Stanco della solita rete sociale? Prova Quag, l'Interest Network

La startup affina il proprio modello e annuncia importanti novità: l'obiettivo è quello di portare la conoscenza condivisa anche su piattaforme come Amazon ed eBay

Stanco della solita rete sociale? Prova Quag, l'Interest Network

Non è la prima volta che parliamo di Quag proprio perché questo servizio innovativo, che permette agli utenti di aggiungere una componente social alle proprie ricerche, sta rivoluzionando il concetto di condivisione. Esperienza, conoscenza, informazioni e interessi comuni sono il punto nevralgico e ognuno può partecipare e contribuire.

Cos’è Quag?

Quag è una rete sociale italiana basata sugli interessi: un ecosistema dove si sviluppano automaticamente relazioni significative tra chi ha in comune passioni, curiosità, necessità e ambiti di studio. Quag fa diventare social gli interessi, proponendo un modello d’interazione collaborativo che permette di scambiarsi informazioni, idee e opinioni.

L’interazione avviene attraverso domande, risposte e commenti, aumentando il sapere condiviso per mezzo d’interventi giudicati per la loro utilità e che giovano alla reputazione degli iscritti.
Quag è un progetto nato a marzo 2013 e sviluppato da un team interamente italiano. Il suo algoritmo nativo si chiama Sbig (Search based interest graph).

La forza innovativa di Quag consiste nel basare le interazioni tra gli utenti su fattori molto diversi dagli altri social network, tant’è che Quag può essere definito un interest network. La connessione tra gli utenti, infatti, avviene automaticamente tra persone con interessi comuni e non, come per Facebook, con chi già si conosce (infatti gli utenti sono messi in relazione sulla base degli interessi dichiarati e quelli intuiti dall’interest graph di Quag).

Stanco della solita rete sociale? Prova Quag, l'Interest Network

Si passa così dalle cerchie all’audience trasformando le ricerche in punto di incontro e scambio di saperi e mettendo in connessione anche chi fa ricerche simili. L’interest graph (semantico e reputazionale), inoltre, incentiva la reputazione basata sulla trasmissione ad altri delle proprie conoscenze, facendo così emergere gli esperti su un determinato argomento, non frammentando le risposte ma accorpandole.

Le novità di Quag

Qualche mese fa, in questo post, avevamo anche toccato l’importante tema della reputazione raccontando come si può aumentare la personal reputation semplicemente mettendo a disposizione di tutti la propria conoscenza.

Stanco della solita rete sociale? Prova Quag, l'Interest Network

La grande novità è che da oggi le risposte possono essere arricchite aggiungendo contenuti multimediali: foto, video, link a pagine web per rendere ogni discussione sempre più interessante e utile agli utenti.

Luca Giorcelli, ideatore e progettista di Quag, ci spiega anche come l’algoritmo riesce ad aggregare domande e risposte dai contenuti simili per evitare la frammentazione e la dispersione di contenuti utili. Il tutto si basa su tre livelli di connessione, ovvero sinonimie, concetti correlati e iperonimie così da offrire risultati sempre pertinenti.

L’altra grossa novità è che a breve sarà possibile scaricare l’Add-On (attualmente attivo per Google Chrome e Firefox) che consentirà di ricevere notifiche direttamente sul proprio browser ed avere a disposizione l’utilità delle funzioni di Quag su Google, Yahoo!, Bing, istella, eBay e Amazon.

La nuova implementazione della piattaforma ha esteso la possibilità di votare come utili i commenti più interessanti e pertinenti, oltre alle domande e alle risposte fornite; ciò contribuisce ad aumentare la reputazione di ciascun Quagger. Il voto, ovviamente, sono gli stessi utenti a darlo e stimola e incentiva le interazioni.

E come se non bastasse, è possibile associare alla propria domanda fino a tre interessi tramite un sistema di multi-quagging: ad esempio, se sei interessato ad avere delle info sul concerto di Michael Bublè a Milano, nella domanda che rivolgerai ai Quaggers potrai inserire come interessi “michael bublè”, “concerti milano”, “concerti 2014” come ha fatto l’utente Swan.
Man mano che inserisci un interesse vedrai aumentare il numero delle persone interessate alla domanda e cresce così la visibilità della domanda stessa.

Stanco della solita rete sociale? Prova Quag, l'Interest Network

Infine, se volete coinvolgere qualcuno attraverso la vostra rete di canali sociali potete farlo. Basta invitarli a prendere parte alla discussione.

Insomma, Quag ha sempre qualche novità nel cassetto e se ancora non lo avete provato cosa state aspettando? Io ho già fatto un test e l’ho trovato veramente innovativo.

Stanco della solita rete sociale? Prova Quag, l'Interest Network

Stanco della solita rete sociale? Prova Quag, l'Interest Network

Un esempio di ricerca su Quag

L’interest network italiano permette agli utenti di interagire in base alla similarità dei loro interessi e di trovare o dare la risposta più adatta e completa a quesiti in vari ambiti d’interesse, dalla tecnologia al giardinaggio, dalla cucina ai motori, dalla letteratura alla salute.

Partiamo dal principio: si può scegliere da dove cominciare e io ho scelto di capire a quante persone interessa l’argomento “social media marketing”.

Stanco della solita rete sociale? Prova Quag, l'Interest Network

Ho iniziato a curiosare tra le risposte e gli spunti sono innumerevoli, ci sono consigli e idee, proposte e suggerimenti, qualcuno propone anche un link ad un webinar da seguire; insomma una vera fonte di conoscenza condivisa e tutto grazie ad una passione comune per un argomento.

Stanco della solita rete sociale? Prova Quag, l'Interest Network

Inoltre, una barra laterale permette di visualizzare una websearch relativa all’argomento di ricerca, fornendo così ulteriori spunti interessanti per approfondire il tema.

Stanco della solita rete sociale? Prova Quag, l'Interest Network

E la privacy?

Quag considera molto seriamente il rispetto della privacy degli utenti: nessuno vede chi ha cercato cosa e c’è la possibilità di interagire anche in forma anonima, qualora si partecipi a discussioni su temi che si considera sensibili, come ad esempio quelli riguardanti la propria salute.

Gli sviluppi futuri

La crescita costante della base utenti di Quag apre nuovi scenari, soprattutto lato marketing. Immaginate le discussioni che avverranno su prodotti e servizi al momento dell’acquisto (pensate ad Ebay ed Amazon) e gli sviluppi “lato aziende” che decideranno di seguire queste discussioni dando consigli e assistenza ad un pubblico profilato per interesse. L’interest network mostra grandi potenzialità e questo lascia intravedere una situazione win-win azienda-consumatore: il punto di incontro tra chi domanda e chi offre beni/servizi.

Inoltre, lato utente, gli esperti saranno potentemente valorizzati nel prossimo step implementativo che arriverà a breve. Al momento la reputazione non è segmentata per tematiche ma aggregata.

Insomma, Quag è veramente utile e gli utenti sono perfettamente in linea con lo spirito dei suoi ideatori.

Ora non vi resta che provarlo: Quag vi connette a persone che hanno fatto ricerche simili e quindi hanno interessi comuni ai vostri.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?