Benvenuto su Twitter. E poi?

Una piccola analisi sulle principali funzioni ed utilizzi di Twitter per chi si è iscritto da poco o ha intenzione di iscriversi

La maggior parte di noi usa Twitter quotidianamente, o almeno sa di cosa stiamo parlando. Ma se qualcuno ci chiedesse oggi – o volesse iscriversi – cos’è Twitter, cosa risponderemmo?

Cos’è Twitter? Quella che sembra una domanda semplice in verità è un mistero difficile da risolvere. Possiamo rincuorarci però; anche i fondatori non erano completamente d’accordo. Jack Dorsey vedeva in Twitter un modo per far sì che le persone condividessero il loro stato, secondo Noah Glass era un mezzo per connettere le persone che si sentivano sole e Ev Williams voleva che riguardasse “ciò che sta succedendo”.

A quanto pare avevano tutti ragione; Twitter è un social polifunzionale e ogni utente può scegliere che uso farne.

Tutto parte dai due simboli pilastri della piattaforma: la chiocciola ed il cancelletto (hashtag nel linguaggio specifico).

  • @” serve a connettere e comunicare;
  • #” caratterizza il tweet e ne determina l’indicizzazione.

Questi due semplici simboli, inseriti in una frase di massimo 140 caratteri, fan sì Twitter venga usato nei modi più diversi: informarsi, seguire tendenze e personalità, entrare a far parte di una community o dare sfogo alla creatività.

Allora analizziamo i diversi usi che gli utenti fanno di questo potente strumento.

Informazione e breaking news

Twitter è la miglior piattaforma per la diffusione di notizie in tempo reale, punto. La rapidità di diffusione dei tweet non ha pari; quando un grande numero di tweet ha lo stesso hashtag, l’argomento diventa di tendenza (Trending Topic) e per gli utenti diventa facilissimo avere accesso a quella notizia.

Per i giornalisti è una risorsa preziosissima in quanto hanno accesso a fonti normalmente irraggiungibili. Inoltre, la piattaforma è utile a promuovere i loro articoli e far sì che abbiano una diffusione maggiore rispetto alla sola pubblicazione sul giornale – cartaceo o online. E i lettori possono seguire ed interagire coi giornalisti, conoscere le loro opinioni ed attingere alle notizie direttamente alla fonte.

Entrare in contatto con personalità famose

Seguire celebrità, marchi e influencer è una delle cose che più piacciono di Twitter. Gli account verificati – quelli con un piccolo bollino azzurro accanto al nome – dimostrano l’identità dell’utente, appurata dagli amministratori del sistema. Seguendo questi personaggi si ha la possibilità di guardare con curiosità ad alcuni aspetti della loro vita come non si poteva prima. E, a volte, rispondono anche.

Ad esempio, il tweet di Obama per la rielezione ad altri quattro anni di presidenza è il più popolare di sempre.

Far parte di una community e partecipare alle conversazioni

Una tendenza sempre più diffusa è quella di commentare programmi televisivi ed eventi in diretta, e aprire vere e proprie conversazioni a riguardo. Tant’è che in TV sempre più spesso è la stessa trasmissione a fornire l’hashtag che darà vita alla conversazione.

Basti pensare a quanti discutono di XFactor o Masterchef, ai commenti il giorno in cui è finito Breaking Bad (#GoodByeBreakingBad) o alle conversazioni che in questi giorni si dilatano su chi possa averla vinta nella guerra delle consolle (#XboxOne vs #PS4).

A questo fine Twitter analizza i nostri interessi e crea una sezione #Scopri apposta per noi. Qui possiamo trovare tweet, notizie e immagini popolari tra le persone che seguiamo e conversazioni alle quali possiamo partecipare (caratterizzate da una linea blu che le lega).

Creatività

Twitter viene anche usato per giocare con la propria fantasia e creatività.

Ad esempio, viene spesso usato come strumento per il microblogging. Raccontare qualcosa con soli 140 caratteri può essere difficile, ma questo non è un buon motivo per non provarci. E così a molti scrittori piace lasciare piccole pillole di narrazione ai propri follower.

Un’altra tendenza è quella di creare account falsi immedesimandosi in qualche personaggio reale o di fantasia o account comici. Negli Stati Uniti, @shitmydadsays, un profilo sul quale un ragazzo pubblicava le perle di suo padre, è addirittura diventato una sitcom con William Shatner (Star Trek).

Per stimolare la fantasia dei propri utenti, i creatori di Twitter hanno anche dato vita a Vine, una piattaforma per creare piccole clip di 6 secondi che vedono poi in Twitter il canale di diffusione.

Emergenze

Tornando alla rapidità di diffusione delle notizie, non possiamo non considerare l’utilità della piattaforma per diffondere messaggi di allerta durante situazioni d’emergenza meteo o catastrofi naturali.

Questo è successo, purtroppo, la scorsa settimana in Sardegna (alla quale mandiamo il nostro sostegno) a causa dell’alluvione che ha colpito la regione. Su Twitter sono comparsi numerosi avvisi che aggiornavano sulla situazione meteo e su come comportarsi.

Non finisce qui…

Ovviamente questi non sono gli unici modi in cui viene usato Twitter. A questo elenco possiamo aggiungere: la promozione personale o della propria attività, la condivisione di piccoli momenti di vita, il servizio di supporto offerto da tante aziende.

Diamo un consiglio ai novellini e a chi è interessato ad iscriversi; cominciate cercando di capire che uso volete fare di questa piattaforma potentissima. Dopodiché immergetevi, un tweet alla volta.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?