AfterShokz: il futuro delle HeadPhone a conduzione ossea

Scordatevi i classici auricolari per la musica da mettere alle orecchie!

 

Ascoltare la musica con le cuffie quando si fa attività fisica può rendere il vostro allenamento più piacevole e meno pesante, o in alcuni sport come ad esempio il ciclismo e la corsa risultare un grosso ostacolo perché è  fondamentale ascoltare i suoni provenienti dall’ambiente esterno e non rimanere isolati. La soluzione viene fornita dalle nuove cuffie AfterShokz, una società americana che sviluppa una innovativa tecnologia a “conduzione ossea“.

Le nuove cuffie dotate di questa particolare tecnologia (inizialmente sviluppata per speciali operazioni militari) sono in grado di trasmettere il suono attraverso le ossa della scatola cranica, a differenza delle tradizionali cuffie che invece utilizzano i timpani. Le cuffie Open Ear lasciano libero il condotto uditivo e sfruttano invece le ossa per propagare il suono e farlo percepire al cervello.

Questo video mostra il dispositivo Aftershokz:

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=NsQMlG6_xnE’]

In occasione della recente maratona di Manchester, una delle maratone più importanti al mondo, le cuffie Aftershokz sono state le uniche cuffie ammesse durante la maratona proprio perché permettevano agli atleti di sentire la musica e allo stesso tempo di ascoltare le indicazioni verbali impartire dagli organizzatori, al fine di affrontare la gara in tutta sicurezza.

Bluez 2 di AfterShokz: musica ancora più nitida!

AfterShokz è leader in questo campo da diversi anni e il loro ultimo dispositivo, il Bluez 2 fa un solido salto in avanti in termini di prestazioni e funzionalità. Le cuffie a conduzione ossea Sportz 2 e BlueZ oltre a permettere di avere le orecchie libere, permettono anche di poter ascoltare il suono in maniera più nitida di una cuffia classica.

 Aftershokz è probabilmente destinato a condizionare il mondo degli auricolari perché offre vantaggi considerevoli sia in termini di sicurezza che di qualità del suono e risultano essere molto confortevoli e leggeri.

Ci sono alcuni svantaggi di questa tecnologia, il più significativo è  la “dispersione del suono“. Questo è un classico problema di qualsiasi sistema di cuffie, ma si amplifica con la a propagazione sonora a conduzione ossea. È possibile infatti, ascoltare la musica riprodotta dal vostro dispositivo  da una  distanza di circa 1,5 metri, e anche se questa versione l’ha ridotto in modo significativo è ancora un problema. Non è di certo l’ideale da utilizzate accanto ad altra gente o in posti affollati come ad esempio la metropolitana.

Il mercato delle HeadPhone e dei dispositivi di fruizione musicale sta radicalmente mutando e si sta muovendo verso nuove linee di prodotti, basti pensare alla recente acquisizione di Apple nei confronti di Beats Elettronics per cercare di sviluppare un nuovo prodotto innovativo che possa trasformare il mercato dello streaming musicale come fu per iTunes nel 2003.