specialist

Con lo slogan “Change your life. Change Italy” il Best program mira a stimolare la concorrenza economica e la cultura imprenditoriale high-tech in Italia, trasferendo le migliori pratiche culturali e di business statunitensi tramite un programma di scambio innovativo con la Silicon Valley. Lanciato nel 2007, è oggi un programma pronto per essere lanciato su scala nazionale per contribuire al cambiamento dell’Italia.

Il Best program (Business Exchange and Student Training) è promosso da Invitalia, agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, e dal BEST Steering Committee, entità composta da soggetti che condividendo le finalità istituzionali degli scambi culturali fra l’Italia e gli Stati Uniti, che intendono favorire la crescita dell’imprenditorialità italiana e dell’innovazione tecnologica mediante partnership con aziende e università americane.

LEGGI ANCHE: Wind Startup Award, i vincitori volano in Silicon Valley

Il programma BEST prevede l’assegnazione di minimo 4 borse di studio per la partecipazione ad un programma della durata complessiva di sei mesi, creato ad hoc per promuovere l’imprenditorialità giovanile in Italia.
I borsisti durante i primi tre mesi potranno frequentare corsi intensivi in “Entrepreneurship e Management” (Imprenditorialità e Management applicati al settore scientifico e tecnologico) presso la Santa Clara University in California, e nei tre mesi successivi effettueranno un internship presso una delle società americane operanti nella Silicon Valley.

A chi è rivolto

Il bando è rivolto a tutti i cittadini italiani in possesso di Laurea triennale, Laurea Magistrale, Dottorato di ricerca oppure studenti di Dottorato di Ricerca.

Viene data priorità ai candidati in possesso di titoli in discipline scientifiche e tecnologiche quali: Biotecnologie, Nanotecnologie, Scienze biomediche, Tecnologia delle comunicazioni, Ingegneria aereospaziale e dei nuovi materiali, Design industriale, Tecnologie per la protezione ambientale e la produzione energetica, Art and Fashion, Entertainment.

Il video dal titolo “Change your life. Change Italy”, realizzato dall’agenzia Jay Walter Thompson punta a sottolineare come grazie al programma Best, i sogni degli italiani possano effettivamente avverarsi.

Il processo di selezione

Il processo di selezione prevede due fasi distinte: un primo esame dei titoli e dei progetti imprenditoriali dei candidati da parte del Comitato di Selezione – tra i quali anche un rappresentante dell’università di Santa Clara – e la formulazione dell’elenco dei candidati da convocare all’intervista; per tale fase di selezione il Comitato ha a disposizione un punteggio massimo pari a 50 punti e formula una graduatoria in relazione ai punteggi assegnati ai candidati; accede alla seconda fase chi ottiene un punteggio minimo pari a 30 punti.

Nella seconda fase sarà prevista un’intervista ai candidati preselezionati e l’elaborazione di una graduatoria finale; per tale fase di selezione il Comitato ha a disposizione un punteggio massimo pari a 50 punti e formula una graduatoria finale in relazione ai punteggi assegnati ai candidati; è finanziabile la domanda di chi ottiene un punteggio superiore o uguale a 30 punti.

Le startup create grazie al Best program

Grazie al Best program sono state create ben trentasette startup in Italia, grazie alla partecipazione di sessantré giovani (di cui dodici sono arrivati alla Silicon Valley nel settembre 2014).

Sono circa trenta i milioni investiti per le startup già create, le quali hanno fatturato una somma che si aggira sui dieci milioni di euro. Altra nota positiva di questo flusso di investimenti sono stati i posti di lavoro creati nelle startup, con 320 nuovi assunti.

L’immagine seguente illustra la distribuzione dei sessantré vincitori nelle sedici regioni italiane:

I dati sembrerebbero fornire delle buone possibilità; noi italiani ne abbiamo un gran bisogno soprattutto per tutti i giovani cervelli e le relative startup che sempre più spesso sentono nella cittadinanza italiana una minaccia, frenati dalla mancanza di fiducia e di investitori.

Per maggiori informazioni visitate il sito del bando Best program per inviare la propria candidatura.