MWC 2014: Nokia ripensa i mercati emergenti e lancia Nokia X

Nokia potenzia il parco dispositivi Low Cost e tenta una interessante integrazione tra OS!

francesco_piccolo_MWC_2014_Nokia_ripensa_il_Mobile_per_i_mercati_emergenti

Il 24 Febbraio ha avuto inizio il Mobile World Congress di Barcellona, l’evento di riferimento per gli appassionati Mobile e gli analisti del settore; Nokia ha presentato i suoi prodotti in prima battuta, alle 8.30 del mattino (ora italiana) del primo giorno dell’evento, mettendo tanta carne al fuoco dopo i primi rumors sul Nokia Normandy, il prototipo Android . Scopriamo insieme cosa è stato presentato da Nokia durante la prima giornata del Mobile World Congress per comprendere le mosse future della società!

Price management e mercati emergenti

francesco_piccolo_MWC_2014_Nokia_ripensa_il_mobile_per_i_mercati_emergenti

“Intendiamo portare le innovazioni Mobile e gli smartphone al prossimo miliardo di persone”. La dichiarazione di Stephen Elop, Executive Vice President della divisione Devices & Services di Nokia, sintetizza le innovazioni della società finlandese presentate il 24 Febbraio durante l’MWC 2014. Sorprendentemente, infatti, non sono stati annunciati nuovi dispositivi della serie Lumia, i terminali Nokia di fascia alta che montano l’OS Windows Phone.

Nokia ha però riservato per l’NWC un terminale ultraeconomico, un dispositivo della serie Asha, ed ha finalmente annunciato la prima generazione dei dispositivi “X”.

francesco_piccolo_MWC_2014_Nokia_ripensa_il_mobile_per_i_mercati_emergenti

La flotta di terminali Nokia si aggiorna per colpire una nicchia di mercato che presenta ancora margini: coloro che preferiscono un feature phone ad uno smartphone, o che accettano il compromesso di un hardware meno performante a fronte di un prezzo più accessibile e, soprattutto, di una durata della batteria che ritorna (finalmente) oltre la settimana.

Si tratta di una fetta di mercato per cui è difficile innovare: la scommessa di dispositivi economici, ma affidabili e pieni di valore aggiunto, prevede delle decisioni coraggiose. Finora il target di questa nicchia ha dovuto affidarsi a dispositivi economici di importazione o di feature phone non digitalizzati, senza Wi-Fi o accesso a internet. Come dichiarato da Elop, Nokia viene incontro alle esigenze insoddisfatte di questi utenti e di coloro che stanno pensando ad un “ritorno alle origini”, ricercando margini prima nei mercati emergenti, e poi avviando la commercializzazione nei mercati tradizionali.

Scopriamo nel dettaglio i nuovi affascinanti Nokia!

Nokia 220 – Stile classico, piena connettività

francesco_piccolo_MWC_2014_Nokia_ripensa_il_mobile_per_i_mercati_emergenti

Il Nokia 220 è il terminale più basic annunciato da Nokia, ma a lui è affidata una missione importante: proposto ad un prezzo di soli €29 esentasse, il 220 è dual sim, ha connettività Wi-Fi e GPRS (non 3G), un sistema operativo proprietario (non monta l’OS di Asha o Windows Phone) e garantisce l’accesso ad internet e ai social network Facebook e Twitter.

Il primo valore aggiunto, oltre al prezzo d’acquisto, è il form factor senza tempo dei tipici dispositivi Nokia: tinte unite e colori vivaci che, insieme ad una scocca resistente in policarbonato, rendono il terminale divertente e singolare. La tastiera alfanumerica e la cloche quadridirezionale sono schemi già collaudati da tempo: l’interfaccia è assolutamente user friendly. Nell’utilizzo internet, un’altra novità già vista sul fratello maggiore Nokia 210 è il Nokia express browser: un browser che, grazie ad una particolare modalità di compressione dei dati, riesce a velocizzare la navigazione e contenere il traffico dati.

francesco_piccolo_MWC_2014_Nokia_ripensa_il_mobile_per_i_mercati_emergenti

A corredo della connettività, il Nokia 220 ha anche delle modeste capacità multimediali; il dispositivo è infatti provvisto di fotocamera da 2Mpx, bluetooth 2.0 e di un potente altoparlante mono. Presente anche per questo modello il jack da 3,5 mm, il player musicale e lo slot per la micro SD: potrete ascoltare musica per ore da questo Nokia 220, che costa meno di un lettore mp3. Un altro plus è la batteria, che in soli 1100 Mah garantisce 24 giorni in dual sim stand-by o 51 ore di ascolto musicale.

