PIAF 2014: i vincitori della quinta edizione

Le campagne vincitrici del Festival Internazionale della Pubblicità di Praga.

Si è conclusa la quinta edizione del PIAF, il Festival Internazionale della Pubblicità tenuto a Praga. La campagna mondiale più premiata risulta essere “Hobbymarket” di Hornbach curata dall’agenzia tedesca Heimat.

Il PIAF nasce nel 2010 come un concorso che si pone l’obiettivo di portare a Praga le migliori pubblicità del mondo ma il vero sviluppo ce l’ha nel 2011 quando da semplice concorso diventa un vero e proprio Festival che riunisce agenzie di comunicazione, professionisti del marketing e creativi di tutto il mondo.
Se all’inizio l’advertising si valutava per tipo di supporto (fotografico, video, audio, …), con il tempo i giurati del PIAF hanno cercato la “svolta creativa” che portasse una vera innovazione nel mondo dell’adv. Ad oggi, i più eccellenti nomi dell’adv partecipano alla kermesse.

La giuria, guidata dal Direttore Creativo più premiato d’Europa Alexander Schill dell’agenzia tedesca Serviceplan, non ha assegnato alcun Gran Premio quest’anno. Secondo Schill, tutte i candidati che avrebbero potuto aspirare ad ottenere un Gran Premio mancavano di alcuni aspetti importanti.

Un altro giurato, Arno Lindemann, della Lukas Lindemann Rosinski, sostiene che un altro motivo per cui non è stato aggiudicato il premio speciale è che la giuria ha avuto un sacco di tempo per il giudizio. I giurati hanno potuto valutare ogni dettaglio e trovare difetti anche nelle migliori proposte.


I giurati hanno deciso che per dare un Gran Premio, il numero di premi ricevuti nelle varie categorie non è un criterio sufficiente, ma che la campagna avrebbe dovuto anche cambiare notevolmente e innovare l’industria pubblicitaria.

Tra le altre campagne di successo degne di nota nel PIAF di quest anno sono la campagna di Bud Light, con 2 medaglie d’oro, la campagna Samsung S4 che promuove la tecnologia eyetracking, e l’Auchan’s report, che ha ottenuto due premi.

“Quest’anno, le decisioni della giuria sono state sicuramente le più severe in tutta la storia del PIAF. Tutto sommato, 29 candidati hanno ricevuto un premio PIAF, quando nelle edizioni precedenti si arrivava anche a 50 premiati”, dice il direttore del PIAF Marek Hlavica.

La giuria ha inoltre giudicato la competizione studentesca “La Repubblica Ceca è cool“, organizzata dall’agenzia di Stato Czechtourism tra gli studenti delle scuole di pubblicità e arte. Il compito era quello di preparare una campagna di comunicazione che presentasse la Repubblica Ceca come una destinazione attraente per i giovani.

Tra queste campagne, una medaglia di bronzo è stata data alla campagna 02’s Last Comment di Telefónica, un premio argento è andato alla Radio Ceca per l’utilizzo dei media alle olimpiadi invernali, e Modry Andel ha ricevuto un argento nella categoria Storytelling.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?