SmartWatch: i 5 modelli preferiti dalla sezione Digital!

I migliori SmartWatch in circolazione: scopriamo insieme le caratteristiche ed i prezzi dei cinque modelli selezionati

SmartWatch: i 5 modelli preferiti dalla sezione Digital!

L’ultima novità tecnologica che tenta prepotentemente di entrare nel linguaggio comune riguarda sicuramente gli SmartWatch, oggetti dal design non sempre riuscito e dall’utilità ai più sconosciuta.

Gli SmartWatch (mi piace scriverlo con la S e la W maiuscole al contrario di altri) sono ormai sul mercato da mesi, se non da un paio di anni (nel caso di Sony) e sembrerebbero ormai pronti a sostituire i nostri “vecchi” Swatch, nonostante le vendite dell’ultimo periodo siano molto deludenti (soprattutto nel caso del Samsung Galaxy Gear). Abbiamo stilato una lista di quelli che, a nostro avviso, sono i 5 migliori in circolazione uscendo dal mucchio grazie a funzionalità, design (a volte) e prezzo.

I 5 SmartWatch di cui parleremo sono: Pebble, i’m Watch (l’unico italiano), Samsung Galaxy Gear, Sony SmartWatch 2 (il primo ormai è nel dimenticatoio) e Cookoo. Scopriamoli insieme!!!

Pebble

Pebble è forse lo SmartWatch più conosciuto in assoluto al Mondo, sarà per la sua forma vagamente retrò (la cassa ricorda la tipica forma tonneau dei classici orologi) oppure per la grafica semplice ed immediata, ma rimane comunque uno dei migliori SmartWatch in circolazione, soprattutto dopo l’aggiornamento per la compatibilità con iOS7.
SmartWatch: i 5 modelli preferiti dalla sezione Digital!

Pebble è compatibile anche con Android e si interfaccia ai device mobili con la tecnologia Bluetooth 4.0 per circa 5-7 giorni grazie ad una buona batteria ai polimeri di Litio (la ricarica può essere eseguita con un connettore USB magnetico, Apple Style). Lo SmartWatch include anche un accelerometro 3D, e-compass e sensore di luminosità ambientale ed è dotato di un display e-paper da 144×168 pixel (1,26 pollici).

Oltre a tutto quello che può fare (notifiche, orario, data e tantissime funzioni) il Pebble è anche resistente all’acqua sino a 5 ATM. Pebble è disponibile in 5 differenti colori: orange, cherry red, jet black, arctic white e grey; lo trovate a circa 150 Dollari sul sito ufficiale oppure sullo store italiano di Amazon ad un prezzo di circa 285 Euro (!!!!).

i’m Watch

i’m Watch è l’unico SmartWatch Made in Italy (e già per questo ci piace molto) molto completo e dotato del sistema operativo i’m Droid 2 avente un’ottima interfaccia grafica, smart tethering, shake to hang up (per rifiutare una chiamata basterà scuotere il polso), proximity alert e sleep mode.
SmartWatch: i 5 modelli preferiti dalla sezione Digital!

Il device si connette ai propri smartphone Android 4.0+, iOS 4.0+Blackberry 10+ (senza la visualizzazione SMS) grazie ad una connettività Bluetooth. I’m Watch ha una memoria flash integrata da 4 GB oltre ad una memoria RAM di 128 MB ed un display LCD TFT da 1,54 pollici. La batteria risulta molto meno performante rispetto a quella di Pebble “a causa” del display touch che gli permette una autonomia in Standby senza connessione Bluetooth di 48 ore mentre con connessione Bluetooth attiva di sole 24 ore.

A livello sensori non è messo benissimo dato che è dotato solo di magnetometro ed accelerometro, ma per quanto ci riguarda sono più che sufficienti. Esteticamente lo SmartWatch è bello e realizzato con materiali di buona qualità che cambiano a seconda delle collezioni: i’m Watch Color Collection, i’m Watch Tech Collection ed i’m Watch Jewel Collection. La cassa, a seconda della “collezione” è in alluminio, titanio, argento ed oro così come c’è una buona scelta di colori per quanto riguarda il cinturino.

Samsung Galaxy Gear

Samsung Galaxy Gear è in ordine di tempo l’ultimo SmartWatch uscito sul mercato ed è sicuramente quello che ha avuto una campagna di Marketing maggiormente invasiva e capillare.

SmartWatch: i 5 modelli preferiti dalla sezione Digital!

Attualmente lo SmartWatch Samsung è compatibile solo con il Samsung Galaxy Note 3 ed il Samsung Galaxy S4 attraverso l’applicazione “Gear Manager“. Lo SmartWatch si collega agli smartphone supportati attraverso la connettività Bluetooth 4.0 Low Energy che ne consente una autonomia in standby di 150 ore ed un utilizzo tipico di sole 25 ore.