Nokia 220 verrà proposto inizialmente nei paesi emergenti, perché rappresenta un buon primo passo verso la digitalizzazione Mobile.

Nokia Asha 230 – La rimonta dell’OS Nokia, low cost e touch screen

francesco_piccolo_MWC_2014_Nokia_ripensa_il_mobile_per_i_mercati_emergenti

La serie Asha si arricchisce con questo 230, un entry level dual sim fornito di touch screen e OS Asha ridefinito. Asha 230 si posiziona un gradino sotto del suo fratello maggiore Asha 510, ma offre un ampio parco app per rimanere connessi con i propri amici: Wechat, Facebook, Twitter, Whatsapp e Line sono compatibili con questo terminale, che costa €45 al netto delle tasse.

Attraverso lo schermo da 2.8″ è possibile controllare subito tutte le notifiche e scrivere nuovi post sui social accedendo alla fastlane, una novità degli ultimi dispositivi Asha implementata anche nel 230. La batteria di 1020 Mah garantisce comunque 21 giorni di autonomia dual sim Stand-By e 42 ore di riproduzione musicale. Abbiamo solo dei dubbi sulla grandezza del touch: 2.8 pollici saranno abbastanza per effettuare con comodità tutte le operazioni?

Nokia X, X+, XL – App Android su un altro Mobile OS

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=_pdTuFWbcNI’]

La novità Nokia più succosa (e quella che vi abbiamo riservato per ultima) riguarda la nuova gamma “X”: smartphone economici con un sistema tutto nuovo, attraverso il quale installare app android e navigare nei menu in stile “tiles” di Windows Phone. Si tratta di dispositivi in cui convergono più correnti di pensiero: io li definisco i Raspberry Pi degli smartphone“.

francesco_piccolo_MWC_2014_Nokia_ripensa_il_mobile_per_i_mercati_emergenti

Proposti ad un prezzo che va da €89 a €109, i terminali della serie X sono un caso interessante per due motivi non da poco: sui Nokia X girerà un sistema operativo che nasce da una costola di Android, ma che è stato modificato da Nokia sostituendo i servizi Google a quelli Microsoft e, proprio per questo, sui Nokia X potremmo installare le Apk Android. Tutti e tre i dispositivi godono della fastlane tipica dei dispositivi Asha e sono dual sim.

francesco_piccolo_MWC_2014_Nokia_ripensa_il_mobile_per_i_mercati_emergenti

Andiamo a descrivere brevemente le caratteristiche della linea X:

Nokia X e X+

francesco_piccolo_MWC_2014_Nokia_ripensa_il_mobile_per_i_mercati_emergenti

Il Nokia X è il gradino più basso della gamma. Proposto ad un prezzo di €89, l’X ha uno schermo da 4″, connettività 3G, processore dual core Snapdragon S4, memoria RAM da 512 MB e memoria ROM da 4 GB. La batteria è da 1500 Mah, garantisce un utilizzo di 17 giorni in stand-by e 26 ore di ascolto musicale. Il device è sprovvisto di fotocamera frontale, mentre quella esterna è da 3 mpx a fuoco fisso.

Il Nokia X+ ha le stesse caratteristiche, a differenza della RAM (768 MB) e della presenza di una SD da 4 GB nella confezione. Nokia X+ è proposto ad €99.

Nokia XL

francesco_piccolo_MWC_2014_Nokia_ripensa_il_mobile_per_i_mercati_emergenti

Nokia XL ha caratteristiche da medio di gamma ad un prezzo ridotto: €109. Nokia XL monta uno schermo da 5″ con risoluzione 800×480 px, batteria da 2000 Mah, fotocamera posteriore da 5 Mpx con flash led ed autofocus, fotocamera frontale da 2 mpx. Il processore è lo stesso Snapdragon S4 Dual-Core da 1Ghz, e la RAM è da 768 MB.

 

Cosa ne pensate dei nuovi arrivi Nokia? Vi piacerebbe avere un device prodotto dal colosso mobile del vecchio continente, un incrocio tra Asha e Windows Phone e monta app Android? Personalmente sono molto attratto dal Nokia 220: potrebbe essere un ottimo telefono di riserva per la sua batteria di lunga durata, ed inoltre è un ottimo dispositivo per chi vuole iniziare ad utilizzare Internet Mobile!