Dalle serie tv alla comunicazione sociale: la campagna svedese ECPAT

Un esempio di comunicazione sociale che sfrutta abilmente l'endorsement.

Dalla serie tv alla comunicazione sociale: la campagna svedese ECPAT

Noomi Rapace e Joel Kinnaman sono due attori svedesi di fama internazionale, noti al grande pubblico soprattutto per la loro partecipazione a due serie tv di successo, “Millennium” e “The Killing“, entrambe ispirate a storie di violenza. L’associazione svedese ECPAT, che lotta contro l’abuso di minori, ha pensato di trasformare i due nei testimonial della campagna per la richiesta dell’inasprimento delle pene per chi si macchia di crimini contro i minori.

Le pene previste in Svezia per questi reati sono infatti molto basse, e l’associazione non governativa sta lavorando per far sì che si apra una discussione su questo tema a livello politico.

Così è nata la campagna di ECPAT #SOPIGSTRAFFSKALA e questi video fortemente empatici, girati in bianco e nero, con un solo piano sequenza; una ripresa che costringe lo spettatore a seguire ogni parola pronunciata dai due mentre raccontano al storia di due vittime di abusi (inizialmente, il racconto parte in prima persona, facendo credere a chi guarda che Rapace e Kinnaman stiano parlando di sé stessi).