Le domande che tutti si fanno sull'E-Commerce

L'ecommerce non arresta la sua crescita e genera sempre più attività: una riflessione in sette punti sintetici per migliorarle

Nel 2014 le attività di e-commerce nel mondo sono aumentate del 20% con un valore di circa 1500 miliardi di dollari.

Stando agli ultimi dati statistici questa crescita è destinata a non fermarsi nei prossimi anni, perchè appare evidente dall’esperienza che fare business online consente di migliorare i risultati economici della propria impresa, identificare meglio i propri potenziali utenti e clienti e monitorare gli obiettivi man mano che si procede con il ciclo di produzione e vendita.

Per tutti questi motivi sempre più imprese, e neonate imprese, scelgono di dedicare all’e-commerce una parte importante dei propri sforzi, cercando di capire come gestire al meglio i propri affari online . Possiamo focalizzare questi sforzi in alcuni punti sintetici per proporne alcune riflessioni e rispondere a quelle che sono domande comuni a proposito di ecommerce.

1. Come presentarsi al meglio in Rete?

Innanzitutto, trovate un bisogno e create la vostra offerta sulla base di questo.
Per esordire alla grande è consigliabile iniziare facendo un’analisi del pubblico al fine di individuare un bisogno che le persone hanno nel momento in cui vi volete “lanciare” nel mercato. Perciò datevi da fare: girate sul web, guardate i forum per capire le domande e i problemi delle persone; fate ricerca di parole chiave inerenti a cose cui le persone fanno richiesta e vedete quanti siti rispondono a queste esigenze. A questo punto controllate anche i potenziali competitor, scovatene pregi ed errori. Imparate dai loro punti di forza e utilizzate le loro criticità per fare di meglio.

2. Come si descrivono i servizi?

Fate del vostro sito l’unico porto in cui si posso risolvere i problemi, suscitate interesse con un titolo accattivante e poi descrivete in modo semplice e chiaro il problema che il sito si propone di risolvere, il bisogno che riesce a soddisfare. Cercate di parlare del prodotto e dei suoi vantaggi, aggiungete le testimonianze dei vostri clienti, infine fate un’offerta mirata e il grosso sarà fatto.

Una carta importante a vostro vantaggio saranno sempre le recensioni dei clienti e i feedback dei clienti: create gli spazi per riceverne e apritevi al confronto con la Rete, sempre. Senza trascurare che un’ottimo servizio è sempre accompagnato da un servizio clienti disponibile.

3. Come si progetta e si costruisce il sito commerciale?

Una volta creato il prodotto e individuato il relativo mercato di riferimento, siete pronti per dedicarvi al web design del sito che lo presenterà in rete. Importante è puntare sempre sulla semplicità: un sito pulito e chiaro può essere la soluzione. Bisogna catturare l’attenzione del potenziale cliente in brevissimo tempo, altrimenti si rischia di perderlo. Per fare ciò è consigliabile rendere l’esperienza d’acquisto veloce, adottare uno sfondo bianco o comunque neutro, con caratteri semplici, al fine di rendere intuitiva la navigazione.

4. Come portate i clienti sul sito?

Una volta creato il sito, ci si pone il problema di come pubblicizzarlo e come invitare i potenziali clienti a conoscerlo e visualizzarlo.
Utilizzare i motori di ricerca per pubblicizzare il vostro prodotto è la prima mossa giusta che si possa compiere.
Il sistema Pay-per-click di Google, per esempio, è il modo più semplice per ottenere il traffico verso un sito che è in fase di lancio. Questo perché gli annunci PPC sono visualizzati nelle pagine di ricerca immediatamente e consentono di testare diverse parole chiave, così come diversi tipi di titoli, prezzi e approcci di vendita.

5. Dicono che bisogna diventare esperti nel proprio settore per vendere: perchè?

Le persone usano internet per trovare informazioni. Non concentrativi solamente sul vostro servizio ma create altri bisogni. Realizzate articoli, video o qualsiasi altro contenuto che la gente troverà utile e interessante per conoscere al meglio i vostri prodotti, come erogate i vostri servizi e qual è lo stato dell’arte del settore in cui operate e cosa giustifica le vostre politiche aziendali.
Più diventare esperti e specializzati nella creazione di questi contenuti, piú riuscite a attivatevi all’interno dei forum riguardanti il vostro mercato d’interesse proponendo anche il vostro punto di vista, più si allarga la fetta di utenti interessati a conoscere la vostra realtà aziendale.
In questa maniera riuscirete a ottenere una buona cassa di risonanza per il vostro business e presto le visite che riceverete si trasformeranno in azioni di acquisto.

LEGGI ANCHE: 6 motivi per cui l’e-Commerce non può fare a meno di un blog

6. Come trasformare gli utenti in clienti?

Una volta ottenuti nuovi contatti sul sito, avrete la possibilità di inviare loro materiale informativo o promozionale in vari modi.
Sfruttate appieno quest’opportunità, per esempio non soltanto attraverso i social network, ma anche attraverso l’ e-mail marketing.
Questi sistemi alternativi di comunicazione, che ormai rivestono un ruolo importante in tutte le aziende, non solo sono più economici e più efficaci della stampa, della TV o della radio ma sono anche meglio orientati verso ogni tipo di cliente che avete.

Sviluppate poi rapporti personali con i vostri abbonati e cercare di dare riposte “cucite su misura” per il vostro cliente.

LEGGI ANCHE: Osservatorio MailUp: tutte le statistiche sull’e-mail marketing

7. Come aumentare le vendite?

Non fermatevi alla prima vendita, è dopo questo passo che viene il difficile. Bisogna mantenere e coccolare il cliente così che non solo tornerà a farvi visita, ma porterà anche con sé nuovi acquirenti.
Per voi é importante offrire prodotti che si aggiungono al loro acquisto originale, inviare coupon ed incentivare i clienti con premi fedeltà, ma anche generare un passaparola positivo che parlerà del vostro brand e lo rafforzerà nel tempo.

[Credits Immagini: fotolia.com]



VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Andrea Bono

Nasce a Roma in quartiere poco noto ai più. Per metà è calabrese, ma di mediterraneo ha preso solo la testa dura e la caparbietà. Marketing communication Specialist di ... continua

Condividi questo articolo


Segui Hoyoku su Twitter .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it