Samsung, basta una penna per essere creativi [VIDEO]

Bando alle "religion war", via libera alla creatività nell'ultimo spot di Samsung France

samsung smartphone

Era da un po’ oramai che aspettavamo uno spot, fatto così, di uno smartphone. Un video creativo, magnetico, divertente, in cui il prodotto e le sue funzionalità tornano ad essere al centro del discorso e non oggetti subordinati alle narrazione delle religion wars sfruttate dai brand (la campagna “The Next Big Thing” insegna). Il nuovo video di SamsungOne pen, infinite possibilities” ci piace perché presenta il nuovo Galaxy Note S-Pen attraverso l’utilizzo di tecniche coinvolgenti come la finger manipulation mista a stop motion.

Creato per mettere in risalto l’utilità della penna incorporata nel dispositivo, il video dispiega una dopo l’altra tutte le funzioni che trovano nello strumento un valido aiuto, accrescendo nelle intenzioni dei progettatori il valore dell’esperienza di utilizzo: dalle feature operative come il taglia e incolla, a quelle più creative come scattare fotografie ed editarle.

samsung spot

LEGGI ANCHE: Perché Samsung continua ad attaccare Apple?

samsung pubblicità

samsung galaxy note

one pen infinite possibilities

Il video di Samsung ricorda due filmati che qualche anno fa avevano positivamente attirato l’attenzione della rete: “Proteigon” di Burayan, che ad oggi conta 3 milioni di views, e “Unleash Your Fingers“, un video da 9 milioni di views prodotto proprio dalla divisione francese della multinazionale sudcoreana. Per non parlare di Honda “Hands“.

Tutti questi video creano una rappresentazione suggestiva dei bisogni di esplorare e di creare, delle persone prime e dei consumatori poi. Certamente le strategie di “attacco” (di cui ovviamente non solo Samsung si è servita per la sua comunicazione) possono rivelarsi utili per costruire un’immagine di marchio forte e in grado di opporsi ai competitor; sicuramente riescono meglio di altri spot a catturare l’attenzione di quella fetta di utenza che sceglie prodotti tecnologici in base ad impulsi emotivi e non a fattori tecnici. Ma un video come questo non è 10 volte più divertente da guardare?! 😉

Il video è stato realizzato da Vallée Duhamel. Qui potete visionare anche il making of del video.