LikeAGirl: la campagna di Always contro gli stereotipi [VIRAL VIDEO]

La campagna #LikeAGirl di Always convince il web, ecco il segreto della sua viralità

“Run like a girl”: con questa richiesta inizia il video #LikeAGirl dell’azienda americana Always. Non solo, il filmato apre la campagna omonima sulla discriminazione di genere che sta avendo un notevole riscontro sui siti internet italiani e stranieri. Perché la campagna Always LikeAGirl è diventata un fenomeno virale?

La campagna #LikeAGirl

Always, brand americano di prodotti per l’igiene intima femminile, ha svolto una ricerca sugli stereotipi di genere che esistono nella nostra società, in particolar modo nel mondo femminile. Sembrerebbe che, nel passaggio tra l’età dell’infanzia alla pubertà, le ragazze subiscano un netto calo dell’autostima.

Cosa vuol dire fare le cose come una ragazza? Questa la domanda da cui parte la campagna che indaga sul perché “fare una cosa come una ragazza” acquisisce, con il tempo, una connotazione negativa. Le bambine, infatti, eseguono le azioni richieste al massimo delle loro capacità, senza stereotipi. I ragazzi e le ragazze adolescenti, invece, hanno interpretato uno stereotipo con mossette e voci squillanti.

Il video, che trovate alla fine dell’articolo, è stato realizzato dall’agenzia Leo Burnett e diretto dalla regista Lauren Greenfield. In appena una settimana, il video ha superato le 18 milioni di visualizzazioni su Youtube riscuotendo un notevole successo sia in Italia che nel resto del mondo superando i 15 mila commenti.

Perché #LikeAGirl è diventato viral

Alla base del video c’è una forte tensione sociale: la differenza tra i generi. Il classico e ancestrale scontro uomo vs donna, per intenderci. Una lotta di diritti, ruoli e condizione sociale che si ripercuote anche sul piano politico, sociale e culturale di tutto il mondo.

Cavalcando l’onda di molte campagne come, ad esempio, Dove Unilever o Verizon Wireless, anche Always punta sull’autostima femminile per la sua campagna marketing riuscendo a collezionare un viral di forte impatto che convince tutti… o no?

Criticità

Dopo il divertentissimo video First Moon Party realizzato con HelloFlo (di cui vi ha parlato Hana Kawa qui), Always cambia rotta e segue la strada del video sociale, ma qualcosa non convince. Possibile che tutte le bambine intervistate reagiscano con una forza di carattere e sicurezza spiazzante, mnetre tutte le ragazze sono succubi dello stereotipo maschilista?

In ogni caso il video è davvero ben fatto e la digital campaign molto ben organizzata, con un sito internet dedicato, un hashtag ufficiale e l’integrazione con tutti i social del brand.

Un ottimo lavoro quello di Always che ci fa riflette su un tema sempre attuale e necessario. Bravi.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?