La Radio invade la TV: il guerrilla di RAI [BREAKING NEWS]

Per la prima volta dall'avvento della televisione, la radio per un giorno torna protagonista.

Se i vostri televisori sono sintonizzati su uno dei canali RAI, oggi potreste imbattervi in una sorpresa. Radio RAI sta, infatti, interrompendo i programmi televisivi – film, talk show, telegiornali – per mandare in onda degli storici messaggi radiofonici, dall’annuncio della morte di Kennedy alla vittoria dei Mondiali di calcio, passando per la strage di via D’Amelio.

La RAI propone questa azione di guerrilla marketing sul piccolo schermo in occasione del 90esimo compleanno della Radio. Risale, infatti, al 6 ottobre 1924 la prima trasmissione radiofonica in Italia ed è interessante che Mamma RAI abbia voluto dedicare un’iniziativa non convenzionale alla sua figlia più vecchia.

Le interruzioni della radio ci permettono di riscoprire le emozioni che qualche decennio fa potevano essere trasmesse con il suo ausilio della voce e che, ancora oggi, vengono diffuse grazie a Radio RAI. Il moderno al servizio del passato, quindi, per un ritorno alle origini unconventional.

Sarà interessante vedere le reazioni degli spettatori durante il corso della giornata e anche quello dei presentatori che si vedranno interrompere in diretta.

Ecco il video della prima interruzione della giornata, avvenuta durante il TG3 di stamattina.

E qui l’urlo “Campioni del Mondo” che interrompe RaiNews.

Sul sito della RAI è possibile visionare tutte le clip radio che stanno interrompendo i programmi televisivi.