Come superare la fine di un amore ai tempi di Facebook

I social ci accompagnano in tutti i momenti della nostra vita. Ecco dei consigli per superare una rottura su Facebook!

I social network fanno parte della nostra vita, piaccia o meno. Tutto quello che facciamo – dalla più insignificante foto al piatto che stiamo per mangiare, fino all’album fotografico del giorno delle nostre nozze – trova spazio sulle nostre bacheche.

Non c’è nulla di male in questo. Ma tutta questa memoria, tutto questo vissuto, che fine fa quando non è più la nostra contemporaneità?

Un caso comune, per molti utenti, è rappresentato dalla fine di una relazione. Come comportarsi sui social in questi casi?

I comportamenti sono tanti quanti sono gli utenti iscritti ai social e vanno dalla cancellazione totale di tutto ciò che riguardava l’ex – un po’ come nel film Se mi lasci ti cancello (Eternal Sunshine of the Spotless Mind) di Michel Gondry – alla conservazione eterna di foto, video e post (spesso per pura e semplice pigrizia).

Senza diventare estremisti in un senso o nell’altro, ecco 8 semplici suggerimenti da sfruttare su Facebook, che possono aiutare in un momento di certo triste della vostra vita.

A differenza della fonte da cui abbiamo preso questo elenco, abbiamo cercato di mostrarvi, là dove è stato possibile, anche il rovescio della medaglia, in modo tale che possiate avere un quadro preciso della situazione.

1. Cambiare immediatamente il proprio status sentimentale

È uno dei momenti illuminanti del film di David Fincher, The Social Network: Facebook informa tutti della tua attuale situazione sentimentale (non fate i finti tonti, è qui che guardate per prima cosa quando conoscete qualcuno di nuovo!)

PRO: tenere lo status della precedente relazione potrebbe farvi perdere delle “occasioni”, o potrebbe dare di voi l’idea di essere delle persone nostalgiche, tristi e restie ai cambiamenti.

CONTRO: cambiarlo immediatamente potrebbe essere indicativo di quanto poco ve ne importasse del vostro ex, gettando un’ombra sul modo in cui vivete le relazioni. Inoltre, moltissimi non badano al proprio status che, quindi, rimane una voce non compilata e non indicativa della realtà. Per cui non buttatevi a pesce su chiunque solo tenendo presente questo elemento 😉

2. Decidere se togliere l’amicizia o bloccare l’ex

Ci separiamo offline, perché non farlo anche online?

PRO: avere costantemente sotto gli occhi le immagini di chi prima era il vostro mondo, e ora lo è di qualcun altro, potrebbe essere doloroso. Meglio costruirsi una bolla protetta dove aspettare che le ferite si cicatrizzino. Nel caso, togliere l’amicizia è più che sufficiente; il blocco invece sarebbe meglio farlo intervenire solo in casi molto seri (stalking, offese, molestie…).

CONTRO: 99 su 100, il vostro/la vostra ex fidanzato/a è anche uno/una del vostro giro di amicizie o di lavoro. Sicuri che bandirlo dalla vostra timeline possa tenervi al riparo da notizie che non volete ricevere? Meglio forse prendersi una pausa da Facebook e tornarci con spirito più sereno!

3. Decidere se togliere l’amicizia o bloccare gli amici e i parenti del vostro ex

Molto simile al punto 2, ma con una deriva molto più surreale.

PRO: riprendendo e sviluppando il punto precedente: la vostra bolla protetta si è ingigantita a tal punto da estromettere chiunque possa dire la cosa sbagliata o mostrare la persona sbagliata. Siete al sicuro (un po’ soli, ma al sicuro)!

CONTRO: ma che c’entrano il cugino Tommaso e Valentina, la collega di lavoro? Vi stavano pure simpatici e voi lo eravate a loro. Tenete sempre presente chi c’entra realmente con il vostro momento no e chi non ha colpe. Già vi è appena finita una storia d’amore, almeno non perdete gli amici incontrati lungo la strada!

4. Cancellare i post con tag e tutte le fotografie

Forse il punto più complesso, se non altro per la mole di contenuti che ogni giorno si creano.

