Le sei strategie che ti aiutano a lavorare viaggiando

Viaggio e lavoro, due realtà conciliabili e compatibili grazie a piccoli accorgimenti e strategie

Sono cambiati i tempi, i modi ma soprattutto i luoghi di lavoro. Da anni ormai è superata l’idea classica del lavoro, che vede il lavoratore chiuso nella sua stanza dietro una scrivania sommerso da scartoffie. Grazie non solo all’innovazione tecnologica ma anche alla flessibilità lavorativa, i modi e i luoghi del lavoro stanno subendo numerosi cambiamenti.

Bisogna imparare a stare al passo con i tempi e soprattutto non ci si può permettere di perdere tempo prezioso: ogni luogo e momento sembrano essere l’occasione giusta per leggere una email o controllare ancora una volta la presentazione prima della riunione. A conferma di ciò Expedia, nella sua ricerca sostiene che circa il 39% dei “viaggiatori d’affari” spende più tempo a lavorare in strada di quanto non facciano in ufficio.

Il merito è delle nuove tecnologie che offrono la possibilità di collegarsi in ogni luogo ad una connessione wifi, permettendoci di essere indipendenti e di poter attrezzare un ufficio “volante” ovunque e dovunque, senza dover per forza rimanere indietro solo perché in viaggio.

Vogliamo mostrarvi le sei strategie che vi permetteranno di rimanere sempre connessi e vi aiuteranno a lavorare ovunque voi vi troviate.

LEGGI ANCHE: I viaggi d’affari 2.0 sono il nuovo business

Organizzare e gestire gli incontri di lavoro con lo smartphone

Riuscire ad organizzare voli e riunioni non è mai semplice: Triplt è l’app la cui funzione primaria è quella di collegare i vostri account di posta elettronica sintetizzando importanti informazioni di viaggio, come email di conferma del volo, terminal aeroportuali, numero di hotel. TripIt consente di memorizzare le prenotazioni di viaggio in un unico luogo e quando ci sono dei cambiamenti TripIt identifica la variazione e ci avverte del cambiamento.

Refresh è l’app che ci aiuta ad ottimizzare il tempo permettendoci di costruire relazioni con le persone che incontreremo in un appuntamento di lavoro. Questa app, non solo ci ricorda l’appuntamento ma effettua una ricerca di informazioni sulle persone che si devono incontrare. Ricerca info sul web sui social network per fornire approfondimenti sui contatti: reciproci interessi, passioni condivise e momenti importanti. Refresh riesce così a porre le basi per migliorare le relazioni.

Evernote, l’app che organizza la tua vita, “the workspace for your life’s work”. Evernote è l’app che ci consente di raccogliere e scrivere pensieri, note ed approfondimenti sugli incontri avvenuti durante il viaggio di lavoro. L’applicazione permette anche di ritagliare articoli web e trasformare le vostre note e riflessioni in una presentazione web che è possibile condividere con i colleghi.

Camera d’albergo il nuovo “covo produttivo”

Può sorprenderci quanto una camera d’albergo possa essere considerata uno dei posti migliori per lavorare: nessun collega o rumore ad interferire, solo voi, i vostri progetti e le vostre idee. La capacità di replicare e di gestire il lavoro come si è abituati, con gli stessi ritmi, permette di lavorare con più concentrazione e centrare l’obiettivo prima di quanto ci si aspetti.

Restare in contatto

Quando si viaggia in particolare per ragioni lavorative si è costantemente alla ricerca di una connessione internet e qualsiasi sbalzo o disconnessione può minare e potenzialmente causare la perdita di dati importanti. Per non dover costantemente vivere con l’ansia di non trovare una connessione abbastanza veloce per inviare i nostri dati è possibile utilizzare un Verizon Jetpack. Questo dispositivo permette di collegare fino a 15 dispositivi wi-fi abilitati alla rete 4G LTE.

Sincronizzare tutti i dispositivi

Sincronizzare è la parola chiave. Sincronizzare tutti i dispositivi ci permette di lavorare ovunque ci si trovi, anche offline. Non bisogna per forza possedere dei dispositivi Apple per sfruttare iCloud, ma si può utilizzare anche Google Drive che permette l’accesso ai file da qualsiasi smartphone, tablet o computer anche offline. Dovunque ci si sposti i nostri file seguiranno i nostri passi. Google Drive e iCloud ci consentono di accedere ai nostri dati, file in qualsiasi momento senza interrompere il nostro lavoro.

Pericolo batteria

Vivere costantemente con l’ansia di avere la batteria al di sotto del 30%…Si tratta di un’ ansia condivisa da tutti i lavoratori preoccupati che i loro dispositivi (tablet, smartphone, computer) possano abbandonarli prima che gli incontri di lavoro siano terminati. Esistono dei dispositivi che corrono in nostro soccorso come Qbracelet. E’ un vero e proprio caricabatterie che si indossa come un bracciale e può essere collegato sia ad un iPhone che ad un dispositivo Android,fornendo una carica fino al 60%.

Il caricatore portatile a pannello solare SunVolt potrebbe fare la differenza: quando si ha bisogno di caricare il cellulare o tablet basterà collegare i dipsositivi nel pannello da 10 watt e l’energia solare farà il resto.

Lavorare viaggiando si ma giocando con il cervello

E’ vero, abbiamo sostenuto fino ad ora che il viaggio può essere molto produttivo in termini lavorativi, ma è altrettanto vero che staccare un attimo e impegnarsi in esercizi cognitivi, può aiutare la mente a rafforzare la capacità di problem solving. Un recente studio ha dimostrato come i giochi di strategia aumentano sensibilmente la capacità cognitiva, rendendola più flessibile ed elastica.

Scritto da

Annalisa Mancini

Laureata in Scienze della comunicazione pubblica, d'impresa e pubblicità, con tesi di laurea in Psicologia della formazione, "La formazione manageriale attraverso il cinema" ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Asi Tsuki .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it