Link Building in azienda e in team per grandi progetti [PARTE 2]

Continua la carrellata di suggerimenti per organizzare un team addetto alla realizzazione del progetto di Link Building.

seo link building

Di Paolo Dello Vicario, esperto in web marketing e progetti SEO.

4 – Riunione di Pianificazione

Il team di link building si riunisce nuovamente, ora con dei dati precisi alla mano e con una buona conoscenza del settore e inizia la pianificazione vera e propria.

Prima di tutto si scelgono gli obbiettivi da raggiungere, che devono rispondere ai requisiti S.M.A.R.T, ossia devono essere:

• Specifici, ovvero espressi con chiarezza, ben definiti;
• Misurabili, deve essere possibile dire se sono stati raggiunti o meno, ed eventualmente dare una gradazione di raggiungimento;
• In Accordo fra gli Stakeholders, devono essere stati accettati nello specifico dal responsabile di progetto, dal team di link building e dal cliente, onde evitare conflitti e permettere un lavoro concertato;
• Realisitici, raggiungibili in tempi congrui e con il budget allocato al progetto. Acquistare un link fisso sulla home page di Repubblica.it, per un B&B di Canale Monterano, può essere un obbiettivo poco realistico;
• Temporalmente Definiti, ogni obbiettivo deve avere una scadenza per il suo completamento. Può essere utile creare a questo scopo un diagramma di GANTT degli obbiettivi.

Per la scelta dei canali e dei mezzi da utilizzare si fa uso di questi strumenti:

1. Una lista di metodi “standard” (vedi la sezione di prerequisiti);
2. I risultati del brainstorming della prima riunione di analisi;
3. Una lista di strategie dei competitors, risultato dello step precedente;

A ciò si aggiungono tutte le possibili idee dei membri del team.

Viene formulata infine la versione definitiva dell’analisi SWOT, sempre orientata al nostro scopo.

5 – Stesura del Piano

Il responsabile del progetto, o chi per lui, stende il piano nel dettaglio, a partire da ciò che si è detto nella riunione di pianificazione.

Il piano, tenendo conto di ciò che si è detto e delle risorse a disposizione, dovrà contenere:
• Analisi di base del cliente (con SWOT)
• Analisi di base delle strategie dei competitors
• Road map della strategia di link building
o Strategie utilizzate
o Definizione delle deadlines, magari con diagramma di GANTT
o Assegnazione dei Ruoli
o Allocazione del Budget
• Obbiettivi
• Possibili Sviluppi

Il piano sarà un documento utile alla comunicazione con il cliente, ma soprattutto al coordinamento interno; tramite un piano ben fatto sarà possibile comunicare velocemente l’intera strategia a un nuovo membro del team di link building, oppure realizzare reportistica completa a fine mese.

6 – Attuazione della Strategia di Link Building

A partire dal piano si mette in moto l’intero team; la fase di avvio è probabilmente una delle più delicate.
È necessario monitorare il buon andamento della campagna e fare le rifiniture necessarie in corso d’opera.

L’intero piano non va visto come qualcosa di fisso e immutabile, ma con una mappa riadattabile e fluida, uno scheletro che permetta di muoversi con sicurezza su ogni singola campagna.

Non deve essere un gesso che blocca la creatività, ma uno strumento utile a potersi giostrare su più campagne e guadagnare in scalabilità e produttività; probabilmente l’equilibrio fra creatività e organizzazione è la vera difficoltà della gestione di una campagna di questo tipo.

Strumenti e Metodi Utili

Google Drive
Google offre gratuitamente una suite di gestione dei documenti e dei files sulla cloud che spesso e volentieri fa al caso della maggior parte delle esigenze SEO.
Organizzare sistematicamente tutto tramite Google Drive permette di avere una gestione standard dei files, continuamente condivisi in tutto il team di lavoro, accessibili da qualsiasi piattaforma.

Software di Project Management
Essere organizzati, monitorare l’andamento di una campagna in ogni secondo, condividere files e controllare se ci sono intoppi nel processo: per fare questo un software di Project Management ben fatto può essere il miglior alleato.

Podio è fra i leader del settore: un software di Project Management totalmente modulare e facilmente adattabile alle proprie esigenze; è possibile averlo gratuitamente fino al raggiungimento di 5 utenti “amministratori”, ma è possibile assegnare task (compiti) a quante persone si vuole.

Per aziende che invece vogliono una soluzione personalizzata, magari adatta proprio per la gestione di campagne di Link Building o SEO, è possibile rivolgersi a Web Development Agency che sviluppano software personalizzabili. Un esempio è Workflow, il software di Project Management sviluppato e utilizzato nella nostra società.

Registrazione delle Riunioni
Come avrete notato, i passaggi più importanti del processo, sono le riunioni. Una buona gestione delle stesse permette una resa migliore dell’intera campagna di Link Building.

Con il tempo il team si roda e funziona sempre meglio, ma un modo per accelerare questo processo di miglioramento è quello di registrare le riunioni e riguardarle, cercando di capire quali sono i punti deboli e i punti di forza delle varie parti della riunione di pianificazione.

SWOT Analysis

swot analysis

Strumento del Marketing classico, l’analisi SWOT è uno strumento semplice e potente allo stesso tempo.
È una matrice a due righe e due colonne: sulla prima riga si trovano le analisi “interne”, sulla seconda quelle “esterne”; sulla prima colonna le analisi “positive”, sulla seconda colonna quelle “negative”.

Si hanno quindi punti di forza (Strenghts), punti di debolezza (Weaknesses), opportunità (Opportunities) e minacce (Threats).

Tramite un’analisi SWOT ben formulata è possibile avere una panoramica di base della propria situazione attuale, progettare una campagna che punti quindi sui punti di forza, cerchi di migliorare i punti di debolezza, sfrutti le opportunità e abbia pronti dei metodi di gestione delle minacce (Risk Analysis).

Conclusioni

La gestione dei processi creativi in azienda, soprattutto in ambiti a cavallo fra la tecnica e l’arte come la SEO, può essere complessa e intrigante.

Lo sviluppo di metodi per la gestione pratica di tali processi diventa particolarmente importante, soprattutto oggi che la SEO, il Social Media Marketing e il Web Marketing vecchio stile si stanno evolvendo tutte in un’ottica di unitarietà e di comunione degli intenti (anche se i metodi resteranno sostanzialmente diversi).

Voi come vi state organizzando? Quali sono i vostri metodi in questi settori?