Digital direct marketing e pertinenza: 5 consigli pratici

Siamo giunti all'ultimo appuntamento con ContactLab. Stavolta parliamo di pertinenza!




Cienpies Design/iStock

Siamo arrivati all’ultimo dei sette appuntamenti con i trend del digital direct marketing e vogliamo darvi ancora qualche spunto per rendere le vostre comunicazioni pertinenti e rilevanti.

Questa infatti è la chiave per adottare una strategia efficace nella relazione con i vostri utenti: metteteli al centro, adottate modalità di relazione che siano in linea con le loro aspettative, strutturate una comunicazione coerente e rispettate preferenze e caratteristiche personali. In una parola: pertinenza.

Ecco i nostri cinque consigli da mettere in pratica:

1. Misurare per ottimizzare

L’interpretazione delle performance delle campagne email non si esaurisce nella lettura delle statistiche di aperture e click. Sempre di più il focus sarà il reale valore di un’azione di digital direct marketing, ovvero l’impatto generato sul business dell’azienda, nelle vendite e sul fatturato.

L’analisi e la comprensione dei dati devono tramutarsi in azione, nell’ottica di una costante ottimizzazione della strategia.

2. Porre domande

Che cosa sappiamo degli utenti presenti nel nostro database? Quello che hanno dichiarato e quello che possiamo ricavare analizzando il loro comportamento.

Spesso la raccolta delle informazioni e dei dati degli utenti è concentrata all’inizio della relazione, ovvero nel form di iscrizione alla newsletter. E se è vero che l’utente interessato ad entrare in contatto con il brand è predisposto a lasciare i propri dati in quel momento, un form troppo lungo potrebbe scoraggiarlo. Perché allora non pensare a momenti successivi in cui invitare l’utente a completare il proprio profilo?

Come rilevato nell’Email Marketing Report, un utente su 3 dichiara di essere ben disposto a rilasciare informazioni su se stesso e i propri interessi, se in cambio può ottenere messaggi sempre più personalizzati sulle proprie esigenze. Coltivare la relazione con l’utente consiste anche nel costruire occasioni diverse in cui raccogliere dettagli aggiuntivi sulle sue preferenze e le sue opinioni. Vuoi sapere che cosa pensano i tuoi consumatori di un determinato prodotto, del processo di acquisto o del tuo customer care? Domandalo a loro!

3. Creare un’esperienza

Una premessa: l’identità del brand deve essere coerente su tutti i canali, seppure il racconto dei valori vada declinato nella forma più consona ad ogni mezzo. Come creare una email experience al tempo stesso consistente e unica? Attraverso contenuti esclusivi, personalizzazione e pertinenza dei messaggi: al cuore della strategia, sempre l’utente e un’attenzione speciale alle modalità di relazione.

4. Integrare i canali

L’approccio omni-channel si articola attraverso l’uso di diversi canali, sfruttando i punti di contatto (online e offline) tra l’utente e l’azienda. Per conseguire una strategia efficace però, non basta considerare le best practice di ciascun canale nella sua unicità. Teniamo sempre a mente che l’utente è in primo luogo una persona. Dietro ad un indirizzo email, un numero di telefono, uno scontrino potrebbe esserci lo stesso utente: siamo in grado di riconoscerlo e modulare i messaggi sui diversi canali sapendo di avere di fronte lo stesso destinatario?

5. Personalizzare la relazione

Un obiettivo da perseguire? Sfruttare tutto il potenziale del digital direct marketing in ottica one-to-one: inviare lo stesso messaggio a tutto il database avrà sempre meno effetto e creerà sempre più rumore. La chiave per ottenere risultati è la costruzione di percorsi di relazione personalizzati, che considerino il ciclo di vita dell’utente e lo pongano al centro dell’intero processo di comunicazione.

Aggiungete questi cinque consigli pratici agli altri già approfonditi nei precedenti post:

Potete anche consultare la nostra presentazione su SlideShare I 5 trend del digital direct marketing nel 2014.

Scoprite di più partecipando al Free Webinar “Email marketing ed e-commerce visti da vicino – Best practice, esempi pratici e analisi delle comunicazioni dei top player italiani”

Avete apprezzato i nostri approfondimenti? Volete scoprire qualche altro segreto dell’email marketing? Allora non potete perdere il  free webinar targato Ninja Academy con Livia Giorgi, Account Manager di ContactLab!

Il webinar  fornirà tutti gli spunti pratici per diventare i Ninja dell’email marketing per l’e-commerce: a partire dal dettaglio delle best practice nella composizione di una email, proseguendo con i consigli per impostare la migliore strategia di contatto che tenga conto del ciclo di vita dell’acquirente online, fino all’analisi delle comunicazioni inviate dai principali player italiani del settore.

L’appuntamento è per mercoledì 26 febbraio dalle 17 alle 19, con question time venerdì 28 febbraio dalle 18 alle 19. Un’occasione da non perdere, basta iscriversi qui!

Buon digital direct marketing!