The Creators Project: un incubatore di creatività per artisti visionari

Arriva in Italia il progetto che promuove l'impatto della tecnologia su musica, arte, cinema e design.

The Creators Project in Italia

Una partnership che celebra creatività e tecnologia. Una piattaforma digitale per le opere artistiche d’avanguardia nel mondo. Ma soprattutto, un network di visionari.

Parliamo di The Creators Project, un progetto che finalmente arriva anche in Italia grazie alla collaborazione tra VICE e Intel e  che promuove artisti che utilizzano in modo innovativo la tecnologia, al fine di “stabilire i nuovi confini della creatività.”

Un vero e proprio incubatore di arte online, che ruota intorno ai contenuti video originali che vedono protagonisti gli artisti più talentuosi del momento negli ambiti della musica, cinema, arte, design, moda e gaming – tutti Creators innovativi che operano al confine fra arte e tecnologia. Ad oggi, il canale ha raggiunto più di 405 milioni di visualizzazioni video e conta 460.000 iscritti su YouTube. Con un pubblico globale che raggiunge i 58 milioni di utenti mensili, The Creators Project è la piattaforma di riferimento nel suo genere.

Creators project Italia

Nato nel 2010,  ad oggi nel mondo vi sono più di 500 Creators. Tra gli artisti che collaborano al progetto possiamo citare Karen O, M83, Benh Zeitlin, Animal Collective, The xx, Chris Milk, Florence and the Machine, Spike Jonze, Amon Tobin, Matt Pyke, Anthony Wong, Supermarche, United Visual Artists, Sticky Monster Lab, Takeshi Murata, Andrew Huang, Vega Zaishi Wang, Mick Rock, David Bowie and Barney Clay.

The Creators Project ha prodotto centinaia di documentari, inclusa una serie acclamata dalla critica come The Collaborators, incentrata sull’album Random Access Memories dei Daft Punk, e il pluripremiato film This Must Be the Only Fantasy, nato dalla collaborazione tra la maison Rodarte e il filmmaker Todd Cole.

L’espansione internazionale di The Creators Project consentirà di diffondere i contenuti su uno spettro ancora più ampio. Inoltre, grazie alla produzione di contenuti specifici nei paesi in cui The Creators Project è attivo, sarà possibile conoscere Creators provenienti da tutto il mondo e arricchire di conseguenza il canale.

Creators Project Italia

D’altronde dall’imponenza di due partner com  Intel e Vice non avremmo potuto godere che di un progetto così ambizioso.

Commenta Andrea Rasoli, fondatore di VICE Italia” Siamo molto contenti di poter lanciare anche in Italia The Creators Project e di poterlo fare con Intel, negli ultimi anni questa piattaforma ha rappresentato il punto di riferimento globale per tutti i creativi che combinano la propria arte con la tecnologia. Con The Creators Project Italia, contribuiamo ad espandere globalmente il progetto ed ampliarne il network.

L’arrivo nel nostro Paese dell’iniziativa The Creators Project rappresenta per Intel Italia un passo significativo nell’ampliare il supporto ai giovani talenti che utilizzano l’innovazione tecnologia in modo creativo e fuori dagli schemi. Forti del successo che questo progetto ha avuto a livello internazionale, siamo certi che possa essere accolto con entusiasmo dal pubblico italiano, sempre attento a nuovi contenuti e percorsi in grado di unire inventiva e tecnologia, aggiunge Nicola  Procaccio, Direttore Marketing e Comunicazione Intel Italia.

Creators Project Italia

Tre, sono le keyword per diventare un Creator:  sperimentare, ispirare, innovare. Uno, il monito che dovrebbe accompagnare ogni giorno artisti e creativi di ogni sorta:

Solo chi è così folle da pensare di poter cambiare il mondo lo cambia davvero. –  A. E.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?