Tutto ciò che i marketer devono sapere sui nuovi device Apple

Schermo più grande, Apple Watch e tecnologia NFC cambieranno ulteriormente il modo di comunicare dei brand.

Da quando lo scorso 9 settembre Tim Cook ha presentato in diretta mondiale i nuovi Iphone 6 e 6 Plus e l’Apple Watch non abbiamo fatto altro che commentarne le caratteristiche e paragonarli agli altri smartphone e smartwatch.

Ma la cosa che più ci interessa è capire come questi nuovi device cambieranno il modo in cui brand comunicano con gli utenti. Cosa vuol dire avere uno schermo più grande o la possibilità di pagare un acquisto direttamente con il cellulare? E ancora, come cambierà il nostro modo di comunicare ora che abbiamo tutte le notifiche a portata di polso?

Lo schermo

Dopo un’iniziale riluttanza, anche Apple ha dovuto cedere agli schermi più grandi. I 4,7 e i 5,5 pollici dei nuovi iPhone, con la loro maggiore risoluzione, offriranno agli utenti una esperienza di navigazione più completa poiché permetteranno loro di leggere meglio i testi e vedere le immagini. Favoriranno ulteriormente, quindi, anche l’utilizzo dei social media, soprattutto quelli incentrati su immagini e video come Instagram e Vine.

In questo modo i marketer saranno più incentivati a scegliere il mobile advertising e ad utilizzare immagini e video per ingaggiare maggiormente gli utenti.

Apple Watch e HealthKit

iwatch

Con l’introduzione dell’Apple Watch, ma soprattutto delle app Activity e Workout, Apple offre senza dubbi interessanti slanci per il wearable. Le persone saranno in grado di monitorare la propria salute e raccogliere dati su sé stessi per migliorare le proprie vite.

Informazioni personali, come il nostro battito cardiaco, i nostri movimenti e le intenzioni, sono registrate dai dispositivi, che ora sono sempre più in grado di fare previsione accurate sulle nostre esigenze, note e sconosciute. Come possono le aziende trovare il modo di utilizzare tali informazioni al fine di fornire valore e servizio per i consumatori?

E se da un lato ci sono schermi più grandi per gli iPhone, dall’altro bisognerà creare contenuti ad hoc per i piccoli schermi degli Apple Watch. I contenuti semplici come gli aggiornamenti di stato e i tweet saranno fruibili più facilmente e quindi saranno più apprezzati rispetto ad oggi.

Un’altra caratteristica dell’Apple Watch è legata alla geolocalizzazione: ogni volta che un utente si avvicina ad un negozio può ricevere, direttamente sullo schermo dell’orologio – e non più solo sullo smartphone spesso lasciato in tasca o in borsa, una notifica su una promozione o una news.

L’esperienza dello shopping cambierà ulteriormente se l’utente potrà ricevere informazioni in maniera ancora più immediata su quali negozi hanno le migliori offerte o se un ristorante offre un 10% di sconto che scade in 15 minuti.

Apple Pay

Anche Apple ha lanciato il suo primo dispositivo dotato di tecnologia NFC – già presente su alcuni dispositivi Android -, ovvero con la possibilità di effettuare pagamenti da mobile tramite il nuovo servizio di Apple Pay, che permette al consumatore di pagare con uno swipe dello smartphone. Alcuni colossi delle vendite, come Starbucks, sono già pronti ad accettare questo tipo di pagamento.