Resoconto Utili Facebook Q3: 7 cose che ogni marketer dovrebbe sapere

Una serie di spunti interessanti per il vostro business e la vostra social media strategy su Facebook

Resoconto Utili Facebook Q3: 7 cose che ogni marketer dovrebbe sapere

Il 30 ottobre, Facebook ha comunicato i suoi ricavi del terzo trimestre 2013 (Q3). Questi dati possono offrire spunti molto interessanti per ogni marketer, in quanto consentono non solo di avere una visione completa dello stato di salute finanziario della piattaforma, ma offrono anche importanti indicazioni sui trend di utilizzo.

Analizzando i dati e le riflessioni dei più importanti magazine economici online ecco una lista di 7 informazioni essenzialiche ogni marketer e brand presente su Facebook dovrebbe conoscere.

1. Il mobile rappresenta il futuro di Facebook

Utenti facebook mobile attivi giornalmente - resoconto utili q3

Ormai il mobile non è più solo un “trend” ma una certezza, confermata dai dati, e Facebook ha deciso di puntarci in maniera chiara diversificando e ottimizzando la sua presenza mobile con diverse app. E queste strategie sembrano aver avuto successo: attualmente il 20% del tempo che un consumatore spende sul proprio startphone è proprio utilizzando app di Facebook (includiamo anche Instagram).

Oltre a questo è da registrare anche che il numero degli utenti mobile è quello con il tasso di crescita più elevato e che quelli attivi giornalmente sono 507 milioni (469 mil. nel trimestre precedente).

Crescita utenti Mobile Facebook - Resoconto utili q3

2. L’ADV mobile sta diventando una parte cospicua dei ricavi

L’importanza del mobile si riconferma anche dagli utili derivanti dall’advertising. Dall’introduzione di questo nuovo formato, nel 2012, ora rappresenta il 49% degli utili totali.

Crescita Utili Advertising - Resoconto Facebook Utili q3

3. I teenager su facebook sono in leggero calo

Ed ecco una notizia dolente, malgrado David Ebersman CFO di Facebook abbia subito chiarito che questa perdita ha un’importanza relativa, il mercato sembra non aver preso bene questa informazione, facendo diminuire pesantemente la crescita delle azioni al momento dell’annuncio.

Inoltre questo trend pare essere confermato da più parti, in particolare dal rapporto semestrale sulle abitudini dei teenager americani di Piper Jaffray, il quale afferma che attualmente Facebook è preferito solo dal 23% degli under 20, mentre nel 2012 superava il 40%.

Trend di preferenza Teenager sui social media

4. Il numero di utenti attivi giornalieri continua a crescere

Il tempo trascorso su Facebook continua ad aumentare, e insieme a questo indice anche il numero di utenti attivi a livello giornaliero (728 Mil. nel Q3).

Incremento utenti facebook attivi giornalmente - Resoconto utili q3

5. Gli utili continuano ad aumentare

Come conseguenza direttamente proporzionale alla crescita di utenti c’è l’incremento degli utili, che nel Q3 ha superato le stime degli analisti attestandosi sui 2,016 miliardi di dollari.

Utili di facebook q3

6. Gli obiettivi di Facebook

Resoconto Utili Facebook Q3: 7 cose che ogni marketer dovrebbe sapere

Nel corso della conferenza con gli analisti, Mark Zuckerberg ha voluto dichiarare che il primo obiettivo di Facebook nel lungo termine è quello di “collegare il mondo“.

Il secondo obiettivo dichiarato invece è quello di comprendere il mondo attraverso le conversazioni e le fotopubblicate ogni giorno dagli utenti, e di costruire un’ “economia della conoscenza”.

Ma dietro una vision così etica potrebbe nascondersi la giustificazione per estendere la raccolta di dati comportamentali degli utenti e incrementare la precisione del suo sistema di advertising.

7. Video ADS? Si, ma non subito

Video Advertising Facebook

Se pur con un po’ di ritardo, sembra che sia in rampa di lancio anche questo nuovo formato di ADV. Incalzato da alcune domande al riguardo, Zuckerberg ha evidentemente temporeggiato affermando che per non peggiorare l’esperienza nel newsfeed di Facebook deve essere ottimizzato ogni dettaglio.

Secondo alcune fonti, però, pare proprio che Zuckerberg e soci avrebbero già preso accordi con alcuni importanti brand per i primi annunci, quindi l’introduzione sembra non essere poi così lontana.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?