Il Galaxy Gear è sicuramente lo SmartWatch con un design più accattivante e tecnologicamente superiore (almeno a prima vista), probabilmente anche grazie al display SuperAMOLED da 1,63 pollici ed una risoluzione di 320×320 pixel. Rispetto agli altri SmartWatch il Galaxy Gear ha anche un fotocamera da 1,9 Mpx con sensore BSI ed autofocus integrata nel cinturino, degna dei migliori film di James Bond.

Tra le varie feautures troveremo il trasferimento intelligente, l’S Voice, promemoria vocali, blocco automatico, trova dispositivo personale, gestione multimediale, cronometro, conto alla rovescia e comunicazioni di emergenza. Il Galaxy Gear è in vendita a circa 269,28 Euro su Amazon ed è disponibile nei colori jet black (Pebble docet), Rose Gold, Wild Orange, Mocha Grey, Dabmeal Beige e Lime Green.

Ma se proprio volete questo SmartWatch vi consiglio di aspettare, i prezzi scenderanno drasticamente. Oppure prendetelo in abbinamento al Samsung Galaxy Note 3 con Tre e lo avrete ad un prezzo di 3 Euro aggiuntivi per 30 mesi e quindi, paradossalmente, paghereste lo SmartWatch solo 90 Euro…

Sony SmartWatch 2

Sony SmartWatch 2 (SW2 per gli amici) è l’erede del medesimo nella versione 1, notevolmente migliorato e con un design decisamente più elegante nonostante sia impermeabile e classificato come IP57.

SmartWatch: i 5 modelli preferiti dalla sezione Digital!

A mio avviso una delle più grosse pecche di questo SmartWatch è la sola compatibilità con Android 4.0 (o successive) e non con iOS; per connettere il dispositivo al proprio device Android si dovrà utilizzare l’ormai “vecchio” Bluetooth 3.0 che garantisce comunque una buona durata della batteria (7 giorni con un utilizzo basso e 3-4 giorni con un utilizzo normale, in entrambi i casi l’orologio sarà sempre attivo).

Lo SmartWatch consente la gestione delle chiamate notificando anche quelle perse, SMS/MMS, e-mail, varie App (Facebook e Twitter) e, tra le altre cose, è dotato di tecnologia NFC one-touch. La cassa dell’SW2 è disponibile in un unico stile e colore ma è possibile personalizzarlo cambiando il cinturino che è disponibile in vari colori: giallo, rosa, viola, turchese, nero in gomma, marrone chiaro e nero in pelle (questi ultimi decisamente più eleganti e di maggior pregio).

Sullo store ufficiale Sony si trova a 189 euro.

Cookoo Watch

L’ultimo SmartWatch di cui parleremo è il Cookoo Watch, a mio avviso il modello più interessante a livello estetico in quanto richiama in tutto e per tutto gli orologi classici ed è disponibile con cassa e cinturini di vari colori.

SmartWatch: i 5 modelli preferiti dalla sezione Digital!

L’aspetto davvero interessante di questo modello, oltre alle classiche funzioni Smart, è il doppio display analogico-digitale: in pratica il Cookoo è dotato di un display analogico per l’ora e di uno digitale (integrato perfettamente al di sotto di quello analogico) per tutto ciò che riguarda l’interfacciamento con i device mobili. Lo SmartWatch è dotato di movimento analogico Giapponese (sicuramente al Quarzo anche se non è specificato) e di connettività Bluetooth 4.0 Low Energy che gli consente di interfacciarsi a tutti i device dotati di iOS ed Android 4.2.2 o simili.

Sul sito ufficiale del produttore inoltre viene specificata la compatibilità con iPhone 5S e 5C e, per la precisione, con tutti i dispositivi Bluetooth SmartReady. Grazie alla Cookoo App è possibile ricevere notifiche in merito alle chiamate in entrata/perse, notifiche Facebook (compreso un one-button Facebook Check-in), Twitter, calendario, SMS/Google Voice SMS, notifiche e-mail, sveglia e indicazione batteria bassa per iPhone ed iPad. I colori disponibili sono: blue, pink, silver, black and White ed, in edizione limitata, Green. Il prezzo sullo store ufficiale parte da circa 130 euro.

Questi sono alcuni degli SmartWatch di ultima generazione che si possono trovare in commercio, ma il quesito principale rimane il perché non vendano quanto si aspettavano le rispettive case produttrici. Per caso il mercato è saturo di gadget? Il periodo è prematuro? Oppure inizieranno a vendere quando Apple presenterà (se mai lo farà) il proprio SmartWatch? Nell’ultimo caso pensiamo al mercato Tablet ed a cosa ha (ri)lanciato l’iPad, un settore praticamente morto… 😉

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?