La Sdraio dell'Agnello: "Non voglio vedere questo post"

Confessioni di un (ex?) pubblicitario? Segui la rubrica dell'Agnello per conoscere un punto di vista diverso e privilegiato su cosa accade di bello e di brutto nelle agenzie di pubblicità. In Italia e nel mondo.

Mettiamo caso, ma davvero per caso, che io non abbia nulla da dire oggi.
Cosa faccio? Chiamo il mio contatto in Ninja Marketing, e dico “Senti bella mia, oggi stammi bene io pubblico martedì, che sto pieno di appuntamenti mi sono fatto male in settimana e guarda non tengo un cazzo da dire.”
E lei mi direbbe:
“Agnello ma come? Ma sei stronzo? Con tutti i miliardi che prendi per ogni cartella che scrivi per il Washington Post ora nemmeno due righe per noi?”
E io:
“No. Scusa ora entro nella SPA che dopo devo andare a giocare a tennis con quella che assomiglia a Camoranesi, come si chiama, quella lì italiana brava.”
Ok a parte gli scherzi non ho nulla da dire oggi. Sul serio.

A parte una cosa. Una piccolissima cosa.

Se fossi un brand e avessi da comunicare oggi il nulla assoluto, il mio social-media-master-of-coolness-strategist di Orvieto  mi direbbe di pubblicare su faceboom una bella immagine di lavatrice, caramelle, merendine, tubi, cani, materiale edile, o chissà che caspita vendo, con un testo semplice, vicino, qualcosa di amichevole, coinvolgente, umano.
“HEI NOI CI SIAMO OGGI! – nome del prodotto-”
Così tanto per aumentare l’engagement .
Un brand non avendo nulla da dire non dice alla fine nulla eppure spende soldi.
Io non beccherò una lira ma almeno vi sto dicendo qualcosa pur non avendo nulla da dire. E magari ora avete pure sorriso.
Ed è questa la bellezza del giochino della scrittura, quella senza pensieri o paletti. Puoi anche non avere un cazzo da dire, ma almeno puoi dirlo bene e portarlo dove vuoi tu. E a quel punto diventa qualcosa da dire.

Quindi io sono bravo e i brand cretini?
No.

Se ci fosse voglia, tempo, spensieratezza e due idee non cagate come uova in una batteria di polli cinesi, magari si potrebbe applicare questo semplice trucchetto anche alla scrittura pubblicitaria, e che diavolo, mi voglio rovinare, anche al social media marketing.
E sarebbe anche molto facile. Previa ristrutturazione di tempo e compiti nelle agenzie.
Ma di questo ne parleremo un’altra volta.

Per ora statemi bene.
E buon lunedì.
Ah ieri ha perso la Juventus, potevo anche parlare di quello.
Vabbeh.

L’Agnello.