Spotlime: seed funding per l'app che trova i migliori eventi [INTERVISTA]

Il selezionatore intelligente di eventi che consiglia sulla base dei gusti dell'utente

Spotlime è il primo selezionatore di eventi intelligente in Italia che impara dalle tue scelte per proporti il tipo di esperienza più adatta per te, anche all’ultimo momento. L’app infatti mette a disposizione una selezione personalizzata dei dieci migliori eventi ogni giorno (non il solito aperitivo o la discoteca di sempre), permettendo di acquistare o prenotare in soli due click dallo smartphone. 

Lanciata nel dicembre 2013, attualmente disponibile su App Store e Google Play, ha annunciato un seed funding da parte di un gruppo di business angels di IBAN (Italian Business Angel Network) per 200.000 euro.

Per questa occasione, abbiamo intervistato il CEO della società, Francesco Rieppi.

Come avviene la curation degli eventi giornalieri?

Spotlime vuole regalare qualcosa di unico ai propri utenti ogni giorno: non raccogliamo semplicemente eventi già presenti su altri portali, ma portiamo i nostri utenti alla scoperta delle perle nascoste a Milano, sconosciute ai più.

Gli eventi sono selezionati uno ad uno internamente dai nostri event specialist, il cui compito è identificare ogni giorno solo il meglio che Milano può offrire. Tutto quello che vede l’utente – dalle immagini alle descrizioni dell’evento – è opera del nostro team, per garantire la migliore esperienza possibile utilizzando l’app.

Dal punto di vista degli utenti con quali attività di marketing li state raggiungendo ?

L’attività di marketing si sviluppa attraverso un canale online e uno offline. Per il canale online, utilizziamo sia strumenti a pagamento per acquisire nuovi utenti, quali Facebook Ads, AdWords e iAds, sia strumenti gratuiti per creare una community e aumentare l’interesse degli utenti già attivi, ad esempio mediante l’interazione con la nostra pagina Facebook.

Come attività offline, organizziamo invece volantinaggi mirati in zone specifiche di Milano ed eventi legati a Spotlime. Durante il Salone del Mobile, ad esempio, abbiamo girato per le strade di Brera travestiti da hipster, offrendo ai passanti di camuffarsi e realizzando foto personalizzate. Questi hanno quindi trovato la loro foto sulla nostra pagina Facebook, dove hanno potuto taggarsi, pubblicizzando quindi Spotlime al loro gruppo di amici.

Cosa vi differenzierà, a lungo termine, da Yplan?

Sicuramente la personalizzazione degli eventi in base alle preferenze dell’utente. La nostra app si propone come “selezionatore intelligente” e permette all’utente di vedere velocemente eventi che sono in linea con i propri gusti. Stiamo lavorando da diverse settimane con alcuni laureati del Politecnico di Milano per realizzare un algoritmo all’avanguardia in questo senso.

Come vi posizionate rispetto ai i principali aggregatori di eventi in Italia come tonight e zero, ma anche eventbrite e meetup?

Spotlime è un selezionatore di eventi; ciò significa che un utente non troverà sull’app tutti gli eventi in corso a Milano, a differenza di aggregatori come MeetUp o Zero, ma solamente una selezione basata sulle preferenze dell’utente stesso. Questo permette all’utente di Spotlime di risparmiare tempo, cosa fondamentale quando si deve scegliere come passare la serata all’ultimo momento.

Spotlime inoltre permette di acquistare o prenotarsi per un evento direttamente sull’app in due click, cosa che per altre piattaforme non è invece possibile, o richiede molteplici passaggi.

Infine, permettiamo ai nostri utenti di ricevere vantaggi esclusivi attraverso l’app, come drink omaggio, ingressi in lista o sconti sull’ingresso.

Avete dei progetti per expo ?

L’Expo è una splendida occasione per Milano per mettersi in luce e per arricchirsi di cose da fare. Spotlime punta a diventare il principale strumento, per milanesi e non, per trarre massimo vantaggio delle migliori opportunità che questo offrirà.

La formula magica sarà sempre la stessa: puntare sulla personalizzazione. Come abbiamo già sperimentato durante il Salone del Mobile, per le persone il problema non è trovare eventi, ma scegliere il migliore sulla base dei propri gusti. Per questo abbiamo già iniziato a muoverci per lo sviluppo di partnership che assicurino ai nostri utenti le migliori opportunità durante l’Esposizione.

Ora che avete ottenuto questo investimento, come lo impiegherete e con quali obiettivi di utenti nel 2014 e per il 2015 ?

Grazie all’investimento potremo concentrarci sulla crescita del nostro numero di utenti ed organizzatori di eventi, prima a Milano e quindi in altre grandi città. Roma, Berlino, Parigi, Madrid e Barcellona sono tutte città estremamente interessanti per un’app come Spotlime. Le opportunità per crescere non mancano: il mercato dell’invenduto vale oltre 35 miliardi di euro e Spotlime vuole diventare la prima app capace di capitalizzare questo potenziale.

 

 

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?