Facebook: da gennaio 2015 nuove condizioni e normative

Usando Facebook a partire dal 1° Gennaio, si accettano le condizioni, la Normativa sui dati e la Normativa sui cookie aggiornate e le inserzioni migliorate

Normativa Facebook privacy

Manca poco più di un mese al 2015, e le domande sui programmi di Capodanno e sui buoni propositi per l’anno nuovo si sprecano.
Facebook come al solito anticipa i tempi. In questi giorni si sta già preparando alle novità del 2015, in particolare aggiornando le condizioni, la Normativa sui dati e la Normativa sui cookie, e migliorando le inserzioni.

Utilizzando i nostri servizi a partire dal 1° gennaio, accetti le condizioni, la Normativa sui dati e la Normativa sui cookie aggiornate e accetti di visualizzare inserzioni migliorate sulla base di applicazioni e siti che utilizzi. Maggiori informazioni sugli aggiornamenti e sulla modalità di gestione delle inserzioni visualizzate di seguito.

Privacy

Da settembre 2014, è disponibile il Privacy Checkup. In particolare si è sviluppato un maggior controllo della privacy, un promemoria per le persone la cui privacy è impostata su “Pubblica” e strumenti di selezione del pubblico semplificati.
Grazie alle informazioni di base sulla privacy, verranno messe a disposizione guide interattive in cui sarà possibile trovare le risposte alle domande più frequenti su come controllare le informazioni su Facebook. Ad esempio, scoprire come rimuovere i tag e gli amici, come bloccare le persone e come scegliere il pubblico di ciascuno dei tuoi post.

LEGGI ANCHE: Facebook Privacy Checkup: la verifica finale di visibilità del post

Nuovi prodotti e servizi

Non sia mai che Facebook decida di modificare solo una cosa per volta. Infatti, gli aggiornamenti alle normative sono pensati appositamente per i prodotti e i servizi a cui stanno lavorando a Menlo Park.

Geolocalizzazione

La normativa in questo caso sarà particolarmente interessante per chi lavora in ambito marketing. L’obiettivo infatti è quello di sfruttare le informazioni sulla posizione, in base alle funzioni che si sceglie di utilizzare. In particolare è probabile che in futuro, se si sceglierà di condividere la propria posizione, verranno suggerite informazioni molto specifiche come i menù dei ristoranti nelle vicinanze o gli aggiornamenti degli amici in zona.
Per quanto riguarda la geolocalizzazione in funzione degli amici, è già disponibile l’opzione Amici nelle vicinanze, grazie alla quale la propria posizione viene automaticamente notificata agli amici.
Inoltre addirittura la potenza del segnale e lo stato della batteria saranno tracciate per permettere al social di capire se le applicazioni funzionano bene sul dispositivo.

E-commerce
In alcune aree è già presente il pulsante Acquista che permette alle persone di trovare e acquistare prodotti senza uscire da Facebook. L’obiettivo finale è rendere le transazioni ancora più efficaci, sarà particolarmente interessante vedere i prossimi aggiornamenti per quanto riguarda la normativa dei pagamenti online, in quanto l’uso informazioni relative a carte di credito e a dati bancari sono quelle che più avevano suscitato allarmismo e scetticismo.

Aziende di Facebook
I cambiamenti nelle normative andranno a colpire, a livello generale, anche le aziende di proprietà di Facebook (Facebook Payments, Instagram, WhatsApp, Onavo, Oculus e Atlas).
Facebook gestisce queste aziende in conformità alle condizioni d’uso e normative sulla privacy di ciascuna di esse, in particolare sarà interessante capire se anche queste cambieranno le proprie normative.

Inserzioni

L’immagine e il nome del profilo possono essere associati a un’inserzione per mostrare l’attività su Facebook.
In particolare Facebook e altre aziende usano tecnologie come i cookie, i tag pixel e la memorizzazione locale per mostrare inserzioni utili. Ad esempio, un cookie può aiutare un inserzionista a scoprire se l’inserzione del prodotto è stata vista su Facebook prima di acquistarlo dal suo sito Web.
Poiché la normativa sui cookie verrà modificata, bisognerà valutare le novità riguardanti le inserzioni.

E’ possibile comunque disattivare le inserzioni di Facebook basate sulle applicazioni e sui siti tramite la Digital Advertising Alliance (disponibile negli Stati Uniti, in Canada e nell’Unione Europea), anche da mobile.
Quando si sceglie di non vedere inserzioni, la scelta si applica automaticamente a ogni dispositivo che usi per accedere a Facebook (un’innovazione rispetto al passato).
Si sta anche rendendo disponibile lo strumento per le preferenze relative alle inserzioni in altri Paesi, a partire da Australia, Canada, Francia, Germania, Irlanda e Regno Unito. Per chi non lo sapesse le preferenze relative permettono di capire il motivo per cui viene visualizzata una particolare inserzione e di controllare il modo in cui Facebook usa le informazioni dell’utente per decidere quali inserzioni mostrare.

Concludendo, in attesa dell’anno nuovo, sappiate che i cambiamenti che deciderete di fare non saranno mai nemmeno lontanamente vicini a quelli di Facebook: stay tuned!

Scritto da

Valeria Castelli

Classe 1992, da sempre appassionata di letteratura, di comunicazione e di scrittura. Laureata in Economia e Marketing, curiosa, chiacchierona e sempre alla ricerca di qualcosa di ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Valeria Castelli .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it