Cover, la lockscreen Android che mostra le app quando ne hai bisogno

In casa, in auto, in relax: solo le app che vi servono in un touch

cover la lockscreen che mostra le app quando ne hai bisogno

Gli smartphone di oggi sanno tutto o quasi di noi, dove siamo , dove stiamo andando , con chi siamo e cosa ci piace fare. Come poter utilizzare al meglio queste informazioni per poterci al meglio agevolare nella nostra vita di ogni giorno?  Bene, per venire in contro a questo problema oggi vi proponiamo un rimedio.

Per tutti i felici possessori di Android è stata sviluppata Cover, applicazione che sostituisce la lookscreen, cioè  la schermata di sblocco, del tuo Android con qualcosa di molto più pratico e innovativo: infatti Cover ti segnale le applicazioni più utili e produttive quando sei a lavoro,  le tue applicazioni preferite e “chill out” quando sei a casa , le tue applicazioni di guida quando sei in macchina.

In pratica, ti suggerisce sul tuo blocca schermo solo le app che ti servono veramente in quel particolare momento!

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=chUtv1kWIg8#t=17′]

Cover, solo per Android!

Cover è orgogliosamente Android e sfrutta tutti i super poteri di Android: sostituzione del lockscreen, quando si utilizzano altre applicazioni; il monitoraggio dei sensori per determinare quali applicazioni aprire e anche la possibilità di modificare le impostazioni della suoneria al volo.

Cover con il suo lockscreen ultra-intelligente ci propone in base alla nostra posizione diverse applicazioni alle quali è possibile giungere semplicemente con una slide. In poche parole Cover ci propone delle applicazioni nella schermata di blocco schermo le quali saranno sostituite da altre a seconda del luogo in cui ci troviamo, come lavoro, casa, fuori ed altro. Ma non solo!

Dopo anni e anni di società di smartphone e sviluppatori di app che avevano sfruttano tutte queste informazioni a loro vantaggio, stiamo finalmente cominciando a vedere una ondata di applicazioni che di fatto rendono bene su quelle promesse e ci aiutano davvero a migliorare la noste abitudini quotidiane utilizzando tutte queste informazioni a riguardo.

Cover impara le tue abitudini

Cover stabilisce un geo-recinto intorno a questi luoghi e ogni volta che ci ritorneremo, nella parte sinistra del nostro lockscreen ci mostrerà una colonna con sei delle nostre applicazioni che si adattano meglio a questa situazione.

Al momento dell’installazione le applicazioni di default che ci appaiono sono principalmente le applicazioni come Google Drive, Dropbox  e LinkedIn nel campo lavorativo, o Netflix , Kindle , e Facebook in casa . Con il tempo però, Cover impara le tue abitudini e si personalizza per mostrare le vostre applicazioni preferite per queste occasioni .

Quando si è fuori da queste geo-recinzioni, Cover ti mostra le applicazioni on-the-go come Twitter e Facebook. Collegando al proprio dispositivo un paio di cuffie  le app per la musica appariranno magicamente sul nostro lockscreen, e quando Cover rileva l’attività dell’accellerometro (ovvero quando siamo in macchina ) ci porterà in primo piano Waze e Google street.

Le applicazioni giuste al momento giusto

Todd Jackson, CEO di Cover, in un’intervista con TechCrunch, ha affermato che l’obiettivo di Cover è presentarci “ le applicazioni giuste al momento giusto”.

Jackson ha inoltre precisato che Cover non vuole sostituire le schermate home degli utenti, dal momento che  la maggioranza degli utenti Android è attaccata al layout e ai widget che ha scelto. Cover vede la schermata di blocco come una nuova frontiera, qualcosa che può essere migliorato senza interrompere l’esperienza al quale gli utenti sono abituati .

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=C0oF92fuDIY’]

Presto su Google PlayStore

Cover, che sarà disponibile su Google Play Store a breve, è stato testato su diversi smartphone Android e le prestazioni sono risultate impressionanti: lo scorrimento è molto sensibile, immediato e liscio, l’app è veloce , reattiva e non usa un sacco di risorse, anche con la sua caratteristica di app-switching.

“Non è stato facile ottimizzare l’applicazione per le prestazioni”, osserva Jackson e afferma che il team ha utilizzato la loro esperienza nei gaming app per rendere Cover così sensibile. L’applicazione è stata costruita da zero in soli sette mesi.

IInutile chiedersi se ci sarà la possibilità di vedere Cover anche su i nostri iPad e iPhone: Todd  Jackson sottolinea come un’app come Cover semplicemente non sarebbe possibile su iOS .

“C’è l’opportunità di brillare su Android , mentre altri sviluppatori si concentrano su iOS “, afferma il CEO,  “il nostro obiettivo è quello di costruire il miglior team per Android “.   

Cover e i contextual data

Sostanzialmente gli obiettivi principali che si prefigge Cover per Android sono 4:

  • avere sempre a portata di mano la giusta applicazione nel momento giusto
  • cambiare automaticamente le app quando viene inserito un accessorio
  • possibilità di utilizzare più applicazioni nello stesso momento senza dover uscire ogni volta
  • impostazioni intelligenti per personalizzare la fruizione dei contenuti

Lavorare con dei  “Contextual data”  è l’area di maggiore interesse per sviluppatori di software e App oggigiorno. I nostri smartphone hanno tutte le risorse e i dati necessari e  facendoli lavorare insieme sarà tutta un’altra storia, come afferma Jackson.

Cover è un app interessante e davvero rivoluzionaria  anche se ha ancora bisogno di miglioramenti. Intanto segnatevi un promemoria per questa app per poterla testare appena sarà online sullo store!