I Ghostbusters sono tornati… sui social!

In occasione dei 30 anni del primo film, il mondo Ghostbusters rivive sui social online e con eventi offline

1984-2014. Quest’anno a festeggiare spegnendo 30 candeline sono tantissimi film che hanno segnato l’immaginario di un’intera generazione (come testimonia la bella galleria fotografica messa insieme da Wired).

Tra tutti i neo trentenni ci fa piacere segnalare un gruppo di scienziati sui generis che stanno preparando una festa in grande stile per il loro affezionato pubblico: i Ghostbusters – gli Acchiappafantasmi!

Il ritorno di Peter Venkman, Raymond “Ray” Stantz, Egon Spengler e Winston Zeddemore ha destato un enorme interesse da parte degli affezionati dei primi due capitoli della serie (il secondo, Ghostbusters II è del 1989), che da tempo chiedono a gran voce un terzo capitolo e che forse – l’ufficialità non c’è ancora – lo potranno vedere nel 2016 (pare infatti che le riprese possano iniziare nella primavera del 2015).

Nel frattempo, però, ci si rifà il look. Dal 24 luglio è online il nuovo sito dei 4 difensori di New York e offre tantissimo materiale interessante per tutti i fan: foto rare dal set del film, una ricca sezione acquisti con magliette, gadget, action figure, pupazzi e illustrazioni celebrative, 4 giochi scaricabili gratuitamente, la possibilità di preordinare il nuovo cofanetto Blu-ray in uscita a settembre e quella di prenotare i biglietti per il ritorno in sala del mitico primo capitolo.

Già, perché dal 29 agosto, per l’intera settimana che comprende anche la festa del Labor Day, Ghostbusters tornerà in 700 sale del territorio statunitense!

L’operazione sarà sicuramente replicata in Europa e pare che Nexo Digital porterà la pellicola nelle sale il 18 e il 19 novembre 2014 (data ancora da confermare, ma iniziate a mettervi un prememoria sullo smartphone).

Ma al giorno d’oggi non si fa promozione con la P maiuscola se non si sfruttano al meglio i canali social.

Ed ecco quindi le pagina ufficiali di Facebook e Twitter e Instagram.

Sensazionali i numeri di Facebook: oltre 2 milioni e 218 mila persone hanno regalato il proprio Like alla pagina degli acchiappafantasmi, dimostrando quanto profondo sia il legame con questo film, prodotto sapientemente realizzato con un mix di generi che spaziano dal comico, alla fantascienza, all’horror.

Scorrendo la timeline si possono trovare foto e spezzoni del film, possiamo rinfrescarci la memoria con le battute più di culto ed anche pubblicare foto delle nostre divise da Ghostbusters (e chi non ne ha una in armadio?) e di quella volta che abbiamo vestito nostro figlio da omino dei marshmallow.

Anche Twitter risponde bene con i suoi 4 mila e 81 followers che usano il social per manifestare il proprio amore al film di Ivan Reitman (come dimostra la recente infornata di foto realizzate durante l’ultimo Comi-Con a San Diego accompagnata dall’hashtag #GB30).

La bandiera tricolore è ben rappresentata sul social dell’uccellino cinguettante: Ghostbusters Italia è sempre attenta a comunicare le notizie provenienti dagli Stati Uniti, ed è anche capace di sorprendere i propri fan con trovate originali, come il flash mob organizzato lo scorso 29 maggio a Milano.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=fTvtOtKFN30#t=389′]

Vive invece di rendita il profilo Instagram, che vede pubblicate pochissime foto – quasi tutte già viste sugli altri profili – e che non sembra interessare nemmeno chi l’ha creato, considerando la mancanza del “bottone” di riferimento vicino a quello degli altri social. Dal punto di vista della produzione di contenuti, questo è decisamente un punto debole dell’operazione Ghostbuster30.

Un’operazione che però è un chiaro esempio di come si possa fare rumore anche intorno a prodotti che non sono una novità e che anzi sono conosciuti a memoria dai propri fan.

Un sito accattivante – Slimer che insegue i nostri movimenti è una trovata semplice e geniale al tempo stesso – e due profili social sempre pronti a rilanciare le novità sulla saga, fanno da traino ad un ritorno in grande stile sul grande e sul piccolo schermo e portano energie nuove a un brand di grandissimo impatto, ma che necessità comunque di una spolverata.

Una serie di sapienti click ha rimesso in moto un pubblico che, siamo certi, accorrerà in massa in sala per sentir dire ancora una volta il celebre motto “Venimmo, vedemmo e lo…”

Finitela voi…

Siamo certi che la sappiate!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?