Play Original: gamification come strategia di engagement per Original Marines

Engagement, fidelizzazione e condivisione: quando la gamification non è solo un gioco da ragazzi

Federica Fattori

Marketing and Communication Specialist

La comunicazione come gioco: negli ultimi anni abbiamo assistito a una svolta nella dimensione ludica dei nuovi media. Alle origini di questo fenomeno c’erano i giochi a premi nei programmi televisivi, oggi abbiamo i mash-up su Youtube. Dobbiamo partire dal presupposto che il gioco manifesta un comportamento sociale di molti esseri viventi, non solo gli esseri umani, attraverso il quale è possibile mettere in campo e sperimentare strategie, modelli di vita.

Ma quali sono gli assi fondamentali della dimensione ludica? In primo luogo è necessario realizzare una narrativa che funzioni, quindi anche nella gamification è fondamentale lo storytelling. Poi per valorizzare l’engagement è necessario proporre una sfida che stimoli il giocatore: un passatempo che richieda pochi minuti per essere appreso e tutta una vita per dedicarvisi.

LEGGI ANCHE: Gamification nei social network: breve guida all’uso

Infine, la soddisfazione derivante dal momento ludico viene evidenziata da due atteggiamenti sostanziali per la gamification relativa al business: l’attrazione, e quindi la ripetizione, e la condivisione.

Gamification di Original Marines

Da alcune settimane, una delle maggiori aziende italiane di abbigliamento per bambini e ragazzi ha intrapreso questa strategia: Original Marines.

L’iniziativa prevede la creazione di una piattaforma di gamification, #PlayOriginal, che si prefigge di premiare i clienti più interattivi e affezionati al brand. Applicando elementi di gioco al proprio business l’azienda ha avviato un’operazione che non solo ha come scopo quello di stimolare l’engagement e fidelizzare i clienti ma cerca di raggiungere nuovi consumatori al di fuori del bacino di quelli usuali.

Il motto della campagna è Più vivi Original, più vinci! Il coinvolgimento, non a caso, passa sempre con l’identificazione con i valori di marca.

Il concorso a premi

È iniziato il 6 ottobre e si concluderà il 6 febbraio 2015. Il procedimento è molto semplice: dopo essersi registrati bisogna condividere il proprio stile (chic, rock, classic e green). Si possono accumulare punti attraverso azioni online e offline: delle vere e proprie missioni speciali. Il cliente, non più passivo, è incentivato a utilizzare hashtag come #PlayOriginal e #BeOriginal, oppure a postare foto sui social.

LEGGI ANCHE: The Dancing Traffic Light, il progetto Smart tra gamification e marketing sociale

“#PlayOriginal rappresenta l’anno zero del digitale per Original Marines” commenta Domenico Romano, Direttore Marketing di Original Marines “#PlayOriginal non è solo la nostra risposta alla volontà di dare valore alle interazioni tra gli utenti e l’azienda ma segna l’inizio di una rivoluzione che trasformerà Original Marines da azienda al 100% analogica ad azienda in grado di regalare sviluppo, idee ed innovazioni digitali”.

“Non si tratta semplicemente di un gioco, la gamification, attraverso l’interattività e il divertimento, permette di raggiungere importanti obiettivi d’impresa come promuovere la fidelizzazione della clientela e motivare gli acquisti” aggiunge Davide Basile, CRM & Digital Marketing Specialist di Original Marines.

E i risultati?

Dopo solo un mese sembra che l’iniziativa stia funzionando bene. Le visualizzazioni dei due video di presentazione hanno superato la quota dei 45.000 e la piattaforma ha registrato più di 6000 iscrizioni. Inoltre sembrano incrementati i livelli di visibilità e interazione anche sui social e il traffico web sul sito aziendale.

Siamo curiosi di scoprire, al termine dell’iniziativa, quanto sarà cambiato l’atteggiamento dei clienti di Original Marines nei confronti dell’azienda che, per la prima volta, ha deciso di coinvolgerli in modo così incisivo.