Orsetti gommosi e soldatini nei migliori annunci stampa della settimana

La consueta selezione della migliore pubblicità stampa proveniente da tutto il mondo

Diceva un imprenditore del Michigan:  “Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo“. Da parte nostra non smetteremo mai di mostrarvi la pubblicità più creativa!

Di seguito la consueta raccolta dei migliori annunci stampa della settimana!

Haribo: Apple, Lemon, Strawberry

Le caramelle da fiera più amate! In questa campagna si è voluto puntare tutto sugli ingredienti alla base dei morbidi orsetti gommosi

Advertising School: HAW Hamburg, Germany
Art Directors: Valentin René Tillian, Michael Wilde
Mentor: Prof. Sven Vogel

Chevrolet: Cannon, Catapult, Slingshot

Chevrolet ci ricorda quanto sia importante allacciare la cintura di sicurezza prima di intraprendere un viaggio in automobile. Per farlo trasforma le sedute di una generica automobile in armi da lancio, i proiettili sono i passeggeri.

Non prendere rischi, indossa sempre la cintura di sicurezza.

Advertising Agency: McCann Santiago, Santiago, Chile
Creative Director: Ricardo Corsaro
Art Director: Francisco Guzmán
Copywriter: Lucciano Marisio
Illustrator: Garage Studio

SABC 2 / I Want to Sing Gospel

Un reality show sudafricano che aiuta i concorrenti a diventare una pop star gospel! Se nel tuo condominio sei il più bravo cantante sotto la doccia, se quando cucini per la tua famiglia senti l’irrefrenabile impulso di interpretare danzando la tua canzone preferita allora è arrivato il momento di seguire il tuo sogno e mandare la tua candidatura a “I want to sing gospel“!

Advertising Agency: Tsalena Media, Johannesburg, South Africa
Creative Directors: Maloto Thobejane, Lucky Makena
Art Director: Maloto Thobejane
Copywriter: Lucky Makena
Illustrator: The touch shop
Photographer: Siphiwe Nkosi

Alzheimer’s Association: Daughter, Grandson

Fra i sintomi del morbo di Alzheimer uno dei più terribili è sicuramente la perdita della memoria a lungo termine. L’immagine del nipote e della figlia della persona malata prendono la forma di opere d’arte scomposte, quasi astratte e fanno riferimento alla difficoltà di riconoscere i propri famigliari.

Advertising Agency: Grupo Gallegos, USA
Creative Directors / Art Directors / Copywriters: Pablo Bufagni, Curro Chozas, Saul Escobar
Illustrator: Reinobuenosaires
Photographer: Maggie Zulovic
Producer: Carlos Barciela

Voltaren: For freedom of movement, Carpet/Ball/Vacuum

Move! Move! Move! Un imperativo guerresco accompagna queste splendide print di Saatchi & Saatchi per Voltaren. I protagonisti dell’immagine sono rappresentati in diverse situazioni mentre sono colpiti da un dolore muscolare . I creativi dell’agenzia hanno alleggerito questi piccoli incidenti rappresentando gli sfortunati come se fossero dei soldatini di plastica verde in azioni di guerra.

Immaginiamo che il riferimento ad un giocattolo inneschi in chi la guarda un ricordo positivo dell’infanzia, quando i dolori muscolari erano rari e quando si dedicavano intere ore gioiose al gioco (vs doveri quotidiani delle print). E “gioia” è proprio la parola chiave che troviamo nell’headline: The joy of movement.

Advertising Agency: Saatchi & Saatchi / Interactive Solutions, Warsaw, Poland
Creative Directors: Piotr Chrobot, Kamil Majewski
Art Director: Piotr Chrobot
Copywriters: Piotr Osiński, Michał Pawłowski
Illustrators / Retouchers: Adam Bartas, Zbynek Kysela, Martin Houra / Gravy
Designer: Tomasz Woźniak