Come analizzare le metriche della vostra pagina Facebook

I numeri da non dimenticare nell'analisi della vostra strategia di social media marketing

Per sapere quali sono i punti forti della vostra fanpage, analizzeremo le metriche utili per il vostro Facebook marketing.

Il duro lavoro del social media manager consiste anche nell’analizzare metriche utili alla delineazione di una strategia che miri a raggiungere determinati obiettivi di marketing. Risulta pertanto necessario saper interpretare alcune metriche fondamentali quali: il numero di fan raggiunti da un post, quanti di questi fan vengono coinvolti e che tipologia di interazione ricevono i post pubblicati.

Prima di procedere con l’analisi…

Accedere alla pannello di amministrazione, successivamente entrare nella nuova sezione “Vedi dati e procedere con l’esportazione dei dati cliccando su “Esporta dati“.

Nella finetra di interazione che apparirà, delineate il periodo di tempo d’interesse e selezionate:

  • la “nuova” tipologia di esportazione;
  • la tipologia di dati da analizzare (“dati a livello pagina” o “dati a livello post“) [per esportare entrambe le tipologie di dati dovrete ripetere l’operazione selezionando prima l’una poi l’altra];
  • il formato di file in cui verranno esportati i dati di vostro interesse (excel).

Se avete effettuato questi passaggi ora siete pronti per l’analisi delle cinque metriche fondamentali; cominciamo!

1. Numero di fan raggiunti organicamente

Aprite il file dati a livello post e nella tabella di esportazione troverete nella “colonna T” – la portata del post tra le persone a cui piace la vostra pagina dall’inizio.

Per determinare il numero di fan raggiunti organicamente dovrete sottrarre questa colonna alla “colonna V” –  relativa alla portata “a pagamento” di un post tra le persone a cui piace la tua Pagina dall’inizio.

N° di fan raggiunti organicamente = Colonna T – Colonna V

2. Coinvolgimento dei fan

Raggiungere i propri fan è solo l’inizio dell’analisi, è un’informazione da prendere con cautela, in quanto Facebook non fornisce il numero effettivo di utenti che hanno visto il vostro post.

Facebook, infatti, può dirvi quanti utenti hanno cliccato sul vostro post, e quindi sicuramente l’hanno visto, ma non si ha l’idea di quale sia il livello di coinvolgimento generale del post.

Nel file dati a livello di post la “colonna W” – corrisponde alle persone che hanno selezionato “Mi piace” per la vostra pagina e hanno interagito con il vostro post dall’inizio.

Le ultime 5 colonne della tabelle sono tutte correlate. Infatti troviamo:

  • Fan impressions – visualizzazioni del post da parte di persone che hanno selezionato “Mi piace” per la pagina dall’inizio;
  • Fan reach – portata del post tra le persone a cui piace la pagina dall’inizio;
  • Paid fan impressions – visualizzazioni a pagamento del post da parte di persone che hanno selezionato “Mi piace” per la pagina dall’inizio;
  • Paid fan reach –  portata “a pagamento” di un post tra le persone a cui piace la pagina dall’inizio;
  • Engaged fans – persone che hanno selezionato “Mi piace” per la pagina e hanno interagito con il post dall’inizio.

3. Consumatori e reale utilizzo del post

Il “consumatore del post”, o Post Consumer, è un utente che clicca in qualsiasi parte del post inclusi:

  • commenti;
  • mi piace;
  • condivisioni;
  • click sulle foto;
  • click sui link;
  • play video;
  • click su visualizza il resto del post;
  • click su visualizza più commenti ;
  • click sui profili degli utenti che hanno commentato il post.
“L’utilizzo del post”, o post consumption, riguarda il click stesso, l’azione per intenderci.

Nel file dati a livello post li trovate rispettivamente nella “colonna O” – il numero di persone che ha cliccato da qualche parte sul post. I click che generano notizie sono inclusi in “Altri click” (utenti singoli). Nella “colonna P” – il numero di click in un punto qualsiasi del post. I click che generano notizie sono inclusi in “Altri click” (totale) .

C’è davvero poca differenza tra il consumatore e l’utente coinvolto, in quanto nella tabella vengono inclusi tutti i click. L’unica differenza la troviamo nella generazione di una storia senza il click, che viene inclusa solo nel conteggio degli utenti coinvolti.

Jon Loomer, esperto di Facebook marketing, sostiene che la metrica relativa ai consumatori è preferibile all’utente coinvolto grazie alla suddivisione in tipologie di consumo (vedi sopra).

4. Click dei link

A proposito di tipologia di interazione (o consumo) ecco la metrica relativa ai click dei link.

Uno degli obiettivi primari di pubblicazione è quello di creare traffico verso il vostro sito. Perciò questa metrica è molto importante. Viene suddivisa nella seconda e terza tabella relativa al file dati a livello di post in:

  • Click dei link;
  • Visualizzazione di foto;
  • Esecuzione dei video;
  • Altri click (interazioni che non rientrano nelle precedenti).

Se il post contenente il link che porta al vostro sito web riceve 100 like, ma nessun click sul link può considerarsi un post di successo? Probabilmente no 😥

Ricordatevi sempre di effettuare un controllo incrociato sulle referenze del traffico tra questa metrica, i parametri URL, e i programmi che permettono di abbreviare il vostro link (come bitly).

Fatte le analisi del caso forse dovrete rivedere i vostri post in relazione a questa infografica! 😉

5. Feedback positivi

Ed ecco che andremo ad analizzare i dati a livello pagina.

Sei delle ultime tab sono dedicate ai feedback positivi, e vengono anche chiamate “Storie” o “Parlano di questo”.  I feedback positivi sono misurati dai commenti, mi piace e condivisioni generate dagli utenti durante l’interazione con la pagina Facebook.

Essenzialmente si contraddistinguono nelle seguenti tab:

  • Feedback positivi giornalieri – per tipologia (utenti singoli);
  • Feedback positivi settimanali – per tipologia (utenti singoli);
  • Feedback positivi mensili (28 giorni) – per tipologia (utenti singoli);
  • Feedback positivi giornalieri – per tipologia (utenti totali);
  • Feedback positivi settimanali – per tipologia (utenti totali);
  • Feedback positivi mensili (28 giorni) – per tipologia (utenti totali).

Utili da visionare in correlazione ai feedback negativi per avere una visione completa della risposta ricevuta dagli utenti alla pubblicazione dei post.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?