Youtube: come creare video potenzialmente virali

Master in Social Media Marketing: un percorso di specializzazione per Social Media Manager con i massimi esperti dei singoli social media.

Non prendete impegni per aprile, perché inizierà il Master Online in Social Media Marketing & Community Management della Ninja Academy, il primo master di specializzazione focalizzato interamente sulle singole piattaforme sociali, con i migliori esperti italiani del marketing e della comunicazione digitale. Il master è composto da 8 unità  e ha come obiettivo la formazione di specialisti con conoscenze aggiornate e approfondite.

Nelle ultime settimane, sto intervistando i docenti del Master per voi. Nel dettaglio:

Oggi, invece, vi propongo un articolo dedicato ad Andrea Febbraio, docente di Youtube.  Nel corso del suo modulo verranno affrontati i seguenti argomenti:

  • Creare contenuti video-oriented
  • Come ottimizzare un video
  • Ideare un Youtube Channel efficace
  • Come progettare video potenzialmente virali
  • Youtube Advertising: modelli promozionali & best case
  • Diventare partner di Youtube

Riguardo l’intervista, invece, ecco cosa mi ha raccontato…

Prima di leggere la sua intervista, ne approfitto per ricordarvi che lo SCONTO Early Booking è stato prolungato fino al 1 aprile (oltre agli ulteriori sconti e bonus se avete già frequentato uno o più corsi Ninja Academy).

Ciao Andrea. Ti occupi da anni di video advertising online. Potresti dirci qual è la potenzialità di un video sui social?

Un video condiviso sui Social Media può essere visto da milioni di persone, generando così un passaparola online con potenzialità virali.

L’effetto virale permette di ottenere  dei sensibili risparmi quando si pianifica una campagna online. Infatti c’è un rapporto tra le views generate grazie ad una distribuzione “paid” e quelle maggiori generate grazie al passaparola tramite share nei principali social network.

Quest’ultime rappresentato “free media” o altrimenti “earn media“, quindi totalmente gratuite per chi ha realizzato il video.

Ci sono delle regole per creare uno Youtube Channel efficace?

Esistono 10 comandamenti fondamentali per creare uno Youtube Channel efficace, ma verranno svelati nel corso del Master.

Posso, però, dirvi quali sono le 3 linee guida di base. La prima è sicuramente: Content is King, Distribution is Queen. Uno Youtube Channel ricco di buoni contenuti e con un’ottima distribuzione degli stessi, sicuramente sarà un canale efficace.

La seconda linea guida è la creatività: gli utenti in media guardano un video per 5 secondi prima di chiuderlo, quindi è importante creare dei video che siano creativi in questi 5 preziosi secondi. Si raggiunge, così, lo scopo di tenere l’utente incollato allo schermo fino alla fine del video e, quindi, si guadagnano visualizzazioni.

La terza e ultima riguarda le emozioni, o meglio, le montagne russe emozionali. Bisogna suscitare nell’utente una “scossa emotiva“.

Bisogna poi distinguere tra lo sviluppo di un “Branded Content”, cioè un singolo video che ha l’obiettivo di generare storytelling attorno ad un brand, ed il piano editoriale di un Canale Youtube. In quest’ultimo caso, la scelta del focus sul canale è fondamentale per garantire visibilità.

Possiamo dire che, in generale, i contenuti cosìddetti “ever green“, cioè quelli che non passano mai di moda quali ad esempio gli How-To (Come truccarsi, come aggiustare un’auto, ecc…), hanno maggiori potenzialità di visualizzazione protratta nel tempo ed engagement al canale stesso.

Un buon canale, in definitiva, deve: valutare l’expertise, analizzare i presunti canali già esistenti con gli stessi contenuti e avere contenuti ever green all’interno dei video. Inoltre: focus, focus, focus!

Cosa c’è alla base di un video potenzialmente virale?

Alla base di un video potenzialmente virale c’è un ottimo mix dei 10 comandamenti che, come detto prima, vi svelerò nel corso delle lezioni per lo sviluppo di un contenuto a potenzialità virale.

Ma come dicevamo “Content is King, Distribution is Queen”, quindi anche il contenuto più accattivante, senza un’adeguata distribuzione, non andrà molto lontano su Youtube.

Il segreto è una sapiente distribuzione degli ingredienti, così come per un buon Mojito. La ricetta perfetta si compone di 6 ingredienti che, strategicamente mixati tra loro, creano un video virale. Nello specifico, gli ingredienti sono i canali precisi dove condividere il video. Alcuni di questi sono: blog, app e giochi su Facebook, mobile, ecc…

Le domande di base che bisogna porsi, invece, sono: Quanto mettere di ciascun ingrediente? In che tempistiche attivare i canali?

Perché le aziende dovrebbero diventare partner di Youtube?

Le aziende hanno due modalità per condividere i propri video: o li pubblicano sul proprio sito per creare traffico verso di esso, oppure lo inseriscono sulla piattaforma video più conosciuta al mondo, ossia Youtube, avendo accesso ad una incredibile audience e ad interessanti opportunità di monetizzazione.

E’ come per un negoziante scegliere se aprire un negozio alla periferia della città e doverci, così, portare i clienti; oppure aprire il negozio in centro, dove le persone già passano e si trovano lì.

Inoltre, Youtube è un meccanismo che si autosviluppa: più visualizzazioni portano più traffico, e più traffico porta visualizzazioni gratuite omaggio. Si entra, così, in un circolo virtuoso.

NINJA MASTER ONLINE
749 € invece di 890 €

NINJA SOCIAL FACTORY
1.390 € invece di 1.590 €
L’iscrizione al Ninja Master Online è inclusa!

Sconto prolungato fino al 1 aprile, affrettati i posti sono limitati!

Il team Ninja Academy resta a vostra disposizione per qualsiasi dubbio o chiarimento. Potete scrivere a info[@]ninjacademy.it o telefonare allo 02 40042554 o al 346 4278490.

Knowledge for change.
Be Ninja!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?