Cinque fattori da considerare prima di accettare un'offerta di lavoro

Cambiare spesso lavoro non sempre aiuta la propria carriera. Ecco alcuni consigli su cui riflettere

 

Quando si cerca di valutare un’offerta di lavoro, sarebbe opportuno assicurarsi se realmente il gioco valga la candela.

Se lavorare in diverse realtà spesso aiuta la propria carriera, allo stesso tempo può costituire un danno. Un nuovo studio della Spherion Staffing Services ha rivelato che passare da un lavoro all’altro non sempre aiuta per un avanzamento di carriera a lungo termine.

Lavoro a lungo termine e flessibilità

Nello specifico il 63% dei lavoratori afferma che un avanzamento di carriera a lungo termine dipende dal lavorare a lungo per la stessa compagnia. In più il 61% afferma che cambiare lavoro nel giro di pochi anni potrebbe danneggiare le prospettive di una carriera a lungo termine.

Il presidente della Spherion Division, Sandy Mazur infatti afferma che prima della crisi non era inusuale che un impiegato lavorasse diversi anni per la stessa compagnia.

 

 

E aggiunge.«Tuttavia, durante la recessione, i lavoratori dimostravano lealtà alla loro compagnia con il contributo che apportavano nel loro posto di lavoro, che a sua volta, li ha aiutati a rendersi spendibili quando la sicurezza del lavoro era incerta e cominciarono i licenziamenti di massa. Ora, con la ripresa economica, i lavoratori hanno assaporato quella certa “sicurezza del posto” e non gli dispiace»

Conoscendo gli aspetti negativi che possono derivare dal cambiare lavoro, Mazur consiglia un’attenta valutazione dei pro e dei contro prima di prendere una decisione.

Cambiare lavoro: 5 fattori da considerare

« Quando i lavoratori si trovavano ad un bivio se decidere di rimanere nella loro vecchia compagnia o cambiare lavoro, è importante valutare alcuni criteri per determinare se ne valga davvero la pena » Dice Mazur al Business News Daily.

Mazur elenca questi cinque fattori da considerare prima di fare una scelta

Compenso: Il tuo nuovo ruolo e le tue nuove responsabilità saranno ben remunerate? Restando al tuo attuale lavoro può portarti a guadagnare altrettanto? I soldi non sono tutto, tuttavia è un fattore importante

Contributo all’azienda: Ti senti l’ultima ruota del carro? Il tuo lavoro fa la differenza? Se non è così pensi che cambiando lavoro le cose cambieranno? Tutti vogliono che il proprio lavoro sia apprezzato e che possa contribuire per qualcosa di più grande. A dimostrazione di ciò, le aziende hanno due modi per aumentare il coinvolgimento dei dipendenti: farli sentire apprezzati e aumentare le loro responsabilità.

Attuali/futuri colleghi: Passi molto tempo con i tuoi colleghi di lavoro, vero? Come pensi possano accoglierti i tuoi nuovi colleghi? Siccome spenderai molto più tempo con i tuoi colleghi che con la tua famiglia, considera attentamente questo aspetto.

 

 

Filosofia Aziendale: La filosofia aziendale della tua attuale compagnia è in linea con la tua personalità, modo di lavorare, valori? Se così non è, pensi che nella nuova azienda andrebbe meglio? Spenderai la maggior parte del tuo tempo a lavoro, quindi è meglio accertarsi che la nuova filosofia aziendale sia in linea con i tuoi principi.

Possibilità di crescita: Hai diverse opportunità di formazione fuori dal lavoro che possono aiutarti ad andare avanti nella tua carriera e acquisire nuove competenze? Sarà lo stesso con un nuovo lavoro? Se in futuro vorrai cambiare posizione, sia nell’attuale che nella futura azienda, pensi che il tuo capo faciliterà questo tuo desiderio? Valuta attentamente quali possibilità di crescita possono facilitare la tua carriera e se cambiando lavoro potranno aprirsi nuove strade.

 

 

Lo studio di Spherion si basa su un questionario rivolto a 230 manager nelle risorse umane statunitensi e 2000 dipendenti statunitensi.

Articolo tratto da Wait! 5 Things to Consider Before Accepting a Job di Chad Brooks.