Stonex STX Ultra: lo smartphone progettato in Italia [REVIEW]

La Ninja Review, anche in versione video, di Stonex STX Ultra

francesco_piccolo_stonex_stx_ultra

Stonex è un’azienda italiana che produce strumenti di rilevamento ad alta precisione. Dal 2013 l’azienda entra nell’arena competitiva degli smartphone con STX S, STX Ultra, ed il recentissimo STX Mini. oggi vi parleremo dello smartphone più grande della gamma: lo Stonex Ultra. Più grande di un Galaxy S3, più piccolo di un Note, questo smartphone è il giusto compromesso tra utilizzo e portabilità.

Di seguito trovate la nostra videorecensione.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=FDt6oNNX15s’]

Confezione

francesco_piccolo_stonex_stx_ultra

La confezione si presenta in elegante cartone nero con scritte traslucide, e contiene una dotazione completa: manualistica, caricabatterie con plug USB, cavo dati, pellicola cover per il display. Nel telefono è già integrata una memoria SD da 8Gb, ed il tutto è di buona fattura. Essendo un telefono prodotto in Cina, ma con distribuzione ed assistenza tutte italiane, il telefono è conforme alle norme italiane sul limite di emissioni delle radiofrequenze. Molto buona la batteria da 2000 Mah, che ci ha consentito di arrivare a fine giornata con un uso intensissimo. Normalmente dovrebbe durare circa un giorno e mezzo o due.

Design

francesco_piccolo_stonex_stx_ultra

Con un design molto ricercato, lo Stonex STX Ultra mi ricorda un po’ il primo Galaxy S sul fronte, fatta eccezione per la capsula auricolare che è molto futuristica. Tutto il corpo telefono è sottilissimo: solo 8.3 mm di spessore, 142 di altezza e 73 di larghezza. Sul retro la fotocamera è rialzata rispetto al resto del corpo, ma un contorno argentato la protegge dai graffi. Per non graffiare il telefono è comunque consigliata la cover. Interessante e alla moda il led di stato a due colorazioni (verde per le notifiche, rosso quando è in carica), che è posto dietro la griglia dell’auricolare. La scocca posteriore è in plastica gommata e ha dei gancetti che si legano bene al corpo del telefono, che non scricchiola mai.

Hardware e prestazioni

francesco_piccolo_stonex_stx_ultra

Il motore dello Stonex Stx Ultra è il processore Mediatek 6289, un quadcore da 1.2 Ghz, supportato da 1 Gb di memoria RAM. L’hardware fa girare il telefono molto bene: ottima la navigazione e la gestione delle mail, ma i giochi davvero pesanti e in grafica 3D, come Real Racing 3, hanno dei microscatti che comunque non limitano la giocabilità. La memoria ROM è di soli 4 Gb, ma siccome la versione di Android è la 4.2.1 è possibile spostare le app sulla scheda SD. Riguardo al sistema operativo, Stonex introduce un tool per cambiare il layout delle icone, come vedete in immagine.

Utilizzo e produttività

francesco-piccolo-stonex-stx-ultra

 

Con un ampio schermo da 5 pollici, lo Stonex è al limite tra lo smartphone ed il phablet. Il suo ampio schermo HD riporta fedelmente colori e dettagli. Per il buon rapporto tra portabilità e leggibilità/grandezza del display, questo terminale è consigliato per il gaming e la produttività. Scrivere mail o sbloccare un nuovo trofeo non sarà un problema! Anche il touch è molto preciso: la tastiera è quella stock di Android, ma lo schermo rende i tasti abbastanza grandi da ridurre il rischio di errori.

Multimedia

francesco_piccolo_stonex_stx_ultra

E’ nel comparto multimediale che lo STX Ultra ci ha stupito di più: grazie alla funzione HDR la fotocamera si comporta bene anche in condizioni di scarsa luminosità. La fotocamera posteriore da 8mpx genera poco rumore di fondo, ed il software fotografico permette molte chicce, tra cui lo scatto continuo, il rilevamento del volto, le foto panoramiche e le “multivisuale”, delle foto che permettono la visione dello stesso soggetto da più angolazioni.

Ho scattato una foto in notturna in stazione, ed il risultato è più che discreto: il rumore di fondo si nota solo tra i lampioni ed il cielo.

francesco_piccolo_stonex_stx_ultra

Anche le foto con fonti di luce nell’inquadratura regalano tanti dettagli e non alterano troppo il colore.

francesco_piccolo_stonex_stx_ultra
I video, invece, vengono girati a 720p, registrano bene l’audio ed hanno un framerate sufficiente, ma se si portano sul computer si nota un po’ di “effetto indefinito” per le inquadrature in movimento.

Il player audio è quello stock di Android 4.2.1, e permette l’equalizzazione e la modifica di alcuni aspetti Audio. Dal punto di vista della riproduzione musicale, l’audio rende bene i bassi.

In sintesi

francesco-piccolo-STX-Ultra

Lo Stonex STX Ultra è un telefono dal buon rapporto qualità prezzo. E’ progettato in Italia, ed è una produzione intelligente: il telefono non scricchiola e un display da 5 pollici è una buona misura per utilizzare il dispositivo per la produttività. Lo schermo è anche HD ed il terminale è votato alla multimedialità: che vogliate divertirvi con i giochi, ascoltare musica, fare foto o scrivere documenti in treno, Stonex non vi lascerà delusi.

Abbiamo provato lo smartphone per una settimana, e non ci ha mai dato problemi. Avevamo delle perplessità, come tutti, sulla qualità costruttiva, ma alla fine posso dire che il telefono sembra resistente e finora non ha dato problemi di scocche nè di software.

Al prezzo di listino, 289/299€, il terminale è tra i più economici della sua fascia, ma per questo natale potreste trovarlo a 249 euro con tanti accessori abbinati. La concorrenza internazionale sta però abbassando i prezzi. Vedremo nei prossimi mesi se lo Stonex saprà mantenere vivo il suo rapporto qualità prezzo.

Questo Stonex è un telefono con processore e ram adeguati, si difende bene dai rivali ed ha una buona autonomia. Voto: 8

francesco-piccolo-stonex-stx-ultra

Cosa ne pensate dello Stonex Stx Ultra? Fateci sapere nei commenti: cercheremo di rispondere alle vostre domande!