PRO: i contenuti condivisi sono ancora tutti lì, a ricordarvi chi che non c’è più… Più che legittimo che li si voglia cancellare. Rappresentano qualcosa in cui non credete più, perché tenerli? Tenete forse appese in casa le fotografie di tutti i vostri ex? Inoltre, se qualcuno fosse interessato a voi, che impressione ne avrebbe dal vedervi scambiare effusioni con un altra persona in centinaia di fotografie?

CONTRO: Facebook & CO. vivono di presente, non voltandosi indietro quasi mai! Lasciate tutto dov’era, nessuno lo vedrà. E se il/la nuovo/a compagno/a vi tirerà le orecchie per questo, ditegli/le che per voi l’archivio di Facebook è come quel diario e quel vecchio album fotografico che tenete nella cassapanca a casa dei vostri genitori. Son ricordi piacevoli, ma appartengono al passato.

5. Chiedere l’amicizia o spiare la nuova simpatia del vostro ex

Qui non possiamo pensare a nessun motivo valido che ci permetta di mettere qualcosa alla voce PRO.

CONTRO: non si fa, è morboso e, portato alle estreme conseguenze, persino illegale. Credeteci sulla fiducia: non c’è nulla che vi piacerà nel profilo del/della nuovo/a moroso/a del vostro ex. Tanto vale non perdere tempo!

6. Scrivere post sulla vostra rottura

Come non capire chi, in un momento di abbattimento, si sfoga con post pubblici? Del resto, si scrive di qualunque cosa, ci sembrerebbe assurdo non trovare commenti su un fatto così importante.

PRO: uno sfogo, un grido di dolore, a volte può servire: uno dei vostri amici vi legge e vi propone una birra o una cena, per cambiare aria e iniziare a stare meglio.

CONTRO: alla lunga si diventa molesti. Tutti abbiamo momenti no, leggere ogni 4 ore i vostri patimenti di cuore alla lunga porterà le persone a pensare che siate persone lamentose e pesanti. Inoltre, la maggior parte delle volte, i post sono criptici – li capiscono solo le persone a voi più vicine – e provocano quella sequela di commenti inutili che ormai abbiamo imparato a conoscere (esempi: “cosa è successo?” – “c’è qualcosa che non va?” – “non capisco… cosa succede!” ecc…).

7. Passare meno tempo su Facebook

L’avevamo già detto sopra, ma lo riconfermiamo: tra le pagine di Facebook non troverete la soluzione, ma rischierete solo di essere vittime della morbosa curiosità. Qui pareggiamo il conteggio dei PRO e CONTRO, descrivendo solo i vantaggi che arriveranno dalla scelta positiva.

PRO: siete troppo affranti per mettere il muso fuori di casa? È giusto, avete ragione. State tra le vostre accoglienti quattro mura e guardatevi un film, leggete dei libri, cucinate e mangiate tutto senza freni inibitori. Potete fare tutto quello che volete. Se invece ve la sentite, uscite, fatevi delle lunghe passeggiate, andate a far compere, incontratevi con gli amici e riprendete in mano tutti gli hobby e le passioni che nell’ultimo tempo avevano trovato poco spazio. Divertitevi!

8. Siate voi stessi su Facebook

Come ultimo consiglio, un avvertimento che vale sempre, non solo in questi casi. Anche in questo caso, ci sono solo PRO!

PRO: potrebbe essere che abbiate un abbassamento della vostra autostima in questo periodo; potrebbe anche essere che pensiate sia finita perché siete fatti male. Non è difficile quindi pensare che potreste avere voglia di vendervi in modo diverso, per far vedere a tutti che vi siete ripresi in fretta e che avete addirittura migliorato i difetti del vostro carattere. Se questa è la realtà, siete sulla buona strada per un ritorno a una vita serena. Se non è la verità, non riuscirete a reggere il bluff a lungo e quando cadrete, vi farete ancora più male. Cercate di migliorarvi, ma siate voi stessi sempre e comunque!

Prima di lasciarci, tiriamoci su il morale con un “poeta contemporaneo” che ha messo in musica e parole questo delicato argomento: Manuel D’Amore con un hit del 2009, Lasciarsi su Facebook:

Ora non vi rimane che farci sapere cosa ne pensate di questi 8 punti e raccontarci come vi siete comportati in situazioni simili!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?