Come sta cambiando Facebook: quello che i marketer devono sapere

Come il social network in continuo mutamento fa cambiare le strategie di web marketing

Giovanna Napolano

Marketing Manager

    Vi racconteremo i cambiamenti del social network che ha cambiato le regole del raccontare i brand, attraverso una matrice che tanto ricorda le famose matrici da studi universitari di marketing.

    Gli innovatori della rete vedono all’orizzonte il tramonto di Facebook tuttavia, da parte del social più chiacchierato dell’infosfera, non ci sono segni di cedimento ed è una buona notizia per chi si occupa di marketing e ha inserito Facebook tra le leve del marketing mix del prossimo anno.

    Sembra chiaro che, quando si ragiona di marketing (si tratti di Facebook o di qualsiasi altro strumento online) è fondamentale rimanere costantemente aggiornati per prendere direzioni continuamente nuove e per essere consapevoli di quello che sta cambiando. Solo allora si potrà raggiungere il massimo successo di una campagna.

    Se il vostro lavoro coinvolge quello che Facebook vi da’ la possibilità di fare, non potete trascurare i seguenti punti:

    Focus sul News Feed

    Per molto tempo la barra laterale è sembrato il posto più ovvio per posizionare il proprio annuncio, tuttavia, ora qualcosa è cambiato; e’ il news feed a scalare la vetta perché è qui che la maggior parte degli utenti sono suscettibili di visualizzare e interagire con il vostro messaggio. Sulla base dei dati di Facebook, per il terzo trimestre del 2013 è stato stimato 44 volte superiore il CTR e 5 volte superiore il tasso di conversione.

    Puntare sul Mobile

    Ormai, è un fatto ben noto che gli utenti mobile costituiscono un pezzo importante di tutti gli utenti attivi di Facebook. Tenendo presente questo, una parte significativa del budget pubblicitario deve essere assegnato alla sola parte mobile di Facebook. Creare campagne mobile efficienti esige approcci creativi diversi è quindi necessario studiare i comportamenti degli utenti mobile.

    Familiarità

    Le statistiche e le osservazioni da parte degli esperti, suggeriscono che gli utenti di Facebook sono più propensi ad acquistare da marche che già conoscono e con cui hanno già interagito. Per questo è importante conoscere la storia del comportamento degli utenti e le loro preferenze. Tempo e budget dovrebbero essere assegnati a strumenti che aiutano a costruire una storia e a creare un rapporto con gli utenti. Strumenti come la personalizzazione del pubblico aiutano i marketer ad acquisire conoscenze sui clienti specifici (sulla base di ciò che hanno cercato in precedenza) incrementando così il tasso di conversione.

    Non essere monotoni

    La capacità di attenzione di utenti è bassa e l’ultima cosa che faranno è impegnare la loro attenzione sugli stessi annunci più e più volte . Per mantenere vivo e motivato un contenuto e far si che gli utenti interagiscano con il vostro marchio, sviluppate validi contenuti creativi e fatelo negli orari di maggiore seguito del vostro pubblico. Questa strategia può portare ad un CTR quasi del 35% più alto.

    La pubblicità, anche su Facebook, raggiunge un livello di competitività molto alto e nuove idee e misure devono essere prese al fine di creare un’impressione positiva e mantenerla.

    Utilizzando le linee guida di cui sopra, si può realizzare una campagna di successo, ottenendo risultati soddisfacenti per tutto il 2014.

    VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

    Scritto da

    Giovanna Napolano

    Marketing Manager

    Giovanna Napolano nasce a Napoli nel 1988 e si laurea in Scienze della comunicazione con una tesi in marketing.A diciotto anni scopre tra i banchi di scuola la materia che ... continua

      Condividi questo articolo


      Segui Kiyoshi .

      Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it