Meet Magento Italy, la seconda imperdibile edizione [INTERVISTA]

Diego Semenzato, responsabile di Meet Magento Italy ci parla di integrazione tra sistemi online e offline e di ecommerce che diventa social

La settimana scorsa ho acquistato un libro online e sono andato a ritirarlo in libreria. Questo è ecommerce o commercio offline? Entrambi, un po’ l’uno e un po’ l’altro: la forte integrazione tra sistemi online e offline sarà uno degli argomenti di Meet Magento Italy, l’evento dedicato alla community di Magento, la popolare piattaforma dedicata al commercio elettronico.

Ho fatto qualche domanda a Diego Semenzato, responsabile di Meet Magento Italy, che ha svelato anche qualche anteprima sugli ospiti presenti.

Meet Magento Italy seconda edizione, ci racconti il format?

Meet Magento nasce nel 2009 in Germania ed è l’evento che raccoglie la community di Magento. La seconda edizione italiana si svolgerà a Milano il 5 e 6 marzo ma nel 2015 sono previsti circa 30 eventi in tutto il mondo.

L’evento è aperto a tutta la community di Magento e in generale al mondo ecommerce, indipendentemente dal fatto che un merchant utilizzi una versione enterprise o una versione free, l’evento vuole rappresentare tutta la community, a differenza di altri eventi legati invece specificamente alle versioni  pagamento.

L’idea originale di Meet Magento è infatti quella di connettere le persone tra loro.

Attraverso il call 4 paper ci sarà la possibilità di far partecipare praticamente tutti

Come lo scorso anno, chiunque ha avuto la possibilità di esporre un progetto o proporre uno speech su un argomento specifico: fino a martedì 16 dicembre è stato possibile inviare proposte attraverso il portale di Meet Magento e ritrovarle poi nel programma dell’evento.

Verrà dato spazio anche a temi riguardanti l’ecommerce in un prospetto più generale, rivolti quindi anche a chi utilizza piattaforme o sistemi diversi da Magento, rendendo il programma appetibile per tutti gli operatori del commercio elettronico.

Se Meet Magento nasce per connettere le persone tra loro, anche l’ecommerce sta diventando social?

Assolutamente sì, sono previsti anche meeting e coffee break per stimolare il networking. Ovviamente questo non è fine a se stesso: si tratta di un pubblico legato a Magento e al mondo del commercio elettronico, merchant ma anche freelance e agenzie, che hanno interesse ad allargare la propria rete di partner e di contatti, attraverso quei servizi e quelle professionalità reperibili in rete che diversamente sarebbe difficile incontrare.

Ci sarà anche un evento serale, una buona occasione per socializzare davanti ad un aperitivo e sviluppare gli argomenti emersi su Magento e sull’ecommerce, con possibilità di approfondimento in tutti i momenti.

Nel 2014 c’è stato, complice il mobile, un boom dell’ecommerce anche in Italia. Nel prossimo futuro compreremo e venderemo servizi esclusivamente online?

Possiamo parlare di presente per moltissime attività economiche italiane ed estere. In paesi come la Gran Bretagna, che può essere considerata punto di riferimento per il mercato europeo, accade che anche grandi catene inizino a ridurre i punti vendita fisici per investire maggiormente sull’online e si tratta ovviamente di investimenti considerevoli.

L’ecommerce, anche se in pochi casi è ancora visto come competitor del commercio tradizionale, in realtà contribuisce molto all’acquisto dei prodotti in-store. Una integrazione molto forte tra off e online risulta un enorme vantaggio per quelle attività che già dispongono di una rete fisica.

Guardando nell’ottica del cliente si tratta di una differenza superata: ciò che gli interessa davvero è l’esperienza di acquisto unica. Né gli importa di effettuare acquisto da mobile o da desktop: cresce il numero dei clienti che, dopo aver acquistato online, preferiscono ancora il ritiro nel negozio fisico. O, al contrario, non trovando la taglia adatta o il colore preferito in negozio, capita che il cliente paghi il prezzo in loco al negoziante, che ordina il capo online per lui.

La forte integrazione tra online e offline permette al merchant di fare cross selling, che oltre ad agevolare la nuova forma di vendita, permette di acquisire informazioni sui gusti e le abitudini di acquisto di ogni cliente, sviluppare per lui delle offerte su misura e incentivarne la fidelizzazione.

Chi si incontrerà a Meet Magento? Qualche anteprima per i lettori di Ninja Marketing?

Una delle più importanti novità sarà la presentazione di Magento 2, che verrà rilasciato probabilmente entro marzo del 2015. Ci saranno due o tre talk che tratteranno in maniera più approfondita proprio questo argomento, un rinnovamento della piattaforma atteso con grande interesse da anni.

Tra gli ospiti illustri ci sarà David Orban, docente della Singularity University che ha sede presso la NASA in California. Imprenditore, visionario, conosciuto al grande pubblico come il primo uomo ad essersi fatto impiantare un chip sottopelle per effettuare pagamenti Bitcoin. Ascolteremo le parole di questo affascinante docente nel keynote “Networked Exponentials — Achieving More In A Hyperconnected World“.

Ma gli argomenti trattati saranno tanti, dalla compilazione del business plan per realizzare un ecommerce, alle strategie per incrementare le vendite attraverso un utilizzo più evoluto delle email transazionali, che sono importanti punti di contatto con l’acquirente e che invece vengono spesso sminuite. O, ancora, come dimensionare una struttura cloud, gestire sistemi di caching per migliorare le prestazioni, ottimizzare il processo di check out per aumentare le vendite. Ci saranno più di 30 talk sviluppati su due giorni di evento, il 5 e il 6 marzo 2015.

Perché è importante partecipare a Meet Magento 2015?

Alla presentazione del tanto atteso Magento 2 sarà presente Magento stesso per illustrarne aspetti innovativi e potenzialità. Sono attesi circa 400 partecipanti, tutti addetti del settore, con un numero in crescita rispetto all’edizione dello scorso anno, che trasformano l’evento in una vera e propria occasione di networking. Gli oltre 30 talk e gli ospiti completano il quadro di un evento adatto agli operatori di Magento ma che si rivolge a tutto il mondo degli operatori ecommerce.