Winner takes the earth: ambush marketing allo Juventus stadium

Guerre Stellari allo Juventus stadium di Torino. 11 uomini che ricordano tanto lo Jedi Revan e uno strano simbolo sulle loro tuniche. Tutti si stanno domandando chi ci sia dietro a questa misteriosa azione di guerrilla marketing.

La loro ultima apparizione risale al 27 Ottobre 2013 allo Juventus stadium di Torino, proprio in occasione della partita che ha visto i bianco-neri contro i rosso-blu. Si sono presentati in 11, misteriose figure dalle sembianze umane. Tutti vestiti di scuro, con una lunga tunica nera, con un simbolo raffigurante un pallone da calcio inserito tra alcuni cerchi e il capo coperto. Sul viso uno strato di cerone bianco. Le mani avvolte da guanti neri. Chi sono? Se lo stanno chiedendo tutti.

E se fossero i seguaci di una setta dello jedi Revan? Tra i tifosi, sicuramente qualche appassionato di Guerre Stellari avrà notato la somiglianza.

Di una cosa però siamo certi: lo stadio della Juventus ha ospitato una campagna in pieno stile guerrilla marketing, che in comune con la serie Guerre Stellari un particolare davvero ce l’ha. Cercate di arrivarci da soli.

Intanto, che cosa sappiamo di “Winner takes the earth“? Navigando in rete, scopriamo che esistono:

E guardate un po’ qui:

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=TkWsoMqbhwg’]
E ancora, qui:

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=zgWKtJwkw4o’]

Il famoso ex calciatore, allenatore e dirigente sportivo Franz Beckenbauer in questo video ci chiede: “Pensate che gli alieni esistano? Pensate giochino a qualche sport?”

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=ycCSdo51kD4′]

Gli alieni vogliono giocare a calcio contro di noi. Il problema è che se perdiamo, distruggeranno il Pianeta!

Insomma, su youtube, se cercate, i video postati sono almeno 8. Siete giunti alla soluzione? Che cosa ha in comune questa iniziativa di marketing non convenzionale con la saga preferita dai nerd, se non la…struttura narrativa ad episodi?

Come la storia di una saga fantascientifica

Ebbene sì, siamo proprio di fronte ad una di quelle avventure fantascientifiche in cui abbiamo simboli da decifrare, luoghi da decodificare, misteri di risolvere. Ricapitolando, sino ad ora abbiamo assistito a 6 episodi. “Chi vince conquista la Terra“, ci dà appuntamento al 1 Novembre 2103, ma ancora non ci viene svelato il luogo.

  • Episodio numero 1: 21 0ttobre 2013 Hackney Marshes di Londra
  • Episodio numero 2: 21 Ottobre 2013 Time Square a New York
  • Episodio numero 3: 21 Ottobre 2013 Guanabara Bay a Rio dei Janeiro
  • Episodio numero4: 26 Ottobre 2013 Allianz Arena
  • Episodio numero 5: 27 Ottobre 2013 Stamford Bridge
  • Episodio numero 6: 27 Ottobre 2013 Juventus Stadium a Torino
  • Prossimo episodio: 1 Novembre 2013 Luogo non ancora pervenuto

Chi si cela dietro all’operazione di guerrilla marketing?

Nike o addirittura Samsung, come qualcuno ha già fatto notare? E’ davvero il colosso fondato nel 1938 dal signor Lee Byung-Chull il committente di questa trovata? A esserne sicuri sono quelli di Clandestinoweb, che dicono di aver svelato l’arcano, individuando Samsung, come fautore dell’iniziativa “Winner takes the earth”. Sarà Samsung? Non è detto. Anche perché non abbiamo fonti attendibili né prove che confermino questa notizia. Ma allora, di chi si tratta?

Chiamatelo ambush marketing

Eh già. Riflettiamo un secondo. Sotto l’ombrello guerrilla marketing, come insegnano i nostri Burton e Chadwick rientrano diverse tipologie di marketing non convenzionale, tra cui le azioni di ambush marketing. E questo pare sia proprio un caso di ambushing. Perché?

Siamo di fronte ad un’impresa di marketing associativo  adottata da un’azienda per aumentare l’awareness o l’impegno dell’organizzazione stessa attraverso un un’azione che non ha alcun apparente legame con un evento in cui viene messa in pratica l’operazione di guerrilla marketing? Sì.

A noi viene in mente il caso dell’azienda DIM, produttrice di biancheria intima femminile, che nel 2007 in occasione della partita di rugby Francia vs. Italia fece “sfilare” alcune fan vestite solo di lingerie. Tutte le TV, neanche a dirlo, avevano gli occhi posizionati altrove e non tanto sui rugbisti.

E allora, è davvero Samsung che si è imbucata ad una festa senza invito? Non si sa. Chiunque sia stato però, ha davvero qualcosa di importante da dirci. E’ vero, le tecniche di ambushing non godono di una buona reputazione tra i benpensanti, che spesso denigrano queste azioni definendole illegali. Lecito o no, di una cosa siamo certi: dietro a questa misteriosa campagna di guerrilla marketing potrebbe esserci proprio lo zampino di ebuzzingleader nella distribuzione di video virali.

Come facciamo a esserne sicuri? Diciamo che calcio.fanpage.it ci è sembrato abbastanza inequivocabile.

La domanda però è sempre legittima. Quale brand si cela dietro a “Winner takes the earth”? Si accettano scommesse! Che cosa accadrà il 1 novembre 2013? Lo scopriremo nelle prossime puntate.

Scritto da

Emanuela Goldoni

Nasce nel cuore dell'Emilia, a Mirandola, per intenderci, la città del filosofo Pico della Mirandola. Per metà è partenopea, ma di mediterraneo ha preso solo il senso ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kora-Bakeri .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it