8 consigli per rendere il tuo eCommerce competitivo come Amazon

Il tuo negozio virtuale non sarà mai grande come Amazon, ma con degli accorgimenti può competere con i megastore della rete

Rocco Iannalfo

Web Marketing & Social Media Manager, Blogger

8 consigli per rendere il tuo ecommerce competitivo come Amazon

Se lavori con l’eCommerce sei pienamente cosciente che non potrai mai ottenere lo stesso fatturato, gli stessi risultati e le stesse visite che ricevono i grandi megastore della rete. Amazon e gli altri big sono inavvicinabili per il tuo piccolo business, ma ciò non vuol dire che la tua attività non possa competere con loro.

LEGGI ANCHE: I 100 eCommerce più popolari in Italia

I punti di debolezza del tuo eCommerce

Ci sono alcuni aspetti del tuo business che fanno la differenza nell’impetuoso confronto con i giganti della vendita online:

  • Non potrai influenzare il costo delle spedizioni e nemmeno potrai offrire sempre la spedizione gratuita per tutti i tuoi prodotti;
  • Non potrai proporre tariffe inferiori al prezzo raccomandato dal produttore;
  • Non avrai grandi budget da destinare al marketing;
  • Non avrai un team di persone che rendano il tuo sito user friendly;
  • Non potrai usufruire di un canale distributivo dedicato.

Con i seguenti consigli potrai però differenziarti da Amazon e ottenere risultati di tutto rispetto!

1. Diventa un esperto nel tuo settore

I supermercati della rete hanno tutto, ma sono focalizzati sul massimizzare le vendite. Col tuo negozio eCommerce dovresti concentrarti su un determinato settore o su una nicchia di mercato, così da apparire agli occhi degli acquirenti come un negozio specializzato nel tuo settore di competenza. Molte persone preferiscono pagare anche un prezzo superiore per comprare da venditori di cui si fidano.

2. Crea una community

Concentrandoti su una determinata categoria merceologica potrai facilmente creare una community con cui potrai interagire con gli acquirenti e fidelizzarli.

3. Offri consulenza e supporto di persona

Ormai siamo abituati a comprare di tutto online, ma in caso di difficoltà o di acquisti importanti preferiamo avere un contatto diretto con il venditore. I negozi come Amazon non possono offrire assistenza di persona a tutti gli acquirenti, mentre con un piccolo sito di eCommerce è più facile comunicare personalmente con la propria clientela.

4. Abbi uno scopo benefico

Le ricerche mostrano che i consumatori prediligono i brand che perseguono scopi benefici. Sostenere una causa non è complicato, si può aggiungere un badge di supporto al sito o si possono raccogliere donazioni durante il check-out.

5. Offri prodotti di nicchia o esclusivi

I giganti dell’eCommerce non vendono tutto. Ci sono piccoli produttori che producono beni di ottima qualità e destinati a nicchie di mercato, oppure produttori locali che non possono avvalersi della grande distribuzione. Offrendo i loro prodotti ai tuoi clienti potrai vendere beni che non sono reperibili sui grandi portali.

6. Personalizza il tuo sito web

Se vendi beni ad un determinato target, puoi personalizzare il tuo sito per andare incontro ai loro gusti. Ad esempio potresti inserire dei video con approfondimenti, tutorial e informazioni sui prodotti che sono presenti nel tuo store. Amazon ha un target molto esteso e non può andare incontro alle preferenze di tutti i suoi acquirenti.

7. Consegna a domicilio

Se la tua attività di vendita si concentra in un’area geografica ristretta puoi offrire la consegna a domicilio: i tuoi acquirenti ordinano sul sito e tu puoi gestire di persona le consegne, garantendo rapidità, precisione e rapporto con i clienti.

8. Offri abbonamenti

Se i tuoi clienti hanno bisogno di riacquistare frequentemente i tuoi prodotti, offri loro delle sottoscrizioni. Sarà più comodo per loro ricevere i beni senza ripetere il processo dì acquisto e la fidelizzazione ti permetterà di avere un flusso di cassa costante.

Davide contro Golia: la strategia annulla il gap

Un piccolo negozio online non potrà mai battere i big dell’eCommerce, ma non avrà certo bisogno di fare lo stesso fatturato dei giganti del commercio in rete: i costi di gestione di un piccolo portale sono differenti rispetto a una multinazionale del settore. Come il biblico Davide, bisogna agire d’astuzia e di agilità per poter concorrere ad armi impari.

LEGGI ANCHE: 15 passi per progettare un sito eCommerce conversion friendly

La pianificazione strategica di una piccola compagnia si può personalizzare in maniera più efficace e si può adattare alle esigenze della propria clientela. Un business a misura d’uomo può essere molto più user friendly e portare a grandi risultati!



VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?