Tecnologia mobile e benessere interiore: il caso dell'app Buddhify

Meditare grazie ad un'app è davvero possibile?

tecnologia mobile e benessere il caso buddhify

E’ notizia di pochi giorni fa che uno degli ospiti della Social Media Week che si terrà a Milano dal 17 al 21 febbraio 2014 è RohanGunatillake, fondatore di Buddhify, l’app che ti insegna come prendere consapevolezza di sè. Sì, avete capito bene, un’app che ti insegna a meditare!

La maggior parte di voi conosce già un po’ di app store che vi insegnano come fare yoga, come respirare bene, ecc ecc: Buddhify promette invece di essere diverso dalle solite app e soprattutto di non sottrarvi tempo: come si può leggere dal sito ufficiale, molte persone sono interessate alla meditazione ma poche sono disponibili a farne un’esperienza reale per via del poco tempo libero a disposizione. 

Buddhify promette di venire in  vostro soccorso solo quando ne avete realmente bisogno e in un modo davvero originale. Per capire come, intanto vi introduciamo l’app con il video di presentazione.

[yframe url=’https://www.youtube.com/watch?v=0gzrYQKoHfI’]

Un’app visiva e discreta!

buddhify app

Una piacevole grafica fa da cornice a quest’app disegnata per l’occasione dall’artista digitale Stef Posavec: niente che ricordi neanche vagamente la cultura hippy, come potete vedere dagli screenshot qui sopra. Tutto ciò per permettere all’utente di utilizzare l’app anche in giro, per strada o sull’autobus, senza temere gli occhi indiscreti delle persone.

La consapevolezza 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Andiamo al funzionamento dell’app: Buddhify contiene brani di meditazione guidata per 14 diverse attività che compongono la vostra giornata in modo da poter sviluppare la consapevolezza ovunque, sul treno, al lavoro, quando si è online, a casa e molto altro ancora. L’app verrà inoltre arricchita nel corso dei prossimi 12 mesi di altre 50 attività di meditazione.

Le tracce sono pensate per essere compatibili anche con le attività di lavoro, soprattutto quelle in cui è prevista la navigazione online! Grazie ad un sistema di registrazione dei feedback dell’utente, l’app tiene traccia dei suoi progressi in base anche alle sue abitudini e al tempo impiegato per la meditazione. L’unico limite per gli utenti italiani nell’utilizzo di quest’app è che esiste solo in lingua inglese.

L’attenzione “online”: ecco perché Buddhify è una rivoluzione

La “consapevolezza-ovunque-tu-sia”, come lo definisce Buddhify, è già un concetto emozionante: riuscire a far conciliare gli orizzonti della mente con qualsiasi orizzonte fisico è in generale la rivoluzione della tecnologia online.

Ma con Buddhify c’è di più: “l’idea che si può effettivamente sviluppare consapevolezza, calma e compassione mentre si è online”. 

Un concetto che va oltre la definizione popolare che vede la tecnologia come fonte di distrazione e di alienazione. Secondo Buddhify è possibile utilizzare invece la propria attenzione in modi diversi, anche durante la nostra navigazione online, trasformando questa in qualcosa di positivo per il nostro benessere mentale.

Se la letteratura sul cyberspazio e il cinema del genere Matrix vi aveva già convinto che ci fosse una via alla consapevolezza anche attraverso la tecnologia, Buddhify non può mancare nella vostra lista di app!

L’app è disponibile al momento solo per iOS, al costo di 1,79 euro; la potete scaricare cliccando l’immagine qui sotto: