Boyan Slat inventa il modo per ripulire gli oceani grazie al crowdfunding

Con The Ocean Cleanup si potrebbero rimuovere fino a 7.250.000 tonnellate di rifiuti di plastica senza danneggiare l'ecosistema


Diciannove anni, studente di ingegneria aerospaziale, già all’età di diciassette anni aveva escogitato un sistema per eliminare la plastica dagli oceani. Oggi la sua creatività e passione sono diventati realtà.

The Ocean Cleanup

La soluzione escogitata da Boyan Slat promette di rimuovere 7.250.000 tonnellate di spazzatura in plastica dagli oceani. Il dispositivo è costituito da una lunga rete collegata con alcune piattaforme galleggianti che permettono di convogliare la plastica verso i vari punti di raccolta. Il sistema sfrutta le correnti marine per convogliare la plastica all’interno del meccanismo.

Per sostenere la causa

Grazie al crowdfunding in poco tempo ha già raccolto oltre due milioni di dollari ma non solo, questa invenzione comporta anche un costo, per la ripulitura dei mari, 33 volte inferiore rispetto ai tradizionali strumenti di pulizia.

La raccolta fondi, dal nome The Ocean Cleanup, è accessibile a tutti va, infatti, da un contributo di 4,50€ per raccogliere fino a un chilo di plastica, a 23 euro per cinque chili, fino a 550 euro per 120 chili. Chi può donare 7.400 euro permetterebbe invece di ripulire circa 1.700 chili di plastica, in palio un biglietto per la Great Pacific Garbage Patch, nel Pacifico.

Già 22.000 persone hanno condiviso e sostenuto lo stesso sogno di Boyan: per tutti quelli interessati a dare il proprio sostegno alla nobile causa qui la possibilità di trasformarla in realtà, un realtà più pulita per tutti.