Come reclutare i migliori talenti con una buona reputazione

Ecco cosa bisogna fare per diventare il datore di lavoro prescelto dai creativi.

Giovanna Napolano

Marketing Manager

    Come reclutare i migliori talenti con una buona reputazione

    Disporre di un team di creativi che ambiscono a lavorare per la tua azienda è una delle più grandi soddisfazioni per un imprenditore. Per raggiungere un tale livello e avere al servizio della propria azienda i top è necessario conquistare una certa reputazione.

    Un articolo di Inc.com rivela come diversi professionisti abbandonerebbero la loro carriera da freelance per lavorare a tempo pieno, ma solo per alcune aziende particolarmente appetibili. Parliamo di grandi brand come Apple, Google, Red Bull, ma anche di startup e piccole aziende come le agenzie Barton F. Graf 9000 e Pereira & O’Dell.

    Ecco alcuni suggerimenti su come fare in modo che i creativi desiderino di lavorare per la tua azienda ad ogni costo.

    Che tipo di ambiente di lavoro desideri offrire?

    ambiente di lavoro

    Come è costruita la struttura dell’azienda? I dipendenti hanno rispetto e dedizione nei confronti del brand? E’ un luogo piacevole in cui lavorare? L’ambiente è collaborativo?

    Qualunque sia il caso specifico, devi delineare il tuo progetto prevedendo le necessarie modifiche lungo il percorso di crescita del tuo business.

    Assumi le persone giuste.

    start

    Certo, la competenza è un dato di fatto e quelli bravi servono sempre. Ma assumere persone straordinarie in quello che fanno ma non si adattano alla vision dell’azienda non saranno altro che un ostacolo all’obiettivo finale. Quindi presta attenzione, spendi un po’ di tempo nel processo di assunzione e punta solo su coloro che non solo sono grandi in quello che fanno, ma che condividono anche la tua vision sul futuro del business.

    Trasmetti la vision ai dipendenti.

    vision ai dipendenti

    Un’atmosfera stimolante può prevedere happy hour, competizioni amichevoli, celebrazione degli obiettivi e tanto spirito collaborativo. Consentire ad altri di portare avanti idee simili e agire su quelle idee. In breve, potresti rendere il posto di lavoro un luogo di creatività dove obiettivi, sogni e realtà convivono armonicamente.

    VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

    Scritto da

    Giovanna Napolano

    Marketing Manager

    Giovanna Napolano nasce a Napoli nel 1988 e si laurea in Scienze della comunicazione con una tesi in marketing.A diciotto anni scopre tra i banchi di scuola la materia che ... continua

      Condividi questo articolo


      Segui Kiyoshi .

      Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it