Facebook migliora il News Feed e penalizza i post di app di terze parti

Vita dura i post automatici di terze parti e 4 novità per condividere su Facebook

Facebook migliora newsfeed

Ipotizziamo di indire un referendum dal titolo “Cosa cambiereste di Facebook?“. Sicuro come le tasse e la morte, rispondereste al 90%… le notifiche pubblicitarie di terze parti!

Sarà capitato a tutti di commentare negativamente l’invasione delle nostre bacheche da parte di giochini con i quali non vogliamo assolutamente intrattenerci, marche di scarpe che non metteremmo mai o canzoni di artisti che non ascolteremmo neppure sotto tortura.

Bene, forse da oggi la nostra vita facebookiana sarà un po’ meno fastidiosa!

Leggiamo cosa scrive l’azienda nella Newsroom:

Abbiamo notato che i post e i contenuti che le persone preferiscono condividere in maniera esplicita a partire da applicazioni di terze parti, sono più interessanti e raccolgono un consenso maggiore nel News Feed rispetto alle stesse informazioni condivise in automatico da terze parti.

Un discorso un po’ contorto per dire che agli utenti non piace non essere autori delle proprie condivisioni, e che solo sentendoci protagonisti del messaggio possiamo accettare di essere testimonial di questo o quel prodotto.

News Feed FYI garantirà dunque un maggior controllo su ciò che viene condiviso e i post che vengono generati automaticamente da app di terze parti avranno meno visibilità e quindi meno importanza.

Viene da chiedersi come reagiranno i brand a questa innovazione: se avranno vita più dura le inserzioni generate automaticamente dovranno trovare il modo di veicolare i propri prodotti attraverso le persone.

Diventerà tutto un po’ più difficile, ma non impossibile (soprattutto conoscendo la smania di protagonismo degli utenti medi di Facebook!).

Di certo, è abbastanza sicuro che applicazioni “di pianificazione” come Hootsuite, Buffer, Post Planner, solo per citarne alcune, non subiranno questo “blocco” perché non considerate automatiche, ma personali e quindi con una persona vera a crearle.

La notizia, breve nel comunicato, ma importante nelle conseguenze, ne porta in dote altre quattro.

Facebook penalizza post terze parti

 

Cliccando l’approfondimento, scopriamo delle interessanti novità sempre inerenti alla condivisione da altre applicazioni:

  1. poter scegliere dove condividere, di volta in volta, il proprio contenuto (come già fa Instagram);
  2. condividere in modo più personale con l’aggiunta di messaggi creati di nostro pugno;
  3. inviare al cellulare una notifica di installazione di una app appena si effettua il login su Facebook;
  4. tasti Condividi e Like anche per applicazioni mobile.

Queste ultime novità sono ancora in fase beta, ma siamo certi non tarderanno ad arrivare su iOS e su Android!

 

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?