La Sdraio dell'Agnello: "Sugna!"

Confessioni di un (ex?) pubblicitario? Segui la rubrica dell'Agnello per conoscere un punto di vista diverso e privilegiato sulla comunicazione. In Italia e nel mondo.

Domenica e lunedì sono state giornate di festa della mia mattanza, ed essendo prima morto sulle tavole di tanti italiani del sud (qualora non si fosse capito sono del sud) dovevo prima resuscitare e quindi torno solo ora a scrivere.

La santissima Pasqua al sud è molto divertente. Scarcelle, casatielli, tortani, pastiere, cassate, salamiformaggitaralli, vino, sugna, sugo.

La resurrezione al sud è post citrosodina. E io amo questa opulenza senza senso.

Ora immaginate tutto sui social. Miliardi di pastiere, centinaia di migliaia di foto di gruppo con pallone e prato pieno di avanzi sul telone alle spalle, eserciti di casatielli.

Il mio sogno è questo: Vedere Rihanna che posta la foto delle scarcelle della zia in zona East Village, Lapo che divora un gigantesco uovo su Instagram, Gisele Bündchen che sforna cinque-sei-sette casatielli dal forno da qualche parte ai Caraibi.

Kate Moss che palleggia con un bambino sul lungomare di Bari e grida “Mitt’ ‘a Cassano!”

Il mio sogno è vedere uno spot con Cristiano Ronaldo che divora una pasta al forno e beve sei litri di Coca-Cola perché altrimenti col cazzo che gioca la finale della Copa del Rey di turno.

Sugna, Just Grease It.

Ah non ho parlato di Sacramenti e Messe… Whoops!

Statemi bene e buona Pasqua fatta. In allegato la pasquetta dei Blur.

L’agnello.