Startup + Wellness & Fitness? 80.000 buoni motivi per provarci

Le eccellenze di Technogym e H-Farm al servizio degli startupper con il Wellness Accellerator Program

Marco Fongaro

Web Marketing Assistant

Startup + Wellness e Fitness? 80.000 buoni motivi per provarci

Wellness Acceleration Program

Startup sana in corpore Tech” direbbe un moderno Giovenale, non tanto per invitare alla preghiera, quanto per a stimolare la creatività dei giovani imprenditori verso il settore wellness e fitness.

A dare spazio a cotanta ambizione ci pensano Technogym, leader mondiale dell’industria del benessere e H-Farm, venture accelerator italiano riconosciuto a livello internazionale: sono loro a promuovere Wellness Accellerator, il primo programma di accelerazione per startup dedicato al settore salute e benessere.

Il connubio tra tecnologia e benessere desta sempre più l’interesse del pubblico come degli investitori, come testimoniano i dati dell’Osservatorio Wearable Italia e il Consumer Electonic Show di Las Vegas, durante il quale proprio Technogym è stato il portabandiera dell’eccellenza tecnologica italiana.

I volti dell’eccellenza

Un’esperienza di 25 anni, 14 filiali sparse in mezzo mondo, 2.200 dipendenti e 65.000 centri benessere sono cifre che fanno girare la testa, e se vi dovesse venire il torcicollo, sapete già a chi rivolgervi.

La mission di Technogym è “aiutare le persone a stare meglio” e con il Wellness Program questo effetto salutare si estenderà anche al mondo del business, proponendo un solido percorso di sviluppo ai team che saranno selezionati per partecipare all’iniziativa.

Il programma di accellerazione è contemporaneamente effetto e conferma che “il wellness si sta delineando a livello globale come uno dei mega trend del futuro“, come sostiene Nerio Alessandri, presidente e fondatore di Technogym.

Il suo pensiero è un connubio di benessere e innovazione, e se volete toccare con mano (virtuale e non) i risultati fate un salto al Technogym Village la sua realizzazione più pura: università e ricerca, centro benessere e ristorante, fabbrica e giardino, questo è quello che contiene il cuore della Wellness Valley romagnola, il primo distretto al mondo basato sulle eccellenze nel benessere e nella qualità della vita.

Per questo, continua il fondatore, “siamo orgogliosi di contribuire all’implementazione di idee innovative che permettano a giovani creativi e talentuosi di realizzare propri sogni e di dare un contributo alla diffusione del wellness come opportunità per la salute delle persone”.

A spingere sull’accelleratore dell’innovazione interviene anche Riccardo Donadon, fondatore di H-Farm: “Questo è il percorso che le aziende italiane devono intraprendere per portare idee fresche ed innovazione digitale al loro interno. Nerio e Technogym si confermano un’eccellenza internazionale e per noi è un onore collaborare con loro che, come noi, credono nei giovani e nelle enormi potenzialità della rete. Faremo di tutto per trovare team super competenti e selezionare ed accelerare qui con noi idee innovative, da poter portare tra qualche mese da loro a misurarsi con il mercato”.

“Palestra” e “fattoria” si trovano d’accordo nell’investire sui giovani e credere nell’innovazione, confermando che il settore wellness e digital sono degli ottimi candidati ad essere i portabandiera della ripresa italiana.

Cos’altro hanno in comune queste due eccellenze del Belpaese? Beh, apparentemente la predilezione per i “village” in mezzo al verde.

I dati, le date

In chiusura, parliamo di numeri. Il Wellness Acceleration Program è definito “all inclusive“, perché ogni team partecipante potrà beneficiare di:

  • 10.000 € in contanti
  • 15.000 € di vitto e alloggio
  • 55.000 € di servizi

Startup + Wellness & Fitness? 80.000 buoni motivi per provarci

La proposta di accellerazione è rivolto ad una selezione di 5 startup europee, che svilupperanno progetti incentrati su Wearable Devices, Platforms&Tools, Big Data&Analytics.

Le iscrizioni sono aperte e chiudono il 28 febbraio. Il programma inizia il 23 marzo e si svilupperà nell’arco di 4 mesi.
In bocca al lupo, startupper!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?